Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Malattie infettive

Archivio 2013

(21 novembre 2013) Dalla Asl di Firenze il nuovo bollettino epidemiologico delle malattie infettive

Come ogni anno sono stati raccolti in un bollettino i dati relativi alle malattie infettive notificate nella Asl 10 Firenze. Oltre all’andamento di queste malattie nel territorio della Asl (e a specifici approfondimenti su alcune di loro), il rapporto contiene il confronto con i dati regionali e nazionali, i riferimenti alle coperture vaccinali, un focus sulle notifiche tra il personale scolastico e alcune note sui focolai epidemici. Della redazione di questo bollettino annuale e di altri report monografici sulle malattie infettive rilevanti (come la tubercolosi e le malattie invasive batteriche) se ne occupano la SS Epidemiologia e la UF Igiene e sanità pubblica della zona Firenze della Asl 10. Per maggiori informazioni scarica il documento “Bollettino epidemiologico delle malattie infettive nella Asl 10 Firenze, anno 2012 e anticipazioni 2013” (pdf 2,4 Mb).

 

(14 novembre 2013) Sindrome respiratoria da coronavirus in Medio Oriente (Mers-CoV)

Il 6 novembre scorso l'Ecdc ha pubblicato il suo ottavo aggiornamento del rapid risk assessmentSevere respiratory disease associated with a novel coronavirus - Centro europeo per la prevenzione ed il controllo delle malattie (Ecdc)” (pdf 371 kb). Il documento riporta informazioni relative a un caso probabile di infezione in una donna di 61 anni, spagnola, che ha soggiornato in Arabia Saudita dal 2 ottobre al 1 novembre 2013 e i cui sintomi sono comparsi il 15 ottobre. Globalmente, all'11 novembre 2013, 153 casi di infezione da Mers-CoV sono stati notificati all’Oms, con 64 decessi. Il 10 novembre 2013, il ministero della Salute italiano ha pubblicato la circolare “Sindrome respiratoria Medio-Orientale da coronavirus – aggiornamento 10 novembre 2013” (pdf 222 kb) che aggiorna il numero di casi e decessi, fornisce indicazioni utili per gli operatori sanitari, e ricorda le raccomandazioni dell’Oms. Per maggiori informazioni visita le pagine dedicate alla Mers-CoV in Italia e nel mondo.

 

(31 ottobre 2013) Sindrome respiratoria da coronavirus in Medio Oriente (Mers-CoV)

Il 29 ottobre, il ministero della Salute ha pubblicato un nuovo documento sui casi di Sindrome respiratoria medio-orientale da coronavirus (Mers-CoV) che aggiorna il numero di casi e decessi, fornisce indicazioni utili per gli operatori sanitari, e ricorda le raccomandazioni dell’Oms. Per maggiori informazioni scarica il documento “Sindrome respiratoria Medio-Orientale da coronavirus – aggiornamento 29 ottobre 2013” (pdf 222 kb).

 

(24 ottobre 2013) Notifiche delle malattie infettive nella Regione Piemonte, dati 2012 (edizione 2013) 

Con 6280 casi, la varicella rappresenta la malattia infettiva maggiormente notificata nel 2012 in Piemonte, seguita dalla scarlattina (1479), dalle salmonellosi non tifoidee (474) e dalla tubercolosi polmonare (259). Sono alcuni dei dati che emergono dal servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive (Seremi) della Asl di Alessandria, pubblicati nel documenti Notifiche delle malattie infettive nella Regione Piemonte, dati 2012 (edizione 2013) (pdf 153 kb). Dai dati disponibili emerge inoltre che la maggioranza dei casi di malaria è stata notificata dalle Asl TO1 e TO2. Per ulteriori informazioni scarica il bollettino completo (pdf 153 kb).

 

(10 ottobre 2013) Sindrome respiratoria da coronavirus in Medio Oriente (Mers CoV)

On line, sul sito del ministero della Salute, un aggiornamento al 4 ottobre sui casi di Sindrome respiratoria medio-orientale da coronavirus (Mers-CoV) che fornisce indicazioni utili per gli operatori sanitari relative ai viaggiatori di rientro dal Medio Oriente e ricorda le raccomandazioni Oms. Per maggiori informazioni scarica il documento “Sindrome respiratoria Medio-Orientale da coronavirus – aggiornamento 4 ottobre 2013” (pdf 148 kb).

