Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Malattie croniche

Europa: ancora troppo poca l’attività fisica sui luoghi di lavoro

(traduzione e adattamento a cura della redazione di EpiCentro)

 

Nella società attuale, sono sempre di più i lavori di tipo sedentario. Metà di coloro che hanno risposto a un recente sondaggio dell’Unione europea hanno riferito che sul luogo di lavoro l’attività fisica è poca se non del tutto inesistente. Nell’Europa occidentale, almeno due terzi degli adulti non sono sufficientemente attivi dal punto di vista fisico e questo dato è comunque in aumento. L’inattività fisica è causa del 10% delle morti nella Regione europea dell’Oms. Dato che la maggior parte degli adulti spende la metà del proprio tempo nel luogo di lavoro, un modo pratico per aumentare l’attività fisica quotidiana è quello di trovare il modo di praticarla durante l’orario di lavoro oppure nel percorso casa-ufficio.

 

Lo scopo dell’iniziativa “Move for Health Day 2007”, che si celebra ogni anno il 10 maggio, è quello di avere luoghi di lavoro che favoriscano l’attività fisica, e l’ufficio regionale Oms per l’Europa sta sponsorizzando iniziative in tutta la Regione europea. A Helsinki, per esempio, gli impiegati possono trovare 30 tipi di sport differenti, adatti a ogni inclinazione, all’interno di un evento organizzato dalla Finnish Sport for all Association in collaborazione con l’Istituto nazionale di salute pubblica finlandese. L’obiettivo: promuovere spirito di gruppo e motivare le persone a trovare nuovi modi per muoversi e per fare esercizio.

 

I benefici di avere luoghi di lavoro che favoriscono l’esercizio fisico si estendono sia agli impiegati che ai datori di lavoro. L’attività fisica, infatti, migliora l’umore, il rendimento, la produttività, creando un’atmosfera di lavoro migliore e una soddisfazione maggiore verso il lavoro.

 

Marc Danzon, direttore dell’Oms Europa, afferma che una regolare attività fisica aiuta a prevenire molte malattie croniche e che con l’iniziativa “Move for Health Day 2007” l’Oms vuole incoraggiare i datori di lavoro a creare una cultura che sostenga una vita attiva.

Steps to health: a European framework to promote physical activity for health è una nuova pubblicazione dell’Ufficio regionale presentata a Helsinki il 10 maggio 2007: fornisce consigli su politiche di progettazione e di miglioramento e su azioni che promuovono l’attività fisica come parte dell’agenda dei programmi di salute pubblica e di cooperazione interdisciplinare.

 

“Move for Health Day”

L’iniziativa “Move for Health Day 2007” è nata nel maggio 2002 dopo una risoluzione della cinquantacinquesima Assemblea sulla salute mondiale. Si svolge in molti Paesi il 10 maggio di ogni anno, come parte di progetti più ampi volti a promuovere l’attività fisica come elemento essenziale per il benessere e la salute delle persone. La giornata “Move for Health Day 2007” è dedicata a sensibilizzare le persone a creare luoghi di lavoro che favoriscono l’attività fisica.

L’esercizio fisico è una componente importante sia per la salute fisica che mentale. Una regolare attività riduce il rischio di malattie croniche, come quelle cardiovascolari, il diabete e il cancro. Inoltre, l’esercizio fisico abbassa la pressione sanguigna, migliora i livelli di colesterolo legato alle lipoproteine ad alta densità, abbassa i livelli di stress, ansia e depressione. La promozione dell’attività fisica non è solo un problema di salute pubblica ma anche un modo per investire sulle generazioni future, poiché migliora il benessere della comunità.

L’Oms incoraggia gli adulti a fare, ogni giorno, almeno 30 minuti di moderata attività fisica (definita come qualsiasi movimento del corpo che comporta un dispendio di energie). Ciò include anche il semplice camminare, andare in bicicletta, fare i lavori di casa, salire le scale e fare sport. Per i bambini, invece, si raccomandano almeno 60 minuti di attività fisica al giorno.

Consulta il documento “Steps to health: a European framework to promote physical activity for health (pdf 502 kb).