Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

utili per lavorare

Tool

Regione Piemonte e lotta alle zanzare

La Regione Piemonte e l’Istituto per le piante da legno e l’ambiente promuovono il sito ufficiale della campagna regionale del Piemonte per una strategia di lotta integrata alle zanzare. Il portale fornisce informazioni sulle politiche regionali e comunali e offre un quadro descrittivo complessivo delle principali specie di zanzare presenti sul territorio regionale (tigre, comune e di risaia), della loro biologia e delle tecniche di contrasto. Il progetto fornisce anche supporto tecnico scientifico alla cittadinanza tramite il numero verde 800.171.198 o la compilazione di un semplice form.

 

Podis - Il Portale della disinfestazione

Come affrontare le problematiche legate alla presenza di insetti (come scarafaggi, zanzare, calabroni), di animali come i topi e di piante “pericolose”? A questa domanda cerca di rispondere Podis, il nuovo portale sanitario umbro dedicato alla prevenzione delle malattie trasmesse da vettore a persone e animali, attraverso una corretta informazione e comunicazione sanitaria. Il progetto, gestito dal Servizio disinfestazione della Usl Umbria1 e da una rete di esperti del settore, vuole fornire un’informazione puntuale e scientificamente valida su come prevenire le infestazioni e le relative problematiche sanitarie. Il sito è composto da una numerose schede sui diversi organismi e da una blog, in cui cittadini ed esperti possono dialogare. Gli utenti, dopo la registrazione possono infatti rivolgere domande al personale esperto che collabora al sito e leggere le risposte alle loro domande (il tempo previsto per la risposta è di massimo tre giorni dalla richiesta).

 

Arpa Marche: on line una nuova sezione del sito

L’Osservatorio di epidemiologia ambientale ha raccolto e organizzato, nel sito web dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale delle Marche (Arpam), le indagini di epidemiologia descrittiva e di Health Impact Assessment (Hia) svolte a partire dal 2002 sui residenti di alcuni Comuni della Regione. La pagina, che riporta la lista dei Comuni esaminati in ordine alfabetico, fornisce le prime informazioni sugli studi: anno di pubblicazione, anni di riferimento e titolo. Cliccando sul link inserito nella casella “Titolo dello studio” si viene indirizzati alla corrispondente pagina tematica. La nuova organizzazione vuole essere un aiuto nella diffusione della conoscenza della distribuzione di alcuni eventi sanitari tra i residenti nella Regione Marche e anche per facilitare il reperimento dei dati sanitari nelle valutazioni d’impatto sulla salute degli interventi ambientali. Per maggiori informazioni visita il sito dell’Arpam.

 

Catalogo delle newsletter, rassegne on line della stampa quotidiana, agenzie stampa sociali

Questa pubblicazione, realizzata dal Comune di Bologna, aggiornato al 2014, e segnala 206 newsletter (tutte gratuite) di area sociale e sanitaria, suddivise per argomento (anziani, dipendenze, disabili, immigrazione, pace e diritti, politiche sociali, salute mentale, sanità, terzo settore). Per maggiori informazioni scarica il “Catalogo delle newsletter, rassegne on line della stampa quotidiana, agenzie stampa sociali” (pdf 978 kb).

 

Catalogo delle riviste italiane sociali e sociosanitarie

Catalogo realizzato nel 2014 dal Comune di Bologna che raccoglie le informazioni su 240 testate, le suddivide per temi e fornisce informazioni sulla presenza di un eventuale archivio on line e sulle modalità di abbonamento (alcune sono a diffusione gratuita). Per maggiori informazioni scarica il “Catalogo delle riviste italiane sociali e sociosanitarie” (pdf 2,6 Mb).