 

(3 ottobre 2013) Sindrome respiratoria da coronavirus in Medio Oriente (Mers CoV): il risk assessment dell’Ecdc

Secondo il rapid risk assessment pubblicato dall’Ecdc il 26 settembre 2013, il rischio di importazione nell’Unione europea della sindrome respiratoria da coronavirus in Medio oriente (Mers CoV) continua e potrebbe aumentare come risultato della recente trasmissione in Arabia Saudita e del crescente numero di visitatori che, in ottobre, dall’Europa si recheranno alla Mecca in pellegrinaggio. Infatti ad oggi sono stati unicamente riportati casi che hanno contratto l’infezione in Medio oriente o in cui è stato documentato un legame diretto con casi primari che hanno contratto l’infezione in questa regione. Una stima precisa del rischio di importazione in Europa è tuttavia difficile in quanto la via di trasmissione del virus rimane incerta. Il risk assessment riporta inoltre una serie di raccomandazioni rivolte a coloro che intendono viaggiare in Medio oriente ed in particolare in Arabia saudita. Per maggiori informazioni scarica il documento completo “Ecdc Rapid Risk Assessment update on Mers-CoV, 26 September 2013” (pdf 368 kb).

 

(29 agosto 2013) Da Eurosurveillance due nuove special edition

Nel mese di luglio Eurosurveillance ha pubblicato le due special edition “Emergence of a novel influenza A (H7N9) virus” e “Middle East Respiratory Syndrome Coronavirus (Mers CoV)”. La prima pubblicazione presenta le attuali conoscenze sugli aspetti epidemiologici e virologici relativi al nuovo virus dell’influenza aviaria A(H7N9) che nel 2013 ha causato casi umani di malattia in Cina, mentre la seconda descrive alcuni casi confermati di sindrome respiratoria acuta causata da MERS-CoV verificatisi nel 2012-2013, i test da utilizzare per la conferma di laboratorio dei casi e le implicazioni di sanità pubblica.

 

(25 luglio 2013) Gli eventi della settimana

Questa settimana prima delle vacanze è ricca di aggiornamenti. Si parla di infezione da Salmonella Stanley in Europa (e in particolare in Ungheria), dei casi di malattia meningococcica invasiva causati da un unico ceppo di N. meningitidis sierogruppo C in Germania e del primo caso umano probabile di febbre da West Nile virus in Europa. Sul fronte mediterraneo viene invece approfondita la notizia sull’identificazione del virus Polio Wild Type di tipo 1 (WPV1) in campioni di acque reflue prevalentemente provenienti dal sud di Israele e forniti i dati aggiornati sulle infezioni da Middle East respiratory syndrome coronavirus (Mers-CoV). Grande attenzione viene inoltre data alla situazione sanitaria delle popolazioni colpite dalla crisi siriana, al nuovo caso confermato di infezione umana da virus dell’influenza aviaria A(H7N9) in Cinae alla diffusione dell’influenza aviaria A(H5N1) nell’uomo aggiornati. Per saperne di più leggi il notiziario settimanale.

 

(18 luglio 2013) Gli eventi della settimana

Continua ad aumentare il numero dei casi di epatite A che sta interessando 4 Paesi del nord Europa (Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia) e la diffusione del focolaio di epatite A che sta interessando l’Italia, coinvolgendo anche viaggiatori tedeschi, polacchi e olandesi. Sul fronte sorveglianze prosegue il monitoraggio dei casi umani di febbre da West Nile virus in Europa. Dall'Oms l'aggiornamento dei casi di infezione da Middle East respiratory syndrome coronavirus (Mers-CoV) sulla situazione sanitaria delle popolazioni colpite dalla crisi siriana. Inoltre, in Israele è stato identificato il virus Polio Wild Type di tipo 1 (WPV1) nelle acque di scarico del sud del Paese e l'Ufficio dell'Oms per la Regione del Pacifico occidentale monitora la diffusione dell’influenza aviaria A(H5N1) nell’uomo. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(11 luglio 2013) Gli eventi della settimana

