Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Salute materno-infantile

Iniziative e progetti

Nel mondo

 

International Women’s Day2016: verso una strategia per la salute delle donne

Nonostante nella Regione europea dell’Oms oltre la metà della popolazione sia costituita da donne, sussistono tuttora grandi disuguaglianze nell’accesso ai servizi sanitari, soprattutto per le donne che vivono in zone rurali, quelle provenienti da gruppi minoritari o tra le donne migranti, rifugiate o richiedenti asilo. Per questo motivo l’Oms Europa sta lavorando a una nuova Strategia per la salute delle donne che verrà presentata durante la 66ma sessione del Comitato regionale per l’Europa a settembre 2016. La strategia si concentra sui determinanti di salute nelle donne (dal rafforzamento della governance per la salute e il benessere delle donne, all’eliminazione di valori e pratiche discriminatorie), ma si propone anche di affrontare l'impatto dei determinanti di genere, sociali, economici, culturali e ambientali e migliorare il lavoro del sistema sanitario per la salute e il benessere femminile. Un’iniziativa importante rilanciata dall’Oms Europa in occasione della Giornata internazionale della donna (8 marzo) che, per l’edizione 2016 lancia il tema “Pianeta 50-50 entro il 2030: un passo avanti verso l’uguaglianza di genere” (Planet 50-50 by 2030: Step It Up for Gender Equality). Per approfondire consulta: il comunicato stampa dell’Oms Europa “Towards a European strategy for women’s health”, la pagina dedicata all’International Women’s Day sul sito dell’Oms, e quella sul sito delle Nazioni Unite.

 

Global Strategy for Women’s, Children’s and Adolescents’ Health

Strategia globale sulla salute di donne, bambini e adolescenti, lanciata per la prima volta dalle Nazioni Unite (Onu) nel 2010 e fortemente supportata dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). La Strategy, rinnovata a febbraio 2015, mira ad essere una vera e propria roadmap per la prevenzione di tutte le morti evitabili di donne, bambini e adolescenti e per il miglioramento della loro salute e benessere, allineandosi con i nuovi “2015-2030 Sustainable Development Goals (SDGs)” (obiettivi di sviluppo sostenibile), lanciati nel 2012 durante la conferenza Onu Rio+20 e pronti ad essere adottati ufficialmente nella 48sima Assemblea Generale Onu, prevista per il prossimo settembre a New York (Usa). Leggi l’approfondimento.

 

World No Tobacco Day 2013: abolire pubblicità, promozione e sponsorizzazione dei prodotti del tabacco

Eliminare la pubblicità, la promozione e la sponsorizzazione dei prodotti del tabacco è il tema dell’edizione 2013 del World No Tobacco Day. È ormai provato, infatti, che abolendo qualsiasi forma di pubblicitaria di questi prodotti si contiene sia l’iniziazione al fumo sia il mantenimento dell’abitudine. Su EpiCentro uno speciale dedicato con riflessioni, dati, approfondimenti. Leggi in particolare: “L’abitudine al fumo in gravidanza e nel puerperio”, a cura di Laura Lauria, reparto Salute della donna e dell'età evolutiva, Cnesps-Iss.

 

Settimana mondiale dell’allattamento al seno 2011

Angela Giusti sottolinea l’importanza della Midwifery Care nel sostegno all’allattamento materno, richiamando la Settimana mondiale dell’allattamento al seno (1-7 agosto 2011). Leggi il commento di Angela Giusti.

 

Giornata mondiale della salute 2005

L’obiettivo della Giornata mondiale della salute, celebrato annualmente a partire dal 1950, è incrementare la consapevolezza mondiale su uno specifico argomento di sanità, allo scopo di fare luce su un’area prioritaria di interesse per l’Oms. Il tema del 2005 è la salute materno-infantile. Occorre lavorare ancora molto per modificare la realtà odierna: ogni anno, infatti, mezzo milione di donne muoiono durante la gravidanza e il parto, e quasi 11 milioni di bambini non superano i 5 anni di vita. In occasione della Giornata mondiale della salute, l’Oms pubblica il World Health Report 2005, dedicato quest’anno alla salute materno-infantile. Leggi il comunicato (tradotto da EpiCentro) e consulta l’intero rapporto. Consulta anche l’articolo pubblicato su Lancet il 26 marzo 2005 (versione originale) sulle cause di morte nell’infanzia, sintetizzato e tradotto in italiano dalla redazione di EpiCentro.