 

Attenzione all’equità delle proposte progettuali

Come orientare alla promozione di equità i progetti di prevenzione? Uno strumento proposto da Giuseppe Costa, Elena Gelormino, Michele Marra (Servizio di Epidemiologia sociale – Asl To3) cerca di sviluppare una specifica attenzione alle differenze esistenti nei profili di salute di diversi sottogruppi di popolazione e “rileggere” nell’ottica della lotta alle disuguaglianze i progetti proposti anche in altre aree e ambiti. Attraverso l’applicazione sistematica di una griglia di domande orientate all’equità, si può leggere e interpretare i vari e possibili effetti sulle disuguaglianze di salute di un determinato progetto. La pubblicazione, elaborata in occasione del progetto Ccm 2004 “Documentazione scientifica e indicatori di equità sociale”, viene qui presentata come un esercizio da applicare al bando Ccm 2012. Scarica il documento completo (pdf 122 kb).

 

Dal Lazio un portale sulle malattie rare

Il sito “Malattie rare Lazio”, a cura della Regione, raccoglie informazioni sulle malattie rare e focalizza l’attenzione sui centri laziali accreditati per la diagnosi e le terapie più adeguate per queste patologie. Nelle sezioni dedicate alla “ricerca”, all’”esenzione” e agli “sportelli Asl” è possibile ottenere informazioni sui centri più indicati per ciascuna malattia rara, sul certificato di malattia rara e sugli sportelli Asl a cui è necessario rivolgersi. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento a cura della redazione di EpiCentro.

 

Il Valgraf, per la valutazione dell’anziano

Un mezzo utile sia nel contesto dei servizi sanitari, sia in quello dei servizi sociali: il Valgraf, messo a punto dal reparto Salute mentale del Cnesps, è uno strumento di valutazione multidimensionale longitudinale dell’anziano, arricchito con item relativi agli aspetti psicologici e sociali, a piccoli test cognitivi e a condizioni particolarmente rilevanti nell’anziano fragile (piaghe da decubito, condizioni dei piedi, stato di idratazione, dolore, uso di psicofarmaci ecc). Leggi la presentazione del Valgraf.

 

Leggi, decreti e direttive comunitarie

Sul sito del ministero della Salute, a partire dal 20 marzo 2007, è on line la nuova sezione “Leggi, decreti e direttive comunitarie”. Qui è possibile reperire le direttive di settore dell’Unione europea a partire dal 1° gennaio 2005, il relativo stato di recepimento nel diritto nazionale, nonché un elenco aggiornato di tutte le procedure d’infrazione attualmente pendenti nel settore sanitario, anche se relative a provvedimenti antecedenti il 2005. Si fornisce così agli operatori e ai cittadini uno strumento utile per agevolare la ricerca e la consultazione delle leggi sanitarie, spesso caratterizzate da una produzione copiosa.

 

Un software per il controllo di qualità del pap test

È stato messo a punto dal Cnesps e dal servizio informatico dell'Istituto superiore di sanità il software “Conquistador” (Continuous Quality Improvement by Statistical Analysis for Diagnostic Objective Report). L'obiettivo è agevolare i controlli di qualità, attraverso due diverse procedure: una destinata ai singoli laboratori, l'altra utile invece per effettuare confronti tra laboratori diversi. Leggi la presentazione del software.

 

Lucidi, slide e powerpoint: istruzioni per l'uso

Sintesi, chiarezza ed essenzialità. Sono le tre caratteristiche che dovrebbero contraddistinguere tutte le diapositive di una presentazione ben fatta. A questo strumento ormai fondamentale anche per gli operatori del settore epidemiologico, EpiCentro questa settimana dedica una guida ragionata.