Come ogni settimana la selezione di notizie è ricca. Si parala di malattia meningococcica invasiva, morbillo, epatite A, west Nile virus, infezione da Middle East respiratory syndrome coronavirus (Mers-CoV), situazione sanitaria delle popolazioni colpite dalla crisi siriana, poliomielite, influenza aviaria A(H7N9) e influenza aviaria A(H5N1). Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(4 luglio 2013) Gli eventi della settimana

Tra le segnalazioni della settimana: epatite A tra viaggiatori di rientro dal Nord Italia, sorveglianza stagionale dei casi umani di infezione da West Nile virus in Europa e nuovi casi di West Nile virus in Israele. Dal Giappone un resoconto sul focolaio di rosolia che ha causato circa 10 mila casi da settembre 2012. Infine, i dati aggiornati sulla Mers-CoV e sulla diffusione dell’influenza aviaria A(H5N1) nell’uomo nel sud-est asiatico. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(27 giugno 2013) Gli eventi della settimana

Tra le segnalazioni della settimana ricordiamo: i casi di infezione da virus Hav in 4 Paesi del nord Europa (Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia), il focolaio di epatite A in Italia, l’avvio della sorveglianza stagionale dei casi umani di infezione da West Nile virus in Europa, l’infezione da Middle East respiratory syndrome coronavirus (Mers-CoV), un nuovo cyclovirus chiamato CyC-VN in Vietnam, i casi di infezione umana da virus dell’influenza aviaria A(H7N9) e l’influenza aviaria A(H5N1) nell’uomo. Per maggiori informazioni consulta il notiziario settimanale.

 

(20 giugno 2013) Rapporto sulle malattie infettive nella ex Zona Territoriale 7 di Ancona,2002-2009

Il rapporto analizza le notifiche di malattie infettive per le 5 classi previste dal Decreto Ministeriale del 1990, nel periodo 2002-2009. In particolare, per la Classe 1 vengono presentate le notifiche relative al periodo 2003–2009; per la Classe 2 al periodo 2002–2009; per la Classe 3 al periodo 2002–2010 e per la Classe 4 al periodo 2002–2008. Per la Classe 1 sono stati notificati 9 casi di sospetto tetano e per la Classe 5 risaltano le morsicature di animali in quanto a frequenza di segnalazione. Per quanto riguarda la maggior parte delle e patologie incluse in Classe 2, l’incidenza maggiore si è registrata in età pediatrica (4-14 anni) e, per quelle soggette a vaccinazione, si è assistito a una riduzione dei tassi medi di notifica dall’inizio della campagna di eliminazione di morbillo e rosolia, nel 2003. Rispetto alla tubercolosi (classe 3) si rileva un tasso medio di notifica in lieve ma tendenziale aumento. Relativamente alla Classe 4 si registra una maggiore incidenza di casi di pediculosi su tutte le altre patologie della classe. Dal flusso informativo del Seieva, dedicato alle epatiti virali acute, si conferma la distribuzione delle notifiche con picchi di incidenza nell’età adulta (soprattutto nella fascia d’età 25-64 anni), la prevalenza nel sesso maschile e una forte associazione con i fattori di rischio specifici per tipo di epatite virale. Complessivamente, comunque, si rileva un andamento nel tempo in lenta ma costante diminuzione per l’epatite B e C, mentre per l’epatite A vi è molta variabilità. Per maggiori informazioni scarica il documento “Le malattie infettive nella ex Zona Territoriale 7 di Ancona 2002-2009” (pdf 987 kb).

 

(20 giugno 2013) Gli eventi della settimana

Proseguono le segnalazioni sui focolai di morbillo in Europa: questa settimana le notifiche arrivano da Germania, Paesi Bassi e Italia. Sono inoltre in costante aggiornamento i casi di Middle East respiratory syndrome coronavirus (Mers-CoV) e di infezione umana da virus dell’influenza aviaria A(H7N9). Infine, a seguito della conferma di 6 casi di febbre gialla il 6 giugno 2013, segnaliamo che il ministero della Salute della Repubblica Democratica del Congo ha lanciato una campagna di vaccinazione. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(13 giugno 2013) Gli eventi della settimana

