Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Tumori

Atlante della mortalitÓ per tumori nella Regione Sicilia e in Italia, 1999-2001

L’atlante, pubblicato ad aprile 2006 da Centro di riferimento oncologico di Aviano, Lilt e UniversitÓ di Catania, prende in esame la distribuzione della mortalitÓ per tumore nelle nove province della Sicilia (Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani) e nelle cinque principali aree italiane (Nord-ovest, Nord-est, Centro, Sud e Isole) nel periodo 1999-2001. I dati relativi alla mortalitÓ e alla popolazione sono stati ricavati dalle pubblicazioni periodiche dell’Istat.

 

Sono state studiate le principali cause di morte tumorale assieme ad alcune cause di morte non tumorali. Il pattern di mortalitÓ Ŕ stato analizzato mediante specifici indicatori che permettono un confronto tra aree geografiche. Tutti i dati sono rappresentati mediante un’unica veste grafica costituita da tabelle e mappe. Per rendere pi¨ agevole la lettura del volume, a ogni causa di morte Ŕ associato un commento generale sulla sua distribuzione, sui suoi fattori di rischio pi¨ importanti e sulle pratiche diagnostiche e terapeutiche che possono spiegare il fenomeno e fare ridurre la diversa mortalitÓ tra aree.

 

Globalmente, si nota una grande variabilitÓ nella mortalitÓ per tumori sia tra le cinque aree italiane che tra le province della Sicilia. In particolare in Italia, si osserva un gradiente Nord-Sud nei tassi di mortalitÓ per vari tumori, con tassi pi¨ alti a Nord.

 

I tumori che mostrano una minore mortalitÓ in Sicilia rispetto all’Italia sono il tumore al polmone, alla mammella, all’intestino, allo stomaco, alla prostata, al fegato, al rene, all’ovaio, al cavo orale e alla faringe, all’esofago, alla pelle, alla pleura, al laringe, al pancreas, i linfomi non-Hodgkin e il mieloma multiplo. Tuttavia, la Sicilia mostra una mortalitÓ elevata per il tumore all’utero e, limitatamente alla provincia di Catania, per il tumore alla mammella. Infine, la mortalitÓ tumorale tende a essere sempre pi¨ elevata nelle province di Catania e di Palermo rispetto alle altre sette province dell’isola.

 

La mortalitÓ per tumori Ŕ dovuta principalmente ad alcune neoplasie: il tumore al polmone, mammella, intestino, prostata e cervice. I pattern osservati sono associati a fattori di rischio ben noti e anche largamente prevenibili. Il fumo causa il tumore al polmone e tutta una serie di altri tumori, diete sbilanciate sono associate al tumore allo stomaco e all’intestino. Il fumo e l’alcol, soprattutto assieme, sono responsabili dell’eccesso di tumori al cavo orale, esofago, laringe e fegato. Va notato che il controllo del consumo di alcool Ŕ una prioritÓ per la prevenzione dei tumori ma anche di diverse malattie non tumorali.

 

In Sicilia, il tumore al fegato Ŕ anche associato a un’elevata prevalenza di epatiti B e C. Inoltre, alcune morti per tumori vanno attribuite a una mancata adozione di programmi efficaci di screening, principalmente alla cervice e alla mammella. Il trattamento dei tumori, in particolare la chemioterapia adiuvante, hanno aumentato la sopravvivenza del tumore alla mammella, ai testicoli, del linfoma di Hodgkin e delle leucemie e migliorato la prognosi dei tumori all’intestino e dell’ovaio.

 

Si pu˛ affermare che l’ulteriore applicazione delle conoscenze attuali nel campo della prevenzione, diagnosi e trattamento pu˛ ridurre in modo importante i tassi di mortalitÓ per tumori.