Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Tumori

I tumori negli adolescenti e nei giovani adulti. Rapporto 1998-2002

Sono quasi 16 mila i giovani fra i 15 e i 39 anni che si ammalano di tumore ogni anno in Italia, 6.500 uomini (64 casi per 100 mila residenti) e 9.400 donne (94,5 per 100 mila). Fra le giovani donne, il tumore di gran lunga più diffuso è quello della mammella (oltre il 25% dei nuovi casi diagnosticati ogni anno), mentre fra gli uomini quello del testicolo.

 

I dati, relativi agli anni 1998-2002, sono riportati nel volume “I tumori negli adolescenti e nei giovani adulti: i dati epidemiologici recenti come base per le prospettive future”. Il documento rappresenta un aggiornamento delle precedenti pubblicazioni del 2001 e del 2006 ed è stato presentato a Roma l’8 maggio 2008 nel corso del convegno “Quale futuro per i tumori negli adolescenti e nei giovani adulti”, organizzato da Iss, Istat e Associazione per la lotta ai tumori nell’età giovanile (Alteg).

 

A distanza di cinque anni dalla diagnosi di tumore maligno, sopravvive il 77% dei giovani (71% degli uomini e 80% delle donne). Questi dati sono migliori rispetto ai valori medi dell’Europa (69% per gli uomini, 77% per le donne). Un altro aspetto positivo è il calo della mortalità: nel periodo 1990-2002 i tassi di mortalità standardizzati nella classe di età 15-39 anni si sono ridotti del 29% nei maschi e del 26% nelle femmine, una riduzione significativamente più elevata di quella osservata dopo i 40 anni (-18% negli uomini e -12% nelle donne).


TOP