Prosegue la segnalazione dei casi di morbillo in Germania a cui si aggiungono nuovi focolai in alcune Regioni d’Italia. Il Cdtr fornisce, inoltre, un aggiornamento sul focolaio di infezione da virus Hav che sta interessando 4 Paesi del nord Europa (Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia) e, dall’Oms, continua la segnalazione dei casi di Middle East respiratory syndrome coronavirus (Mers-CoV). Il bollettino riporta inoltre le preoccupazioni Oms per l’aumento delle segnalazioni di malattie infettive in Siria e tra profughi siriani in Paesi confinanti del Mediterraneo orientale. Casi di morbillo e leishmaniosi cutanea sono state notificati in Siria e tra profughi siriani in Iraq, Libano, Giordania e Turchia. Tra i profughi sono stati anche segnalati casi di tubercolosi. Il 7 giugno 2013 è stato aggiornato il risk assessment dell’Oms sui casi di infezione umana da virus dell’influenza aviaria A(H7N9). Infine, viene fornito un aggiornamento sulla diffusione dell’influenza aviaria A(H5N1) nell’uomo. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(6 giugno 2013) Sindrome respiratoria da coronavirus in Medio Oriente (Mers CoV)

Sono 3, ad oggi, i casi di sindrome respiratoria da coronavirus in Medio Oriente (Middle East respiratory syndrome coronavirus infection, Mers CoV) segnalati dall’Agenzia regionale di sanità (Ars) della Toscana. Il caso indice è un uomo di 45 anni, ritornato il 25 maggio da un soggiorno in Giordania di 40 giorni. Gli altri due casi, entrambi stretti contatti del primo ed entrambi già sotto sorveglianza sono una bambina di 18 mesi, appartenente alla famiglia dell’uomo e un suo collega di lavoro. Leggi l’approfondimento a cura del reparto di Epidemiologia delle malattie infettive, Cnesps-Iss.

 

(6 giugno 2013) Gli eventi della settimana

Focolai di morbillo in Lituania, Germania e Galles, infezione da virus Hav in 4 Paesi del nord Europa (Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia), nuovi casi di infezione da Middle East respiratory syndrome coronavirus (Mers-CoV) e virus Polio Wild Type di tipo 1 (WPV1) in Israele. Per saperne di più leggi il notiziario settimanale.

 

(30 maggio 2013) Eventi della settimana

Le notizie europee della settimana si focalizzano sull’Epatite A: in turisti di ritorno dal nord Italia, sul il focolaio che sta colpendo Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia e sui turisti di ritorno dall’Egitto. Proseguono inoltre gli aggiornamenti sui focolai di morbillo nel Regno Unito. Da settembre 2012 sono stati notificati all’Oms 49 casi confermati da Middle East respiratory syndrome coronavirus (Mers-CoV). L’Oms ha ricevuto notifiche da Giordania, Qatar, Arabia Saudita ed Emirati Arabi. Casi confermati, provenienti dal Medio Oriente, sono stati riportati anche da Francia, Germania, Tunisia e Regno Unito. Infine, al 29 maggio 2013 sono stati segnalati 132 casi confermati di infezione umana da virus A(H7N9) e sono disponibili i dati sulla diffusione dell’influenza aviaria A(H5N1) nell’uomo aggiornati al 24 maggio 2013: 15 Paesi hanno segnalato 629 casi e 374 decessi. Per approfondire leggi il notiziario settimanale.

 

(23 maggio 2013) Gli eventi della settimana

Si parla di Epatite A in Europa, infezione da nuovo coronavirus in nord Africa, infezioni da A(H5N1) nella Regione del Pacifico occidentale e un’epidemia da virus Polio Wild Type di tipo 1 (WPV1) nel corno d’Africa. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale e gli aggiornamenti sulle infezioni da nuovo coronavirus e A(H7N9).

