Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Infezioni sessualmente trasmesse

Documentazione

Nelle Regioni

 

La sorveglianza delle gravidanze in Umbria: analisi dei certificati di assistenza al parto e delle interruzioni volontarie di gravidanza – 2014

Rapporto pubblicato a luglio 2016 dalla Regione Umbria, in collaborazione con l’Università degli studi di Perugia. Per approfondire consulta il documento completo “La sorveglianza delle gravidanze in Umbria: analisi dei certificati di assistenza al parto e delle interruzioni volontarie di gravidanza – 2014” (pdf 10 Mb).

 

Infezioni sessualmente trasmesse in Piemonte. Rapporto 2013 edizione 2015 (pdf 1,2 Mb)

Il rapporto, realizzato dal Servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza la prevenzione e il controllo delle malattie infettive della Asl di Alessandria, è stato pubblicato a maggio 2015 e analizza l’epidemiologia delle Infezioni sessualmente trasmesse (Ist) tra la popolazione che accede ai Centri Ist del Piemonte.

 

Le infezioni sessualmente trasmesse in Piemonte: i dati del 2013 (pdf 2 Mb)

Rapporto realizzato dal Servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza la prevenzione e il controllo delle malattie infettive della Asl di Alessandria, che analizza l’epidemiologia delle Ist tra la popolazione residente in Piemonte.

 

Andamento della campagna vaccinale contro l’Hpv nella Asl di Napoli (pdf 18 kb)

Il documento presenta i dati di copertura per la vaccinazione anti Hpv raccolti nella Asl Napoli 1 Centro (che comprende la città di Napoli e Portici), aggiornati al 31 dicembre 2011, per la coorte di ragazze nate nel 1997, che rappresenta la prima coorte di dodicenni a cui è stata rivolta l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione nel corso dell’anno 2008 e per le coortinate nel 1998 e 1999.

 

In queste pagine di EpiCentro vengono presentate le informazioni relative alle Ist, escludendo l’infezione da Hiv, per la quale è disponibile un’ampia sezione dedicata.