Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

alcol

Archivio 2008

(9 ottobre 2008) Oms: un’audizione pubblica per ridurre il consumo dannoso di alcol

Nel mondo, ogni anno più di 2 milioni di persone muoiono per problemi correlati all’alcol. Durante l’Assemblea mondiale di maggio 2008, l’Oms ha ricevuto mandato dagli Stati membri di sviluppare una strategia globale sul consumo a rischio di alcol. L’Oms ha così avviato sul web un’audizione pubblica (aperta fino al 15 novembre 2008), finalizzata ad acquisire opinioni su possibili approcci integrati che possono ridurre il consumo dannoso di alcol. Leggi l’approfondimento.

 

(22 ottobre 2008) Prima conferenza nazionale alcol: la mappa del rischio in Italia

Oltre 9 milioni di individui di età superiore agli 11 anni consumano alcol secondo modalità a rischio: di questi, quasi 7 milioni sono maschi e poco più di 2 milioni femmine. Complessivamente, oltre 740 mila giovani fino ai 17 anni (470 mila maschi e 270 mila femmine) sono soggetti a rischio e su 100 adolescenti con consumi problematici 7 sono maschi e 13 femmine. Queste le nuove stime per il 2007 presentate da Emanuele Scafato, direttore dall’Osservatorio nazionale alcol e del centro Oms per la ricerca sull’alcol dell’Istituto superiore di sanità, in occasione dell’apertura dei lavori della prima Conferenza nazionale alcol a Roma. Leggi l’approfondimento sull'incontro, scarica il report (pdf 95 kb) dell’Osservatorio nazionale alcol e guarda la presentazione di Emanuele Scafato (pdf 3,65 Mb).

 

(9 ottobre 2008) Prima conferenza nazionale alcol

Il ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, d’intesa con la Consulta nazionale alcol e su impulso del sottosegretario Eugenia Roccella (presidente della Consulta), ha indetto a Roma per il 20 e 21 ottobre 2008 la prima Conferenza nazionale alcol. Lo slogan dell’incontro "Più salute, meno rischi. Costruire alleanze per il benessere e la sicurezza" vuole esprimere un orientamento comprensivo delle prospettive di salute pubblica e di coesione sociale che il convegno si propone di affrontare, attraverso relazioni, sessioni parallele e tavole rotonde su individuo, istituzioni e collettività. Leggi il commento di Emanuele Scafato (pdf 91 kb).

 

(9 ottobre 2008) Oms: un’audizione pubblica per ridurre il consumo dannoso di alcol

Nel mondo, ogni anno più di 2 milioni di persone muoiono per problemi correlati all’alcol. Durante l’Assemblea mondiale di maggio 2008, l’Oms ha ricevuto mandato dagli Stati membri di sviluppare una strategia globale sul consumo a rischio di alcol. L’Oms ha così avviato sul web un’audizione pubblica (aperta dal 3 al 31 ottobre 2008), finalizzata ad acquisire opinioni su possibili approcci integrati che possono ridurre il consumo dannoso di alcol. Leggi l’approfondimento.

 

(11 settembre 2008) Nei locali le tabelle per il tasso alcolemico

Dal 23 settembre 2008, con l’entrata in vigore del decreto del 30 luglio 2008 (pdf 16 kb), sarà obbligatorio per tutti i locali dove sono in vendita alcolici esporre le tabelle per il calcolo del tasso alcolemico. Le due tabelle, che dovranno essere esposte con il giusto risalto per permetterne la perfetta leggibilità, riportano rispettivamente le stime per il calcolo del tasso alcolemico nel sangue in base al peso, al sesso e al cibo e all’alcol ingeriti, e una descrizione sintetica degli effetti dell’alcol a seconda del tasso alcolemico. Scarica l’allegato originale alla Gazzetta Ufficiale, con le tabelle e le indicazioni rivolte ai titolari e ai gestori dei locali per l’uso delle tabelle. Per aiutare i gestori a rendere le tabelle ancora più chiare e per facilitare la lettura, l’Osservatorio nazionale alcol del Cnesps e il Centro Oms per la promozione della salute e la ricerca sull’alcol hanno elaborato una versione a colori in formato A3 (pdf 55 kb) delle tabelle. Si tratta di un contributo originale, che rispetta i criteri riportati in Gazzetta Ufficiale e che intende agevolare gli esercenti nell’adempimento alla normativa. Leggi il commento di Emanuele Scafato (Osservatorio nazionale alcol, reparto Salute della popolazione e suoi determinanti del Cnesps).

 

(17 aprile 2008) Alcohol prevention day 2008

È giunto alla settima edizione l’Alcohol prevention day (Apd). La giornata della prevenzione alcologica e il convegno ospitato dall’Iss rientrano nella cornice dell’iniziativa “Aprile, mese della prevenzione alcologica” e puntano alla diffusione di evidenze scientifiche per la riduzione del rischio alcolcorrelato nella popolazione generale e in target e contesti specifici. Il workshop, in continuità con le edizioni precedenti, è dedicato alla disseminazione dei dati, delle evidenze scientifiche e delle priorità di attivazione per la prevenzione alcolcorrelata. Leggi l’approfondimento su EpiCentro.

 

(10 aprile 2008) Cautela per i messaggi sul consumo moderato di alcol

Si avvicina l’Alcohol prevention day (17 aprile 2008) e in primo piano c’è l’importanza della comunicazione al pubblico sui temi legati al consumo di alcol. Secondo Emanuele Scafato, direttore dell’Osservatorio nazionale alcol e del centro di collaborazione Oms per la ricerca sull’alcol, bisogna avere un’estrema cautela nel presentare messaggi sul consumo moderato, per evitare che vengano interpretati come incoraggiamenti a bere, e allo stesso tempo per garantire un’informazione e un’educazione adeguate su queste tematiche. Particolare attenzione a questo riguardo è richiesta agli operatori sanitari, alla comunità scientifica e ai governi, ma anche i singoli cittadini devono assumersi le loro responsabilità. Leggi il commento di Emanuele Scafato.

 

(3 aprile 2008) Il mese della prevenzione alcologica a Vicenza

Anche per il 2008 il mese di aprile è dedicato alla prevenzione alcologica, con la campagna “-alcol, +gusto”, promossa dal gruppo Alcologia del Dipartimento per le dipendenze dalla Ulss 6 di Vicenza. Rispetto al 2007 gli eventi della campagna passano da 40 a 80, le adesioni delle scuole da 6 a 14 e gli eventi dello Spazio Giovani da 6 a 19. All’iniziativa partecipano anche il Dipartimento di prevenzione e il Dipartimento delle dipendenze della Ulss 4 Alto Vicentino. Leggi e scarica: la presentazione della campagna (pdf 428 kb), la locandina dell’Ulss 6 (pdf 2,3 Mb) con tutte le iniziative in programma, la locandina dell’Ulss 4 (jpg 2 Mb), i poster della campagna (jpg 92 kb) (jpg 88 kb).