 

(16 maggio 2013) La comunicazione in caso di epidemia: il progetto Tell Me

Elaborare strategie nuove, ed efficaci, che permettano di affrontare le incertezze e le sfide della comunicazione del rischio durante un’epidemia grazie all’interazione tra sanità pubblica, scienze sociali, scienze umane, scienze politiche, diritto, etica, comunicazione e media: è questo ciò che si propone il progetto Tell Me, cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del VII Programma Quadro e portato avanti da numerosi partner internazionali e italiani, tra cui il Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto superiore di sanità. Tell Me (Transparent communication in Epidemics: Learning Lessons from experience, delivering effective Messages, providing Evidence) è, infatti, un progetto collaborativo della durata di 36 mesi nato nel 2012 per sviluppare nuovi modelli di comunicazione efficace delle autorità sanitarie e gli operatori in caso di epidemie di malattie infettive (soprattutto in caso di pandemia influenzale) verso i media e la popolazione. Leggi l’approfondimento.

 

(16 maggio 2013) Gli eventi della settimana

Un nuovo caso di infezione da nuovo coronavirus in Francia, aggiornamenti sui casi di infezione da virus dell’epatite A in Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia, sui focolai di morbillo presenti in Europa e infezione da virus dell’epatite A in 15 Paesi Ue/Eea tra viaggiatori di ritorno dall’Egitto. Nel resto del mondo prosegue la segnalazione dei casi di infezione da virus A(H7N9) segnalati in Cina e Taipei e sulla trasmissione dell’influenza aviaria nella Regione Oms del Pacifico occidentale. È inoltre in corso un’indagine epidemiologica in Somalia a seguito della identificazione di un caso di infezione da virus della Polio Wild Type di tipo 1 (WPV1). Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(9 maggio 2013) Lombardia: il report delle malattie infettive nel 2012

Nel 2012, in Lombardia, sono state notificate soprattutto malattie esantematiche infantili (in particolare varicella e scarlattina) e patologie gastrointestinali tra le quali le salmonellosi non tifoidee (16 per 100.000 abitanti) e le diarree infettive (61 per 100.000 abitanti). Tra le patologie rilevanti in termini di gravità clinica, le malattie invasive meningococciche si attestano a 32 casi nel 2012 e le malattie invasive pneumococciche a 288 casi. Sono questi alcuni degli aspetti evidenziati nel report 2012 della Regione Lombardia “Sorveglianza delle malattie infettive in Lombardia” (pdf 988 kb) in cui è vi inoltre un approfondimento sul tema della listeriosi. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 988 kb).

 

(9 maggio 2013) Gli eventi della settimana

Una sintesi dei principali eventi registrati nei Paesi europei, mediterranei e nel mondo. Leggi il notiziario al 9 maggio 2013.

 

(2 maggio 2013) Sorveglianze speciali delle malattie infettive: i dati 2011 del Veneto

In Veneto, i dati aggiornati all’anno 2011 confermano il trend decrescente del numero di nuove infezioni e dei relativi tassi di incidenza, per le principali malattie infettive quali: Hiv, Aids, tubercolosi ed epatiti virali acute. Nel corso del 2011 sono stati 230 circa le nuove infezione da Hiv nella Regione Veneto e sono stati diagnosticati 37 nuovi casi di Aids. Come noto, la Tbc sembra riguardare maggiormente gli stranieri rispetto agli italiani, con un tasso di notifica rispettivamente di oltre 47 e di 3,5 casi ogni 100.000 residenti). Il tasso di incidenza per le epatiti virali acute è sceso a 2,4 ogni 100.000 residenti. Sono queste sono alcune delle informazioni fornite dal sistema di sorveglianza delle malattie infettive della Regione Veneto, costituito da una serie di flussi informativi interconnessi tra loro il cui livello di approfondimento è diverso a seconda delle caratteristiche della malattia, delle informazioni necessarie e del tipo di programmi di controllo che vengono condotti. Il volume “Sorveglianze speciali delle malattie infettive. Dati 2011” (pdf 5,3 Mb), pubblicato ad aprile 2013 dalla Regione Veneto, raccoglie l’analisi dei dati regionali (convalidati al 2011) che emergono dai flussi delle sorveglianze delle malattie infettive. La particolarità di questa edizione è l’aver dato maggior spazio alle malattie trasmesse da vettori (Chikungunya, Dengue e West Nile) e, in particolare, all’attività di sorveglianza delle febbri estive condotta nel corso dell’estate 2012.

