Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

26 gennaio 2006

INFLUENZA AVIARIA

In Turchia sono 21 i casi di influenza aviaria riscontrati nell'uomo, 4 dei quali mortali. EpiCentro continua a monitorare la situazione e ripropone i documenti tecnici rivolti agli operatori prodotti negli ultimi mesi dalle istituzioni nazionali e internazionali: in particolare, sono disponibili in italiano l'aggiornamento delle fact sheet dell'Oms e la guida dell'Ecdc per minimizzare i rischi di contagio nell'uomo. Tutte le novità sul focus influenza aviaria.

 

FREDDO

L'ondata di freddo che sta imperversando in tutta Europa provoca problemi e situazioni critiche, anche sul fronte sanitario. L'ufficio di Statistica del Cnesps presenta il sistema di sorveglianza rapida sulla mortalità, per intercettare anche le possibili conseguenze del clima rigido. EpiCentro propone un focus sul freddo, con un percorso tra le risorse italiane ed estere e, in particolare, la traduzione del piano contro il freddo attuato in Francia, rivolto sia alla popolazione che agli operatori.

 

SALUTE SUL LAVORO, INDICATORI E FLUSSI INFORMATIVI

Il percorso verso una migliore qualità e capacità di descrivere gli effetti sulla salute delle recenti trasformazioni del mercato del lavoro è giunto a un momento di riflessione sulle potenzialità e i limiti degli indici, anche alla luce delle esperienze d'uso. Un gruppo di esperti formato da esponenti regionali del Gruppo nazionale sui nuovi flussi informativi Inail-Regioni-Ispesl presenta un documento di riflessione, con l'auspicio che possa dare il via a un dibattito più allargato possibile, verso la costituzione di un rapporto completo sullo stato di salute dei lavoratori. Per i dettagli, vai al focus salute sul lavoro.

 

I FOCUS GROUP E LA QUALITÀ DEI PROGRAMMI DI SCREENING

Rispetto all'uso dei più comuni strumenti di analisi quantitativa, il ricorso a focus group nell'indagine della qualità percepita degli screening si è dimostrata una risorsa interessante per ottenere un feedback più forte da parte degli utenti. Utenti che da questa indagine sembrano disporre di una buona capacità discriminativa nella valutazione dei materiali informativi. Leggi l'intervento di Carla Cogo, Grazia Grazzini e Anna Iossa nell'ambito della discussione screening e comunicazione.


 

trova dati