Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Sanità veterinaria

Macellazione a domicilio: migliorare la qualità

Francesco Lovaria - direttore Area di sanità pubblica veterinaria A.S.S. n. 2 “Isontina”, Friuli Venezia Giulia

Secondo gli indirizzi contenuti nelle “Linee guida per la prevenzione sanitaria e per lo svolgimento delle attività del Dipartimento di prevenzione” (approvate dalla Conferenza Stato-Regioni nella seduta del 25 luglio 2002), il Dipartimento di prevenzione dell’Azienda per i servizi sanitari n.2 “Isontina” del Friuli Venezia Giulia ha attivato un processo di valutazione delle proprie attività e relative procedure applicative, come strumento di revisione, semplificazione o eliminazione delle medesime.

In particolare l’Area di sanità pubblica veterinaria del Dipartimento di prevenzione ha sottoposto a valutazione la procedura sanitaria della macellazione a domicilio per il consumo privato familiare delle carni, mediante il sistema di analisi del rischio.

La revisione della procedura tiene conto dell’esigenza di migliorare, a parità di efficacia, il livello di efficienza di questa specifica attività preventiva di sanità pubblica veterinaria, tenuto conto dell’attuale favorevole profilo epidemiologico delle malattie infettive della specie suina, anche a carattere zoonosico, compresa la trichinellosi.

In buona sostanza, si tratta di un percorso culturale e comportamentale fortemente innovativo indirizzato verso un miglioramento della qualità delle carni macellate e dei prodotti alimentari da esse derivati, utilizzando al meglio le risorse disponibili, in modo da superare la vetusta precedente organizzazione operativa.

La proposta di revisione della procedura è particolarmente attuale in questo momento in cui è fatto carico alle Regioni di intervenire sul tema dell’appropriatezza delle prestazioni erogabili, perseguendo un percorso di miglioramento della qualità che coinvolga i diversi attori interessati al fine di garantire uniformità di contenuti e di interventi.

Consulta lo studio.