 

(2 maggio 2013) Gli eventi della settimana

Dall’Europa nuovi casi di morbillo e diffusione dell’infezione da virus dell’epatite A tra viaggiatori di ritorno dall’Egitto. Dal resto del mondo gli aggiornamenti sui casi di infezione da virus dell’influenza aviaria A(H7N9) in Cina e diffusione dell’influenza aviaria A(H5N1) nella Regione Oms del Pacifico occidentale. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(24 aprile 2013) Gli eventi della settimana

Proseguono le segnalazioni sul focolaio di epatite A che si è sviluppato in nord Europa e sui focolai di morbillo attualmente presenti nel nord-est dell’Inghilterra, in Galles e a Berlino. Le notizie dal mondo sono invece focalizzate sull’infezione umana da virus A(H7N9) in Cina. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(18 aprile 2013) Gli eventi della settimana

Numerosi casi di Epatite A e focolai di morbillo caratterizzano le notizie dal nord Europa mentre, dalla Cina continuano ad arrivare nuovi casi di infezione umana da virus A(H7N9). Bangladesh, Cambogia e Giappone segnalano invece nuovi casi di influenza aviaria A(H5N1) e dagli Stati Uniti arriva il primo caso dell’anno di infezione da virus West Nile. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(18 aprile 2013) Infezione umana da virus dell’influenza aviaria A(H7N9)

Dal 31 marzo 2013, sono stati riportati numerosi casi umani di infezione da virus dell’influenza aviaria A(H7N9) in diverse province della Cina orientale. Dai primi tre casi umani è stato isolato un nuovo virus di tipo A(H7N9) che deriva da un riassortimento virale di virus di origine aviaria. Il punto sulla situazione, a cura di Silvia Declich, Flavia Riccardo e Antonino Bella - Reparto di Epidemiologia delle Malattie Infettive del Cnesps.

 

(11 aprile 2013) Gli eventi della settimana

Dall’Europa l’aggiornamento sull’andamento dell’influenza e un focus sui focolai di morbillo in Inghilterra e Galles. Le notizie del mondo sono invece circoscritte all’aumento dei casi di infezione umana da virus A(H7N9): all’10 aprile sono stati confermati in laboratorio 28 casi. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(4 aprile 2013) Gli eventi della settimana

Morbillo in Danimarca e andamento della stagione influenzale le due notizie dall’Europa. Dal continente africano le segnalazioni di Egitto (influenza A(H5N1) in allevamenti domestici di pollame e un nuovo caso umano) e Kenya (un focolaio di febbre dengue nel sud del Paese). Sono infine in costante aumento i casi confermati di infezione umana da virus A(H7N9) in Cina, segnalati dall’Ufficio della Regione del Pacifico orientale (Wpro) dell’Oms. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(28 marzo 2013) Gli eventi della settimana

I dati sull’andamento dell’influenza in Europa sono affiancati dalla notizia di due nuovi focolai epidemici di rosolia in Polonia e di un nuovo caso di rabbia, verificatosi in un gatto domestico, nella regione di Tessaglia in Grecia. Dal mondo un nuovo caso umano di infezione da nuovo coronavirus e i dati sulla diffusione dell’influenza aviaria A(H5N1) nell’uomo. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(21 marzo 2013) Gli eventi della settimana

Oltre gli aggiornamenti sull’andamento dell’attività influenzale in Europa, un nuovo caso umano di antrace a Glasgow (Scozia), un caso di febbre dengue in un turista svedese di ritorno dall’isola di Madeira (Portogallo) e, dalla Serbia, la segnalazione di aflatossine M1 in campioni di latte provenienti dalla distribuzione locale. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(21 marzo 2013) Malattie infettive in Europa: il rapporto annuale dell’Ecdc (2012)

Giunto alla sesta edizione, l’Annual Epidemiological Report 2012 (pdf 9,5 Mb), pubblicato dall’Ecdc a marzo 2013, rappresenta uno strumento importante per decisori, operatori sanitari, epidemiologi e ricercatori, poiché fornisce una panoramica sulla sorveglianza di oltre 50 malattie infettive attualmente a notifica obbligatoria nell’Ue. Il documento presenta sia i dati del 2010 raccolti attraverso la sorveglianza Tessy in 27 Stati Ue e 3 Paesi Eea/Efta, sia l’analisi delle minacce di salute individuate nel 2011 attraverso l’attività routinaria di epidemic intelligence dell’Ecdc. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 9,5 Mb) e leggi l’approfondimento.

