Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Tumori

Archivio 2011

(19 gennaio 2011) I numeri del cancro in Italia 2011: il rapporto Airtum

Con una media di sette casi di tumore maligno diagnosticati annualmente ogni mille uomini e circa 5,5 casi registrati tra le donne, si stima che nel 2011 le diagnosi totali siano state complessivamente 360 mila. In particolare, con quasi 50 mila nuove diagnosi stimate, il tumore colorettale risulta essere il più frequente, seguito da quello alla mammella (45 mila nuovi casi annui, di cui il 99% riscontrati nel sesso femminile). Sono alcuni dei dati che emergono dal rapporto Airtum “I numeri del cancro in Italia 2011” (pdf 1,2 Mb), pubblicato a dicembre 2011. Dai dati disponibili emerge inoltre che i decessi causati dai tumori nel 2011 sono stati 174 mila (di cui 98 mila nel sesso maschile e 76 mila nel sesso femminile). Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 1,2 Mb), visita il sito Airtum .

 

(17 novembre 2011) Pubblicato il Rapporto Airtum 2011

I dati sulla sopravvivenza dei malati oncologici a 5 anni dall’insorgenza della patologia mostrano buoni valori per alcune sedi tumorali come tiroide (94%), mammella della donna (87%), prostata (89%), cervice uterina (61%) e colon retto (58%), e valori inferiori al 50% per leucemie (43%), stomaco (29%), fegato (14%) e polmone (13%). Sono alcuni dei valori presenti nel Rapporto Airtum 2011, dedicato alla sopravvivenza oncologica, realizzato attraverso un’indagine sulle informazioni relative a oltre 1.490.000 casi di tumore diagnosticati tra il 1990 e il 2007 e registrati dai 31 Registri afferenti alla rete Airtum, che copre il 38% della popolazione residente nel Paese. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento e scarica il rapporto completo.

 

(3 febbraio 2011) Giornata mondiale contro il cancro 2011

Dati dell’Oms indicano che nel decennio 2005-2015 i tumori saranno causa di morte per 84 milioni di persone ma che l’avvio delle politiche di prevenzione, l’allargamento dei programmi di screening tra la popolazione e l’incremento della qualità dei trattamenti terapeutici possono ridurre di un terzo sia l’incidenza dei tumori sia la loro mortalità. Per questo motivo, la Giornata mondiale contro il cancro 2011 si incentra sull’implementazione della Dichiarazione mondiale contro il cancro e sulla necessità di indurre i governi a modificare le proprie politiche sanitarie al fine di ridurre il peso globale di questa malattia. Leggi l’approfondimento.