Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Tumori

Archivio 2009

(10 dicembre 2009) I tumori nelle Province di Parma, Reggio Emilia e Modena. Anno 2007

Nel primo rapporto collaborativo tra i Registri tumori delle Province di Parma, Reggio Emilia e Modena, sono presentati i dati di incidenza, mortalità e sopravvivenza relativi alle popolazioni residenti nelle aree di competenza dei tre rispettivi Registri. Nel corso del 2007, sono oltre 12 mila le persone si sono ammalate di tumore. Le neoplasie più frequenti tra gli uomini sono quelle della prostata (20%), del polmone (15,1%), del colon-retto (14,4%) e della vescica (10,1%), mentre quelle più diffuse tra le donne sono quelle della mammella (28,9%), del colon-retto (12,5%), del polmone (6,3%) e della tiroide (5,8%). Leggi l'approfondimento.

 

(3 dicembre 2009) Rapporto Airtum 2009: i trend dei tumori in Italia (dati 1998-2005)

La mortalità per tutti i tumori, nel periodo 1998-2005, mostra una riduzione statisticamente significativa in entrambi i sessi: una nuova pubblicazione dell’Associazione italiana registri tumori (Airtum) aggiorna al periodo 1998-2005 i dati sull’andamento dell’incidenza e della mortalità per patologia tumorale in Italia. Lo studio si basa sui dati raccolti da 20 Registri tumori di popolazione generali e di 2 Registri specializzati della rete Airtum che copre il 32% della popolazione residente nel Paese. Sono stati analizzati oltre 800 mila casi incidenti e oltre 340 mila decessi, nel periodo 1998-2005. La pubblicazione offre anche specifici approfondimenti riguardano i trend di lungo periodo (1986-2005), i trend per fasce d’età e i confronti internazionali. Leggi l'approfondimento.

 

(3 settembre 2009) I tumori in Friuli Venezia Giulia, 1995-2005

Il rapporto “I tumori in Friuli Venezia Giulia. Dati di incidenza, sopravvivenza e prevalenza: 1995-2005”, pubblicato dall’Agenzia regionale della sanità e dall’Irccs Centro riferimento oncologico di Aviano, illustra i principali risultati della registrazione sistematica delle diagnosi di tumori maligni in Friuli Venezia Giulia, dal 1995 (inizio dell’attività su base regionale) al 2005. Vengono presentati: i tassi di incidenza per l’ultimo biennio di registrazione, 2004-2005, l’andamento temporale dei tassi di incidenza per il periodo 1995-2005, la sopravvivenza a 1, 3 e 5 anni dopo la diagnosi di tumore, la stima della prevalenza delle persone viventi con tumore. Leggi l’approfondimento.

 

(28 maggio 2009) Sopravvivenza in Europa: pubblicati i dati 2009 di Eurocare-4

La sopravvivenza dei pazienti oncologici continua a migliorare, come anche la probabilità di guarigione dalla malattia. Lo confermano i dati aggiornati dello studio Eurocare-4 che ha messo a confronto i dati sulla sopravvivenza di pazienti diagnosticati al 2002 e raccolti da 93 registri tumori distribuiti in 23 Paesi Europei. I risultati dello studio, pubblicati a marzo 2009 in una monografia dello European Journal of Cancer, includono confronti geografici e temporali della sopravvivenza nei pazienti adulti e, per la prima volta, stime della quota di pazienti guariti dalla malattia, ovvero dei lungo-sopravviventi che non sono più a rischio di morire per il cancro a causa di recidive o metastasi. Leggi il commento di Riccardo Capocaccia e Roberta De Angelis (Cnesps-Iss).

 

(28 maggio 2009) Incidenza e mortalità, 2003-2005: i nuovi dati Airtum

I casi di tumore diagnosticati ogni anno nel nostro Paese aumentano principalmente perché la popolazione invecchia e, in parte, per effetto della diagnosi precoce. La mortalità per tumore diminuisce, anche se l’invecchiamento della popolazione nasconde il fenomeno. Il rischio si va uniformando nel Paese nonostante rimangono alcune differenze geografiche. Sono i dati principali del documento Airtum che aggiorna al 2005 i dati sull’incidenza e sulla mortalità per patologia tumorale in Italia. Leggi l’approfondimento.

 

(5 febbraio 2009) Giornata mondiale contro il cancro 2009

La Giornata mondiale contro il cancro si inserisce all’interno della campagna quinquennale “Today’s children, tomorrow’s world” e, per il 2009, è dedicata alla lotta all’obesità e alla promozione dell’attività fisica tra i bambini. Si calcola che circa un quarto dei casi di tumori infantili sia provocato da un eccesso di peso e che, ogni anno, ben 3-4 milioni di tumori potrebbero essere evitati seguendo una dieta corretta e praticando regolarmente attività fisica. Per questo l’Unione internazionale contro il cancro (Uicc), insieme ad altri partner tra cui l’Oms, in occasione della giornata mondiale, intende concentrare gli sforzi sulla sensibilizzazione di bambini e genitori. Leggi l’approfondimento.