 

(14 marzo 2013) Gli eventi della settimana

Dall’Health Protection Agency (Hpa) la segnalazione di un nuovo caso umano di antrace a Suffolk (Inghilterra) e un aggiornamento epidemiologico sul focolaio di morbillo nel Nord-Est dell’Inghilterra. Sono stati inoltre confermati nove casi di morbillo a Stoccolma e 5 a Uppsala (Svezia). Dall’Arabia Saudita la conferma di un ulteriore caso umano di infezione da nuovo coronavirus. Sono alcune delle notizie contenute nel notiziario settimanale.

 

(14 marzo 2013) Abruzzo: le notifiche di malattie infettive tra il 2008 e il 2011

Tra il 2008 e il 2011, i Sevizi igiene, epidemiologia e sanità pubblica abruzzesi hanno ricevuto 7566 segnalazioni di malattie infettive, di cui 7239 tra residenti. La malattie più frequentemente notificate nelle varie classi sono tetano (5 casi, classe I), varicella e salmonellosi (rispettivamente 4311 e 305 in classe II). Tra le malattie prevenibili con vaccino in classe II sono stati notificati, tra i residenti, 91 casi di morbillo e 165 casi di rosolia. Da segnalare anche i 189 casi di Tubercolosi tra i residenti (classe III), 90 focolai epidemici (di cui 4 di dermatofitosi, 18 di tossinfezioni alimentari, 48 di pediculosi e 20 di scabbia) per la classe IV e 1246 notifiche dei residenti per “gastroenteriti” (232) e casi di mononucleosi infettiva (284) per la classe V. Per maggiori informazioni scarica il rapporto “Analisi delle notifiche delle malattie infettive nella Regione Abruzzo negli anni 2008-2011” (pdf 996 kb), pubblicato a marzo 2013.

 

(7 marzo 2013) Gli eventi della settimana

Dal Regno Unito due casi di infezione da hantavirus, due focolai di morbillo in Svezia e l’aggiornamento sull’andamento dell’influenza in Europa. Continua inoltre la diffusione del nuovo coronavirus, con un nuovo caso in Arabia Saudita, e dell’influenza aviaria A(H5N1) nel Sud-Est asiatico. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(28 febbraio 2013) Gli eventi della settimana

Infezione da nuovo coronavirus nel Regno Unito e Arabia Saudita, influenza stagionale in Europa e influenza aviaria A(H5N1) nel Sud-Est asiatico sono i problemi sanitari affrontati nel notiziario settimanale.

 

(21 febbraio 2013) Malattie infettive e accesso alle vaccinazioni tra i migranti

La maggior parte di coloro che giungono in Italia è in buona salute. Questo è stato dimostrato anche dopo l’analisi dello stato di salute di persone giunte nell’ambito di flussi di immigrazione eccezionali, come quello verificatosi nel 2011 a seguito della crisi del Mediterraneo. Il cosiddetto “effetto migrante sano” è conosciuto da tempo e, secondo una delle teorie più accreditate, dipende dal fatto che solo i soggetti più forti e sani tendono a optare per il difficile percorso migratorio, auto-selezionandosi quindi già nei Paesi di origine. Ciononostante, condizioni di vita caratterizzate da povertà e degrado e uno scarso accesso ai servizi clinici e di prevenzione possono favorire l’insorgenza e lo sviluppo di patologie. Questo aspetto è particolarmente rilevante per le malattie infettive, patologie che si diffondono più facilmente in condizioni di scarsa igiene e sovraffollamento. Se si considera che la prevenzione gioca un ruolo fondamentale nell’evitare l’insorgenza e la diffusione di malattie infettive nella popolazione, e che sono disponibili per molte di queste patologie terapie mirate risolutive, è evidente che combattere le diseguaglianze di accesso ai servizi sanitari e intervenire sui determinanti sociali della salute è particolarmente rilevante dal punto di vista della sanità pubblica. Leggi l’approfondimento all’interno delle nuove pagine di EpiCentro dedicate a “Migranti e salute”.