Questionari d’indagine sui focolai delle malattie trasmesse da alimenti e acqua

I questionari di indagine sono strumenti cruciali durante le attività di sorveglianza di un focolaio epidemico. In particolare per le malattie trasmesse da alimenti ed acqua, che possono coinvolgere più Paesi rapidamente, è importante poter agire in fretta con appositi questionari pensati per raccogliere dati omogenei e poterli così analizzare e scambiare. Nell’ambito del progetto “Toolkit for investigation and response to Food and Waterborne Disease (FWD) Outbreaks with an EU dimension” del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) sono stati prodotti una serie di strumenti a sostegno di questo tipo di indagine e il Tool 5 (strumento 5) di questo pacchetto è stato il primo tentativo di sviluppare dei modelli di questionario. L’Ecdc a marzo 2017 ha proposto un aggiornamento del Tool 5 per agevolare la creazione di questionari per studi descrittivi e analitici durante le indagini sui focolai di FWD a livello locale, regionale, nazionale o internazionale. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata “Tool 5 a - Outbreak investigation questionnaire - Repository of questions” dove è possibile trovare – anche in italiano i documenti dedicati al “Repertorio di domande a fini d’indagine sui focolai” e a “Orientamenti”.

 

Il toolkit HProImmune

Lo scopo del toolkit, messo a punto nell’ambito del progetto europeo HProImmune, è fornire agli operatori sanitari informazioni, strumenti e risorse utili per la promozione della vaccinazione. Il toolkit offre informazioni aggiornate sulle malattie prevenibili da vaccino e altro materiale che può essere utilizzato, in tutte le strutture sanitarie, per programmi di progettazione, sviluppo, valutazione e miglioramento dei programmi di immunizzazione. Per consultare i materiali visita la pagina dedicata.

 

HW4All online collaboration platform

Piattaforma collaborativa online, elaborato nell'ambito del progetto “Personale sanitario per tutti e tutti per il personale sanitario” (Health workers for all) rivolta a tutti gli attori e gli stakeholders per condividere esperienze, opinioni, idee, best practices e proposte sulle tematiche legate al personale sanitario.

 

West Nile virus risk assessment tool

Strumento di supporto alla valutazione del rischio di trasmissione umana del virus West Nile predisposto dall’Ecdc per i Paesi europei. Il documento identifica, sulla base delle informazioni provenienti dai sistemi di sorveglianza, sette livelli di rischio e, per ciascuno, fornisce suggerimenti sulle modalità di sorveglianza e controllo da adottare. Questo tool è disponibile on line e offre, inoltre, una serie di informazioni sul virus West Nile e la descrizione dei sistemi di sorveglianza utilizzati. Per maggiori informazioni leggi la presentazione sul sito Ecdc e il techical report dedicato (pdf 610 kb).

 

Gestire i cambiamenti climatici: un tool dell’Oms Europa

Climate change and health: a tool to estimate health and adaptation costs (pdf 8,5 Mb): un documento dell’Ufficio europeo dell’Oms realizzato a giugno 2013 e pensato per supportare i Paesi della Regione nella gestione degli interventi da adottare per fronteggiare efficacemente i cambiamenti climatici.

 

Dall’Ecdc la comunicazione sull’influenza in un toolkit

L’Ecdc ha realizzato e reso disponibile un nuovo toolkit per la comunicazione sull’influenza stagionale “Seasonal influenza communication toolkit” rivolto sia al personale sanitario, che alle categorie a elevato rischio di sviluppo di complicanze legate all’influenza (soggetti con oltre 65 anni di età e soggetti affetti da malattie croniche come asma, diabete e disturbi cardiaci). Quattro i messaggi chiave: le complicanze dell’influenza possono portare al ricovero e addirittura al decesso del paziente, alcuni gruppi di popolazione sono più a rischio di sviluppare complicanze, la vaccinazione annuale aiuta il personale sanitario a proteggere se stessi e i pazienti, i gruppi a rischio possono proteggersi attraverso la vaccinazione antinfluenzale stagionale. Per maggiori informazioni visita il sito Ecdc, leggi il manuale e scarica le linee guida “Seasonal influenza communication toolkit guidelines” (pdf 1,9 Mb).

