Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Calabria

Documetazione

Segnalazione di ulteriori casi di avvelenamento di tipo falloideo nella Regione Calabria. La raccolta amatoriale di funghi quale fonte di potenziale rischio 

Articolo che affronta il tema dell’avvelenamento falloideo (da ingestione di funghi della specie Amanita phalloides e simili), focalizzando l’attenzione sulla potenziale pericolosità del consumo di funghi in un contesto di sicurezza degli alimenti e prendendo spunto dai 2 episodi di avvelenamento verificatisi nella Provincia di Cosenza nell’ottobre 2013 (che hanno coinvolto in totale 6 individui) e dal caso letale registrato nella Provincia di Vibo Valentia a marzo 2014. All’origine di tutti gli episodi, il consumo di funghi raccolti dalle stesse persone e consumati successivamente in ambito familiare. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 739 kb).

 

Attività specialistica ambulatoriale anno 2014 - Asp Reggio Calabria

Questa relazione, predisposta dall’Asp di Reggio Calabria, mira a fornire informazioni sulle prestazioni erogate in ambito provinciale dalle strutture pubbliche e private accreditate, ed evidenziare l’importanza del sistema di controllo di qualità avviato sui flussi di riferimento. Leggi il documento completo “Attività specialistica ambulatoriale anno 2014” (pdf 1,4 Mb) e la presentazione (pdf 176 kb) a cura di Filomena Zappia (Osservatorio epidemiologico Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria).

 

Attività specialistica ambulatoriale 2012 

Pubblicata dall’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria a maggio 2014, questa relazione è relativa all'attività specialistica ambulatoriale del 2012 effettuata dalle strutture pubbliche e private accreditate in Provincia. La relazione, oltre dare il dettaglio sulle prestazioni erogate all'utenza, mette in evidenza l'attivazione e l'importanza di una procedura di controllo orientata a costruire un archivio di buona qualità perché permette di eliminare una notevole quantità di errori (ricette doppie, esami non corrispondenti ai codici di esenzione, codici di Asl o Asp errate o codici Istat e tariffe errate) che avrebbero alterato le informazioni relative a produzione, costi, mobilità attiva e passiva. Scarica il documento completo (pdf 2 Mb) e i documenti “Resoconto analitico attività specialistica ambulatoriale erogata nelle strutture pubbliche anno 2012” (pdf 3,3 Mb) e “Resoconto analitico per strutture 2012” (pdf 5,6 Mb).

 

Attività specialistica ambulatoriale 2011 

Pubblicata dall’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria a maggio 2014, questa relazione è relativa all'attività specialistica ambulatoriale del 2011 effettuata dalle strutture pubbliche e private accreditate in Provincia. La relazione, oltre dare il dettaglio sulle prestazioni erogate all'utenza, mette in evidenza l'attivazione e l'importanza di una procedura di controllo orientata a costruire un archivio di buona qualità perché permette di eliminare una notevole quantità di errori (ricette doppie, esami non corrispondenti ai codici di esenzione, codici di Asl o Asp errate o codici Istat e tariffe errate) che avrebbero alterato le informazioni relative a produzione, costi, mobilità attiva e passiva. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 3,6 Mb).

 

Calabria: si potenzia la rete epidemiologica regionale

Professionalità e lavoro d’equipe: sono le due parole chiave del progetto biennale “Costituzione e sperimentazione di una rete epidemiologica regionale, basata sulle unità operative di epidemiologia aziendali, per la sorveglianza della salute della popolazione e la realizzazione degli interventi di prevenzione e il monitoraggio dei risultati” realizzato dalla Regione Calabria in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità e l’Università degli studi di Tor Vergata per formare 30 operatori delle Aziende sanitarie provinciali calabresi e del dipartimento regionale di Tutela della salute al fine di creare i nodi di una rete in grado di realizzare l’osservatorio epidemiologico regionale e potenziare i servizi di epidemiologia delle Aziende sanitarie provinciali. Per saperne di più leggi il commento di Rubens Curia (dipartimento Tutela alla salute e politiche sanitarie) pubblicato ad aprile 2013.

 

Calabria: prima conferenza regionale della prevenzione

Si è svolta a Lamezia Terme, il 29-30 novembre 2012, la I Conferenza regionale su “Prevenzione, tutela della salute e medicina d’iniziativa”, promossa dal Dipartimento Tutela della salute e politiche sanitarie - Settore Area Lea – della Regione Calabria. L’obiettivo: promuovere un momento di comunicazione istituzionale, di socializzazione e di discussione sugli obbiettivi di salute del Piano regionale della prevenzione (Prp) e sulle strategie adottate relativamente all’intersettorialità dei progetti e al coinvolgimento degli stakeholder. Particolare rilevanza ha avuto la sessione parallela “Dalle sorveglianze alle azioni” dedicata allo stato di avanzamento delle sorveglianze di popolazione all’interno della Regione. La riflessione di Marina La Rocca (Asp Catanzaro, Dipartimento di Prevenzione, Sian Lamezia Terme).

 

Asl Locri: relazione sanitaria 2004-2005

Un documento completo sullo stato di salute della Asl di Locri, ricco di dati e informazioni sulle caratteristiche della popolazione, sull’assistenza, l’attività ospedaliera e ambulatoriale, la spesa farmaceutica e molto altro ancora. Scarica la relazione completa (pdf 5,43 Mb) e quella sulle attività delle singole unità operative (pdf 2 Mb).

 

Asl Locri: relazione sanitaria 2001

Un documento corposo e completo sullo stato di salute della Asl, a cura dell’Osservatorio Epidemiologico, ricco di dati e informazioni sulle caratteristiche della popolazione, sull’assistenza e l’attività ospedaliera e tanto altro ancora. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 5,7 Mb).


 

trova dati