Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

11 settembre 2003

MORTI DI CALDO: I DATI

Arrivano i dati dell’indagine epidemiologica sulla mortalitÓ estiva, con particolare riferimento alle persone anziane, basata su una ricerca dei decessi registrati nei capoluoghi di Regione e Provincia Autonoma, dal 1 giugno al 15 agosto del 2003 e 2002. Considerando l’intero periodo e il complesso delle etÓ, si Ŕ osservato, rispetto allo scorso anno, un aumento di 2222 decessi. A partire dai dati osservati nei 21 capoluoghi si Ŕ stimato un eccesso di mortalitÓ in tutto il territorio nazionale, nel periodo 16 luglio-15 agosto, tra le persone di 65 anni ed oltre, di 4175 unitÓ. Clicca qui per consultare i dati.

 

SARS: RI-CRESCE L’ATTENZIONE?

Dopo la conferma del nuovo caso di Sars a Singapore e il plauso dell’Organizzazione mondiale della sanitÓ al test diagnostico messo a punto all’Istituto Superiore di SanitÓ, Ŕ pi¨ che mai chiaro che l’attenzione debba rimanere alta. L’Organizzazione mondiale della sanitÓ (Oms) ha elaborato un documento che riassume le azioni per la verifica, l’allerta e la gestione della salute pubblica da mettere in campo adesso che l’epidemia Ŕ contenuta, di cui proponiamo la traduzione completa in italiano.
Consultabili on line una serie di diapositive in italiano per ripercorrere le caratteristiche della Sars messo a punto da Alberto Tozzi dell’Iss, e il ‘sommario ragionato’ degli eventi che hanno caratterizzato l’epidemia nel mondo, elaborato alla ASL di Benevento. On line sul sito del Ministero della Salute il testo finale del rapporto della Task Force contro la Sars.

CHIRURGIA: INFEZIONI DA PREVENIRE

Il programma nazionale Linee guida pubblica questa settimana un nuovo documento su "Antibioticoprofilassi perioperatoria nell'adulto". La linea guida, ispirata dalla diffusione di infezioni operatorie e dalla variabilitÓ di strategie di intervento, Ŕ stata realizzata da un gruppo di esperti, coordinato dall'Istituto Superiore di SanitÓ e dal Centro per la Valutazione dell'Efficacia dell'Assistenza Sanitaria (Ceveas) di Modena.


 

trova dati