 

Uno strumento dall’Europa per la sicurezza di bambini e ragazzi

Il Child Safety Report Card 2012: Europe Summary for 31 countries (pdf 9 Mb) è il terzo strumento predisposto dal progetto Tactics contro i traumi e gli infortuni e per la promozione della sicurezza in età infantile in Europa. L'iniziativa è guidata da l'Alleanza europea per la sicurezza del bambino EuroSafe, con il co-finanziamento e il partenariato della Commissione europea e di 31 Paesi, tra cui l’Italia. Il report 2012 rivede e amplia il set di indicatori d’azione del piano di sicurezza vigente e raccoglie nuovi dati per Paese per il monitoraggio e la valutazione dei progressi in fatto di sicurezza dell’infanzia. Lo strumento si dota di una Child safety report card e di un Child safety profile per ogni Paese partecipante. Le Child safety report cards riassumono le prestazioni e il livello di sicurezza fornito a bambini e adolescenti in ogni Paese partner a luglio 2011 attraverso la valutazione dei dati nazionali sugli infortuni non intenzionali. I Child safety profiles, invece, forniscono un insieme di misure standard dell’impatto complessivo degli infortuni infantili divisi per tipologia (sicurezza di passeggeri, pedoni, motociclisti e ciclisti, prevenzione da annegamento, cadute, bruciature, avvelenamento e soffocamento), le informazioni sui determinanti socio-demografici e la disponibilità e l'accessibilità ad attrezzature sicure per i bambini. I materiali sono disponibili in formato pdf sulla pagina del sito di European Child Safety Alliance.

 

Oms: un toolkit per la corretta gestione delle emergenze sanitarie

Valutare i sistemi sanitari nazionali, la loro capacità di rispondere a situazioni di emergenza e individuare le lacune su cui intervenire: è questo lo scopo principale del documento dell’Oms Europa “Strengthening health-system emergency preparedness. Toolkit for assessing health-system capacity for crisis management”. Il toolkit è composto da due parti, la prima è il manuale utente e la seconda contiene i criteri di valutazione. Si tratta di uno strumento standardizzato, testato a partire dal 2007, che fornisce indicazioni ai ministeri della Salute per registrare e classificare le informazioni sulla capacità gestionale in presenza di situazioni di crisi, definire gli incarichi del personale e le modalità di lavoro migliori per operare in sinergia, individuare eventuali lacune e monitorare i progressi compiuti.

 

Ecdc: toolkit per la gestione dei focolai di malattie trasmesse da acqua e cibo

Dotare gli operatori sanitari europei di strumenti utili per la gestione, nazionale e internazionale, dei focolai di malattie trasmesse da acqua e alimenti. È questo lo scopo del “Toolkit for investigation and response to food and waterborne disease outbreaks with an Eu dimension” dell’Ecdc. Si tratta di un pacchetto operativo caratterizzato da due parti principali: documenti, line guida e testi utili nella conduzione delle indagini sui focolai internazionali e lo sviluppo di un software disponibile dai prossimi anni. Per maggiori informazioni consulta il sito Ecdc e leggi l’approfondimento.

 

Health economic assessment tools (Heat) for walking and for cycling

È possibile associare un valore economico ai benefici sulla salute che derivano dalla “mobilità attiva” (quel tipo di mobilità che vede le persone prendere parte attivamente al proprio spostamento, per esempio camminando o pedalando)? E perché è utile farlo? A questo cerca di rispondere lo strumento Oms Heat (Health economic assessment tools) dedicato al camminare e all'andare in bicicletta. Heat utilizza parametri di base che si possono in parte adattare a situazioni distinte all’interno di un contesto specifico. La domanda a cui risponde è: se x persone camminano o percorrono in bici una distanza y su più giorni, qual è il valore economico prodotto dai miglioramenti osservati nel tasso di mortalità? Il tool è pensato per un’ampia gamma di professionisti, oltre a quelli della sanità, sia a livello nazionale che locale: decisori nel settore dei trasporti, ingegneri del traffico, gruppi di interesse, economisti della salute, esperti di attività fisica e di promozione della salute. Leggi sul sito di Azioni il commento di Sonja Kahlmeier (Università di Zurigo) e scarica il manuale di utilizzo “Health economic assessment tools (Heat) for walking and for cycling. Methodology and user guide. Economic assessment of transport infrastructure and policies” (pdf 2,3 Mb), pubblicato a fine 2011 dall’Oms Europa.