 

(21 febbraio 2013) Gli eventi della settimana

Questa settimana si parla del quarto caso di sindrome respiratoria acuta causata da nuovo coronavirus (NCoV) nel Regno Unito, epidemia di dengue a Madeira (Portogallo) e in un turista di ritorno dall’isola, e di influenza aviaria A(H5N1) in Cambogia e Cina. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(14 febbraio 2013) Gli eventi della settimana

La segnalazione del picco epidemico delle sindromi influenzali, tre nuovi casi di febbre dengue tra turisti finlandesi di ritorno dalla Regione autonoma di Madeira (Portogallo) e l’identificazione dell’undicesimo caso umano di sindrome respiratoria acuta causata da nuovo coronavirus (NCoV) nel mondo. Sono alcuni degli argomenti trattati nel notiziario settimanale.

 

(7 febbraio 2013) Gli eventi della settimana

Morbillo nel nord-est del Regno Unito, curva epidemica dell’influenza e influenza A(H5N1) in Cambogia e Hong Kong tra le notizie del notiziario settimanale.

 

(31 gennaio 2013) Gli eventi della settimana

Tre i focus di questa settimana: andamento dell’influenza in Europa, ritrovamento di poliovirus selvaggio in campioni di acque di scarico al Cairo (Egitto) e influenza A(H5N1) in allevamenti domestici di pollame in Nepal. Per maggiori informazioni leggi il notiziario settimanale.

 

(24 gennaio 2013) Consorzio Celeste: un partenariato Hpa-Cnesps

Al consorzio “Celeste” (Case studies, Exercises, LEarning, Surveys and Training across Europe), guidato dall’Health protection agency (Hpa), è stato assegnato un Multiple Framework Contract europeo (con una disponibilità massima di 6 milioni di euro) per facilitare la formazione dei Paesi europei sulle disposizioni contenute nella proposta di decisione del parlamento europeo e del consiglio relativa alle gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero (pdf 267 kb). Al Framework partecipa come partner anche il Cnesps dell’Iss con il reparto di Epidemiologia delle malattie infettive. Il partenariato del Cnesps è stato richiesto dall’Hpa (che ha coinvolto anche altri due centri di ricerca svedesi) anche per l’esperienza maturata nell’ambito del Network EpiSouth.

 

(24 gennaio 2013) Asl Biella: epidemiologia delle malattie infettive anno 2011

Nella Asl di Biella, durante il 2011, sono pervenute 782 notifiche di malattie infettive. La varicella, dopo l’epidemia del 2008, ha mostrato nel 2011, un tasso di incidenza in aumento rispetto all’anno precedente colpendo 209,1 persone ogni 100 mila abitanti, con un’elevata incidenza nella fascia di età 3-5 anni. Nel 2011 non sono state effettuate segnalazioni di casi di rosolia e, per la prima volta nella storia della Asl di Biella, di pertosse. Nel corso dell’anno sono invece stati notificati 10 casi di morbillo, di cui 9 in residenti della Asl. Sono alcuni dei dati presenti nel “Decimo bollettino epidemiologico delle malattie infettive anno 2011 e riepilogo 1995-2010” (pdf 1,4 Mb).

 

(24 gennaio 2013) Gli eventi della settimana

L’aumento dei casi di attività influenza in 19 dei 26 Paesi europei, un caso di rabbia in un esemplare di volpe rossa in Slovacchia e le raccomandazioni sanitarie per le persone in viaggio verso Cuba, Haiti e Repubblica Domenicana: sono alcuni tra gli eventi di questa settimana segnalati nel notiziario del 24 gennaio.

 

(17 gennaio 2013) Gli eventi della settimana

Dall’Europa i dati aggiornati sui casi di febbre dengue nella Regione autonoma di Madeira (Portogallo) e l’andamento dell’attività influenzale in Italia e nei Paesi nord-occidentali dell’Unione europea. La Who Paho fornisce una panoramica sui casi di colera a Cuba, in particolare nel municipio di Cerro e altre municipalità dell’Avana. Per maggiori informazioni vai al notiziario del 17 gennaio.

 

(10 gennaio 2013) Gli eventi della settimana

Una sintesi dei principali eventi registrati nei Paesi europei, mediterranei e nel mondo. Leggi il notiziario al 1 gennaio 2013.