Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Salute materno-infantile

I ricoveri pediatrici nel Lazio, 2004

Domenico Di Lallo, Angela Spinelli e Arianna Polo – Agenzia sanitaria regionale, Lazio

 

Il rapporto, pubblicato dall’Agenzia sanitaria regionale del Lazio a luglio 2006, rappresenta un primo sforzo per fornire agli operatori impegnati nel settore alcune informazioni affidabili e aggiornate sui ricoveri in età pediatrica nel Lazio, sulla base dei dati raccolti dai flussi informativi regionali. Sebbene il ricovero rappresenti solo una parte dell’assistenza pediatrica, disporre di queste informazioni è certamente un presupposto indispensabile per la valutazione dell’offerta e della domanda e per individuare alcune delle aree dove è più necessario un impegno di ricerca epidemiologica e di interventi di programmazione sanitaria.

 

La realtà dei servizi pediatrici ospedalieri del Lazio è molto articolata per le sue differenti tipologie e diffusa su tutto il territorio. Accanto ai reparti di pediatria generale, è ben rappresentata l’offerta di reparti chirurgici così come quella di reparti di elevata specialità. Questa realtà in continua evoluzione necessita però di un intervento di valutazione e programmazione finalizzato alla realizzazione di un processo dinamico di accreditamento, basato su una rigorosa definizione delle prestazioni considerate efficaci e appropriate in ambito ospedaliero e della definizione dei fabbisogni.

 

Nel periodo 1996-2004 si osserva una diminuzione del tasso di ospedalizzazione in regime ordinario e un aumento del ricorso al day hospital. La mobilità intra-regionale è abbastanza limitata e spesso dovuta a motivi di vicinanza o, per l’alta specialità, dall’offerta presente solo in alcune strutture.

 

Gli indici di occupazione sono nel complesso alti, ma esiste una notevole variabilità tra istituti. Inoltre, osservando le diagnosi principali e i Drg più frequenti, si nota ancora la presenza molto elevata di cause di ricovero ad alto rischio di inappropriatezza e per le quali forse si sarebbe potuto evitare il ricovero.

 

L’augurio è che questo insieme di dati possa contribuire, attraverso una discussione tra gli operatori, al miglioramento continuo dell’appropriatezza e della qualità dell’assistenza per i bambini ricoverati nella Regione Lazio.