Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Salute materno-infantile

Formazione a distanza: online un corso sui disordini ipertensivi in gravidanza

7 settembre 2017 - È online, sulla piattaforma Goal, la seconda edizione del corso di formazione a distanza (Fad) realizzato dall’Iss su “I disordini ipertensivi in gravidanza”. Il corso è gratuito, eroga 12 crediti Ecm ed è stato realizzato nell’ambito delle attività di aggiornamento professionale coordinate dal sistema di sorveglianza ostetrica Itoss (Italian Obstetric Surveillance System) grazie al sostegno economico della Federazione nazionale collegi ostetriche (Fnco).

 

L’argomento del corso

Il sistema di sorveglianza Itoss, a cui da quest’anno partecipano dieci Regioni italiane che coprono il 77% dei nati (Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia), è una fonte molto ricca di informazioni che consente di identificare le criticità assistenziali e organizzative in ambito ostetrico meritevoli di attenzione e suscettibili di miglioramento. Nell’ambito delle condizioni cliniche studiate da Itoss, i referenti del Sistema di sorveglianza della mortalità e grave morbosità materna Iss-Regioni hanno scelto come argomento del corso i disordini ipertensivi della gravidanza, identificati dal linkage retrospettivo di flussi sanitari quale seconda causa di morte materna nelle Regioni partecipanti negli anni 2006-2012.

 

Organizzazione del corso

I materiali didattici evidence based sono riassunti in un dossier informativo da scaricare e studiare prima di cimentarsi con i 5 casi clinici, reali o verosimili, che si sviluppano con domande di tipo decisionale a risposta multipla, finalizzate a valutare la capacità di applicare nella pratica quotidiana le nozioni acquisite. Il corso richiede circa 8 ore per essere completato e la verifica dell’apprendimento consiste in alcune domande a risposta multipla (il livello minimo di risposte esatte richiesto è pari al 75%, come previsto dal regolamento Ecm).

 

Ogni partecipante riceverà un feedback relativo al proprio livello di apprendimento e, una volta completato tutto l’iter formativo, potrà scaricare l’attestato Ecm direttamente dal proprio computer.

 

Destinatari

Il corso è rivolto principalmente ai ginecologi, agli anestesisti e alle ostetriche che rappresentano i professionisti chiamati ad assistere le donne in gravidanza e al parto anche in caso di condizioni di emergenza ostetrica. La partecipazione è comunque aperta a tutti i medici. Frequentare il corso è facile: è sufficiente registrarsi sulla Piattaforma Goal cliccando la scritta “registrati” posta in alto a destra della testata.