Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Salute mentale

Archivio 2012

(25 ottobre 2012) Autismo: i materiali del convegno di giugno 2012

Disponibili on line i materiali sul convegno “Il contributo dell’epidemiologia allo studio dei disturbi dello spettro autistico” (15 giugno 2012) realizzato per presentare e discutere i risultati del progetto “Un approccio epidemiologico ai disturbi dello spettro autistico”, affidato all’Iss nell’ambito del programma strategico sulla salute mentale dell’infanzia e dell’adolescenza recentemente conclusosi. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento a cura di Angelo Picardi, Ilaria Lega, Emanuele Tarolla, Isabella Cascavilla, Debora Del Re, Antonella Gigantesco (reparto di Salute mentale, Cnesps-Iss).

 

(18 ottobre 2012) World Mental Health Day 2012

“Depressione: una crisi globale” è lo slogan scelto per l’edizione 2012 del World Mental Health Day (10 ottobre 2012) con l’obiettivo di stimolare la discussione, aumentare la consapevolezza e promuovere la prevenzione. Infatti, a vent’anni di distanza dalla sua istituzione (10 ottobre 1992), questa Giornata rimane un momento importante di promozione di queste tematiche a livello mondiale. Leggi l’approfondimento redazionale e i contributi: “Sintomi depressivi nella popolazione adulta italiana: i dati Passi 2008-2011” a cura di Antonella Gigantesco (reparto Salute mentale), Maria Masocco e Staff centrale Passi, Direzione Cnesps-Iss; “La salute mentale e l’isolamento sociale delle persone oltre i 64 anni di età” a cura di Alberto Perra e Benedetta Contoli - Direzione Cnesps-Iss; “Lo stato di salute mentale degli anziani in un mondo che invecchia” a cura di Emanuele Scafato e Lucia Galluzzo - reparto Salute della popolazione e suoi determinanti, Cnesps-Iss; “Il trattamento farmacologico della depressione: alla ricerca dell’appropriatezza” a cura del reparto di Farmacoepidemiologia, Cnesps-Iss.

 

(6 settembre 2012) Giornata mondiale per la prevenzione dei suicidi

In media, sono quasi 3000 le persone che ogni giorno, nel mondo, si tolgono la vita e, per ognuno di loro circa 20 sono quelle tentano il suicidio. Per portare all’attenzione dell’opinione pubblica globale su questo difficile tema di sanità pubblica e promuovere strategie di prevenzione, l’International Association for Suicide Prevention (Iasp) in collaborazione con l’Oms, il 10 settembre celebra il World Suicide Prevention Day. Come emerge dallo slogan “Suicide Prevention across the Globe: Strengthening protective Factors and Instilling Hope”, l’edizione 2012 è incentrata sull’importanza rivestita dal rafforzamento dei fattori protettivi più che sull’eliminazione o la riduzione dei fattori di rischio. ll Cnesps dell’Iss lavora da tempo sul tema della salute mentale e sul monitoraggio dei dati di mortalità per suicidio nel nostro Paese. In occasione del World Suicide Prevention Day, EpiCentro propone due approfondimenti che affrontano questo argomento da diversi punti di vista. Leggi: Il suicidio. Considerazioni in un’ottica di prevenzione a cura di Antonella Gigantesco (reparto Salute mentale, Cnesps-Iss) e Mortalità per suicidio: i dati italiani a cura di Monica Vichi (Ufficio di Statistica, Cnesps-Iss).

 

(5 aprile 2012) Giornata mondiale dell’autismo

Istituita per la prima volta nel 2008, la Giornata mondiale dell’autismo, viene celebrata in tutto il mondo ogni 2 aprile. In occasione dell’evento l’Iss ha pubblicato un Primo Piano dedicato ai primi risultati ottenuti dal progetto finanziato dal ministero della Salute nell'ambito del bando Giovani Ricercatori, nato per identificare precocemente i disturbi dello spettro autistico nei bambini. Sul sito del Sistema nazionale linee guida (Snlg) dell’Iss è inoltre disponibile la linee guida “Il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti” e la versione per il pubblico “Autismo: quale trattamento per bambini e adolescenti” (pdf 290 kb). Per maggiori informazioni visita il sito dell’Onu, leggi il Primo Piano dell’Iss e consulta il sito del Snlg.

 

(7 marzo 2012) Benessere e salute mentale in Trentino

Con il 74% di giudizi positivi sul proprio stato di salute la popolazione residente in Trentino, rivela una percezione dello stato di salute tra le migliori in Italia. Tuttavia il 5% degli intervistati accusa sintomi che definiscono lo stato di depressione, con un’incidenza maggiore tra le donne, le persone con difficoltà economiche, quelle senza lavoro regolare e tra chi soffre di malattie croniche. Un disagio che nel 40% dei casi non viene comunicato. Sono alcuni dei dati presenti nel rapporto 2012 “Benessere e salute mentale in Trentino” (pdf 3,5 Mb) che analizza i risultati emersi dal sistema di sorveglianza Passi, dall’archivio delle schede di dimissione ospedaliera (Sdo), dal Registro di mortalità, dalla Relazione sullo stato del Servizio sanitario provinciale e dai dati Istat. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 3,5 Mb).