Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Alimentazione e salute

Oms Europa: le abitudini alimentari sane e l’attività fisica fra gli adolescenti

Gli adolescenti più poveri hanno una salute peggiore rispetto a quelli più ricchi. Lo riferisce una recente indagine dell’Oms Europa, in collaborazione con la Regione Toscana, la Health Behaviour in School-aged Children (Hbsc), il Collaborating Centre for Health Promotion Capacity Building in Child and Adolescent Health e il Collaborating Centre for Health Promotion and Public Health Development dell’Oms.

 

Data anche una crescita sempre più significativa dell’obesità nei bambini e negli adolescenti nel vecchio continente, il forum 2006 dell’Oms e dell’Hbsc (che si è tenuto il 10 e 11 marzo 2006 a Firenze) si è proposto di esaminare i determinanti socioeconomici delle abitudini alimentari sane e dell’attività fisica fra gli adolescenti. Si tratta del primo di una serie di forum programmati per favorire l’inserimento dei determinanti socioeconomici della salute nelle politiche e negli interventi a livello nazionale per la promozione della salute dei giovani. L’obiettivo è valutare le indicazioni più recenti o emergenti e sintetizzare le lezioni apprese nella progettazione e nell’implementazione delle politiche sanitarie.

 

Il documento, oltre a sintetizzare le principali conclusioni del forum sui problemi e i modi in cui i decisori possono affrontarli, rilancia casi di studio e indagini presentate al forum 2006.

 

Per l’Italia è disponibile lo studio “Health services, schools and local communities

allied in promoting healthy eating habits and regular physical activity”, condotto in Piemonte dalla Asl 21 di Casale Monferrato, in collaborazione con l’Università di Torino. Secondo gli autori, le misure prese a livello locale in termini di educazione e prevenzione hanno contribuito in modo significativo alla riduzione dell’obesità infantile sul territorio.