Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica
a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
alcol
approfondimenti
in Italia
in Europa
nel mondo
alcohol prevention day 2011
alcohol prevention day 2010
alcohol prevention day 2009
alcohol prevention day 2008
alcohol prevention day 2007
granditemi
alcol
20 aprile 2006, Alcohol prevention day

Nel 2005 l’Oms Europa ha lanciato la “Framework for Alcohol Policies in the European Region”. La quinta edizione dell’Alcohol Prevention Day (Apd) si svolge nell’ambito dell’accordo di collaborazione tra il ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità, e nel quadro delle iniziative di comunicazione da svolgere ai sensi della Legge 125/2001.

 

L’Apd è il paradigma attuativo di riferimento di una delle azioni di implementazione della strategia europea delineata nella Framework dell’Oms ed espressamente citata, sulla base dell’esperienza italiana, come “National focus day on alcohol” quale priorità da perseguire nell’ottica della riduzione del rischio alcol-correlato nella popolazione.

 

Obiettivo dell’Apd è diffondere i dati del monitoraggio epidemiologico, le iniziative di prevenzione e promozione della salute sull’indispensabilità della moderazione nei consumi e i modelli del bere che sappiano privilegiare la cultura della sicurezza e della salute.

 

Il workshop è l’occasione per inaugurare il piano di lavoro 2006-2010 del Centro Oms per la ricerca e la promozione della salute sull’alcol, Osservatorio nazionale alcol, per presentare gli orientamenti e le strategie europee (nazionali, regionali e locali), l’analisi dell’esistente e la programmazione sociosanitaria di prossima attuazione, in risposta ai rapidi mutamenti culturali e sociali del bere nei contesti che possono essere oggetto di attenzione e intervento di tutela alla salute.

 

L’incremento registrato nelle patologie e nelle disabilità legate all’alcol e la crescente preoccupazione sui modelli di consumo adottati dai giovani, il valore d’uso attribuito dai giovani al bere, l’attenzione da parte dei decisori politici, delle istituzioni e delle organizzazioni deputate alla salvaguardia della salute sono oggetto di un costante dibattito nello sforzo inter e multidisciplinare volto a promuovere il coinvolgimento della società e dell’individuo, nell’ottica di un rafforzamento della rete di competenze che possono favorire un più elevato livello di protezione e tutela dai rischi alcol-correlati.

 

L’Apd 2006 si delinea quindi come opportunità di analisi e discussione dei contributi dedicati al gruppo più sensibile al rischio alcol-correlato quale quello dei minori, e comunque alla popolazione definibile a maggior rischio di abuso di bevande alcoliche.

 

Guarda le presentazioni della giornata.

 

I dati e la campagna di comunicazione

Il Centro Oms per la ricerca e la promozione della salute su alcol e problematiche alcolcorrelate ha elaborato la base di dati relativa alla rilevazione annuale (2003) dell’indagine nazionale Istat Multiscopo “Stili di vita e condizioni di salute”. L’elaborazione ha preso in esame il periodo 1998-2003. Scarica la sintesi del rapporto “I consumi alcolici in Italia: analisi e proposte” (pdf 165 kb).

 

Un focus particolare è dedicato all’analisi dei consumi e dell’esposizione a un maggior rischio in ambito familiare. A partire dai dati rilevati con l’indagine Multiscopo 2003 sulle famiglie “Aspetti della vita quotidiana”, emerge l’esistenza di una correlazione tra i comportamenti del capofamiglia e quelli del coniuge o dei figli. La forza di questa relazione, inoltre, aumenta al crescere della quantità di alcol assunto. Scarica il rapporto “L’influenza dei comportamenti familiari sul consumo di alcol” (pdf 60 kb).

 

Sulla base dell’esame delle più recenti fonti di dati disponibili, è stata effettuata una rassegna generale sui numeri e la dimensione del problema alcol in Italia.

 

Leggi anche il rapporto Istat su uso e abuso di alcol in Italia nel 2005 (pdf 250 kb).

 

Il ministero della Salute promuove ogni anno una serie di iniziative di comunicazione che, per il 2006, sono oggetto di un accordo di collaborazione con l’Istituto superiore di sanità e partono dalla sensibilizzazione sul problema alcol e guida.

Stampa

Ultimo aggiornamento venerdi 6 giugno 2014
Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
Viale Regina Elena, 299 - 00161 Roma - Tel 0649901
© - Istituto Superiore di Sanità
EpiCentro è parzialmente sostenuto da risorse del CCM - Ministero della Salute

Istituto Superiore di Sanità
Cnesps