Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Alcol

Aspetti epidemiologici

Nel mondo

 

11 dicembre 2014 - Come riportato dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel rapporto “Global status report on alcohol and health 2014” (pdf 7,2 Mb), in media ogni persona nel mondo (di età maggiore ai 15 anni) consuma ogni anno 6,2 litri di alcol puro. Tuttavia, poiché è solo il 38,3% della popolazione globale a bere alcolici, di fatto coloro che bevono davvero consumano una media di 17 litri di alcol puro annualmente.

 

I differenti livelli di consumo tra Regioni e Paesi sono dovuti alla presenza di numerosi fattori (sociodemografici, livelli di astensione della popolazione, sviluppo economico, cultura, tipi di bevande preferite). Ad esempio, solo il 5,4% della popolazione nella Regione Oms del Mediterraneo orientale ha consumato alcol negli ultimi 12 mesi mentre, al contrario, i consumi alcolici tra la popolazione della Regione europea sono oltre un quarto (25,7%) del totale mondiale.

 

Esistono inoltre marcate differenze geografiche per quanto riguarda il tipo di bevande consumate. Globalmente, il 50,1% dell’alcol viene consumato sotto forma di superalcolici, che rappresentano anche il tipo di bevanda più consumata nella Regione Oms del Sud-Est asiatico e del Pacifico occidentale. Il secondo tipo di bevanda più consumata è la birra, che rappresenta il 34,8% di tutte le bevande alcoliche consumate nel mondo. Solo l’8% dell’alcol viene invece consumato sotto forma di vino. Tuttavia, il consumo di questa bevanda rappresenta un quarto del consumo totale nella Regione europea (25,7%) e un nono del consumo totale nella Regione Oms delle Americhe (11,7%).

 

Trend 2005-2010

Il confronto dei dati con quelli pubblicati nel precedente report “Global status report on alcohol and health 2011” (che analizza i dati del 2005), mostra che il consumo globale, pro capite (popolazione sopra i 15 anni) è leggermente aumentato. In particolare sono aumentati i consumi nelle Regioni Oms del Sud-Est asiatico e del Pacifico occidentale e sono diminuiti nelle Regioni Africana, delle Americhe ed Europea.

 

Mortalità alcol correlata

Nel 2012, nel mondo, il consumo di alcol è stato responsabile di circa 3,3 milioni di decessi ogni anno (5,9%), con percentuali più alte tra gli uomini rispetto alle donne (7,6% vs 4%). La mortalità più elevata è stata riscontrata per patologie cardiovascolari, incidenti, malattie gastrointestinali (soprattutto cirrosi epatica) e tumori.

 

La maggiore incidenza di decessi alcol-attribuibili è stata rilevata nella Regione europea dell'Oms mentre la minore incidenza è stata registrata nelle Regioni Oms del Mediterraneo Orientale e dell'Africa.