Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Vaccini e vaccinazioni

Settimana mondiale ed europea delle vaccinazioni 2016

Revisione a cura del reparto di Epidemiologia delle malattie infettive, Cnesps-iss

 

21 aprile 2016 – L’edizione 2016 della World Immunization Week (24-30 aprile) rappresenta la prosecuzione ideale di quella del 2015, riconfermando l’obiettivo di garantire a tutti, e in ogni età, la possibilità di proteggersi dalle malattie grazie alle vaccinazioni.

 

Al secondo anno dall’attivazione del Global Vaccine Action Plan i dati parlano chiaro: nel mondo le vaccinazioni evitano ogni anno 2-3 milioni di decessi per malattie infettive, ma si potrebbe fare molto di più per centrare l’obiettivo dichiarato (“Close the immunization gap”) di “colmare il divario nelle immunizazzioni”. Questo macrobiettivo si compone di 6 obiettivi specifici, insistentemente e chiaramente ricordati nei materiali divulgativi predisposti dall’Oms:

  • vaccinazione contro difterite, tetano, pertosse: garantire il ciclo completo di 3 dosi ai 18,7 milioni di bambini in 65 Paesi ancora esclusi dai programmi vaccinali e raggiungendo in questo modo la copertura del 90%
  • ridurre la mortalità per morbillo (vaccinare con una dose il 15% dei bambini non ancora immunizzati)
  • eliminare la rosolia (la metà di tutti i bambini nel mondo al momento non riceve il vaccino contro la rosolia)
  • eliminare il tetano materno e neonatale nei 21 Paesi che non hanno ancora raggiunto questo obiettivo
  • eradicare la poliomielite nei 2 Paesi dove la malattia è ancora endemica
  • introdurre vaccini nuovi o sottoutilizzati in almeno 90 Paesi a reddito medio-basso.

Per approfondire

In Europa

Per l’undicesimo anno consecutivo la Regione europea dell’Oms si allinea alla ricorrenza mondiale con la European Immunization Week (Eiw). Il tema del 2016 è l’eliminazione di morbillo e rosolia, un traguardo che mai prima d’ora era stato così prossimo, come efficacemente riportato nell’infografica “Status of measles and rubella elimination in the Who European Region (2016)”. 

 

È evidente, ormai, che l’adesione consapevole alle vaccinazioni è uno degli strumenti per contrastare la diffusione delle malattie infettive. In questa prospettiva l’Unione europea ha avviato il progetto Asset che in questo momento ha in evidenza sul sito un articolo sull’efficacia delle vaccinazioni obbligatorie “The efficacy of mandatory vaccinations. An Asset analysis”. Lo studio in questione non ha trovato nessuna evidenza di un’associazione tra obbligatorietà delle vaccinazioni e tassi di vaccinazione infantile nei Paesi europei.

 

In Italia

In occasione della Settimana, il network TeamVax Italia ha elaborato la “Carta italiana per la promozione delle vaccinazioni”, un vero e proprio strumento di advocacy utile a tutti coloro che desiderano impegnarsi per sostenere e diffondere l’importanza dei programmi vaccinali. Per approfondire leggi la presentazione di Daniel Fiacchini (Asur Marche, Area vasta 2).

 

Per approfondire

Leggi su EpiCentro

Per aiutare gli operatori e i cittadini ad avere maggiori informazioni sull’andamento delle coperture vaccinali, EpiCentro pubblica in forma grafica i dati italiani di copertura vaccinale (per anno e per Regione) sulla base dei dati del ministero della Salute e quelli mondiali (per il 2013) sulla base dei dati Oms/Unicef.

 

Consulta le pagine per:

In occasione della settimana delle vaccinazioni EpiCentro pubblica la riflessione di Donato Greco (Ecdc) “Ancora 15 anni per un mondo polio free” e quella di Antonietta Filia (Cnesps-Iss) “I progressi verso l’eliminazione di morbillo e rosolia nella Regione Europea dell’Oms”.