Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Convegni nazionali

Venezia, 21-22 giugno 2012

Città della salute

 

Un momento di incontro e confronto tra i professionisti di sanità pubblica, pianificatori e operatori di altri ambiti per far conoscere i progetti e le attività di prevenzione e promozione della salute in corso su tutto il territorio nazionale. Tra le numerose iniziative previste dall’evento in programma il 21 e il 22 giugno 2012 al campus di San Giobbe dell’Università Ca’ Foscari di Venezia “Le sfide della promozione della salute: dalla sorveglianza agli interventi sul territorio”, una serie di momenti sociali e comunicativi e l’allestimento di uno spazio espositivo offrono l’opportunità ai partecipanti di raccontarsi, dialogare e confrontarsi in maniera più informale, al di là delle occasioni istituzionali già previste dall’incontro scientifico.

 

I due momenti (agorà e mostra), riuniti sotto il titolo di “Città della salute”, sono concepiti come due facce di un’unica iniziativa volta ad ampliare la rappresentazione dei tanti soggetti pubblici e privati, sanitari e non, impegnati nelle sfide di prevenzione e promozione della salute e che condividono la visione della salute come “valore in tutte le politiche” (health in all policies). La salute è infatti un valore da cui non si può prescindere anche quando si compiono scelte in ambiti diversi da quello sanitario come nell’urbanistica, nell’istruzione, nei trasporti, nell’industria o nelle politiche agricole.

 

Un programma integrato

L’agorà è uno spazio fisico ricavato all’interno del campus di San Giobbe, che prevede un calendario di appuntamenti parallelo e autonomo rispetto a quello dell’intera manifestazione. Grazie a un palinsesto e una regia unica, gli eventi comunicativi dell’agorà sono comunque collegati e coordinati con tutti gli altri incontri del programma della manifestazione: laboratori, riunioni, attività presso gli stand, iniziative cittadine e degli sponsor. Leggi il programma dei laboratori e dei confronti dell'agorà.

 

La mostra, con i suoi spazi espositivi, costituisce a sua volta una tessera importante del mosaico della comunicazione costruita intorno alla manifestazione. L’allestimento riguarda le esperienze più promettenti e interessanti per la prevenzione e la promozione della salute, costruito grazie alla collaborazione dei soggetti che condividono lo spirito e gli obiettivi del programma Guadagnare Salute e il suo motto: “rendere facili le scelte salutari”. Le strutture e gli stand sono distribuiti all’interno del campus di San Giobbe dell’Università Ca’ Foscari di Venezia lungo un percorso che consente di presentare, valorizzare e condividere secondo un approccio partecipativo le esperienze più significative ed efficaci realizzate per promuovere stili di vita sani. Leggi l’elenco degli espositori che partecipano alla mostra di Città della salute.

 

Il supporto della comunicazione

Come a Napoli, anche questa seconda edizione di Città della salute è dotata di un forte supporto comunicativo: oltre alla progettazione e all’allestimento degli spazi espositivi della mostra, infatti, sono a disposizione dei partecipanti una serie di servizi dedicati alla comunicazione, a cominciare dall’organizzazione e dalla realizzazione degli eventi in programma nell’agorà. Non solo: Città della salute mette a disposizione degli espositori una serie di strumenti dedicati: scheda di presentazione degli stand e delle iniziative (da pubblicare sul sito e sul catalogo dell’evento), riprese video, copertura sui social network e spazi informali di incontro dove potersi riunire in piccoli gruppi di lavoro.

 

L’agorà: uno spazio per la visibilità

La seconda parte del titolo dell’evento di Venezia (“Dalla sorveglianza agli interventi sul territorio”) significa anche, nei fatti, una pluralità di persone, progetti, iniziative e attività che già oggi si svolgono nel nostro Paese. L’agorà di Venezia, così come è stata quella di Napoli, è quindi in primo luogo uno spazio pensato per dare la possibilità alle persone coinvolte nella sfida della prevenzione e della promozione della salute di raccontare e condividere quello che stanno facendo.

 

L’agorà: uno spazio per incontrarsi

Non è scontato che le tante figure che partecipano alle attività di prevenzione e promozione della salute si conoscano. L’agorà offre quindi l’occasione ai tanti e diversi portatori di interesse di presentarsi e approfondire insieme i punti di contatto per lavorare insieme e convergere così sugli stessi obiettivi.

 

L’agorà: uno spazio per confrontarsi

Costruire alleanze significa avere l’opportunità per rappresentare le proprie logiche, i propri valori e i propri punti di vista. E partire da questi per immaginare come esaltare i punti di contatto, ma anche le diversità, per dare vita a percorsi condivisi su obiettivi comuni. Si tratta di vere e proprie “sfide di dialogo” del mondo della salute con altri ambiti come la programmazione urbana, la scuola, i trasporti, l’industria o l’agricoltura.