 

Ecdc: una pubblicazione sulla gestione della comunicazione pubblica della salute

Fornire una panoramica sulla gestione dell’immagine pubblica dalle organizzazioni di sanità pubblica coinvolte nel controllo delle malattie infettive e degli studi focalizzati sul comportamento della popolazione adulta sia dal punto di vista del consumatore, sia dal punto di vista del professionista sanitario. Sono i due obiettivi delle pubblicazioni Ecdc “A literature review of trust and reputation management in communicable disease public health” e “Literature review on health information-seeking behaviour on the web: a health consumer and health professional perspective”. I volumi, che rappresentano uno strumento di lavoro rivolto a chi è impegnato nella comunicazione della salute, forniscono lo stato dell’arte sulle difficoltà da superare e forniscono indicazioni utili a migliorare la comunicazione del settore sanitario.

 

Dall’Ecdc una guida sulla valutazione rapida del rischio

Disponibile on line, sul sito degli Ecdc, il documento “Operational guidance on rapid risk assessment methodology” (pdf 1,4 Mb): uno strumento, rivolto agli operatori impegnati nella gestione di eventi di sanità pubblica, che descrive una metodologia di valutazione rapida dei rischi sulla salute nelle fasi iniziali di un evento. La peculiarità di questa guida è la possibilità di applicare il protocollo in numerose situazioni sia a livello nazionale, sia europeo. Come dimostrazione, nel testo vengono analizzati 4 casi studio: un focolaio di antrace in Scozia, un’epidemia di morbillo in Bulgaria, una di listeriosi e una di chikungunya in Italia. Leggi la presentazione sul sito dell’Ecdc e il documento completo “Operational guidance on rapid risk assessment methodology” (pdf 1,4 Mb).

 

Health Equity Assessment Toolkit (Heat)

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) presenta Heat (Health Equity Assessment Toolkit) il nuovo tool dedicato alle disuguaglianze di salute. Heat è infatti un pacchetto software che permette agli operatori sanitari e ai ricercatori di analizzare le disuguaglianze di salute del proprio Paese e compararle con quelle di altre nazioni. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata a Heat e il comunicato stampa sul sito dell’Oms.

 

Color me safe: dai Cdc una guida contro gli incidenti

Avere un piano anti-incendio per la propria abitazione, installare ringhiere per bambini vicino alle scale o sulle finestre dei piani elevati e non conservare a casa farmaci scaduti: sono alcuni dei consigli presenti nel libro “Color me safe”. Il testo, rivolto ai bambini di età compresa tra i 4 e 7 anni, è un’iniziativa dei Cdc per prevenire gli infortuni tra i bambini attraverso una duplice chiave che coinvolge i genitori nel loro ruolo di guida, e i bambini con disegni da colorare.

Nel mondo

 

Nuovi strumenti utili

Un database on line di informazioni epidemiologiche e statistiche, programmi scaricabili gratuitamente e tante altre risorse utili per i professionisti, gli operatori ma anche per il pubblico generico. È quanto propone il sito americano Healtcare Freeware.

 

Sample size calculator: per la scelta di un campione sicuro

La statistica è un mezzo fondamentale per gli operatori del settore epidemiologico. Sample size calculator, un software che permette di determinare il campione da prendere in esame per ottenere risultati attendibili e che calcola con esattezza l'intervallo di confidenza. Leggi la presentazione in italiano.