Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

allattamento

Archivio 2014-2016

6/10/2016 - Settimana per l’allattamento materno 2016

Informare, radicare, stimolare e fare rete: sono gli obiettivi dell’edizione 2016 della settimana per l’allattamento materno (Sam), che in Italia si svolge dal 1 al 7 ottobre. L’evento di quest'anno si concentra sui 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustinable developments goals) che i governi di tutto il mondo hanno concordato di raggiungere entro il 2030 e coprono una serie di questioni riguardanti ecologia, economia ed equità. L’Istituto superiore di sanità (Iss) è impegnato da anni nella promozione dell’allattamento materno con studi epidemiologici, progetti e interventi di formazione. L’Iss e il Collegio Ostetriche Roma hanno recentemente avviato il progetto “Attività di supporto alla rete delle formatrici per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento e la promozione della salute della donna e del bambino” nell’ambito del quale è prevista la realizzazione di un percorso formativo dal titolo "Salute primale e allattamento: i primi 1000 giorni". Tale percorso ha l’obiettivo di formare i formatori, coinvolgendo le ostetriche e i professionisti che sono docenti nei corsi di laurea in Ostetricia (Cdl) nelle università del Lazio. Tra le attività realizzate in collaborazione con la Regione Lazio è stato prodotto un video sull'uso dei farmaci in allattamento “Farmacovigilanza e farmaci in allattamento: più informati, più salute per tutti”. Sono poi disponibili, tradotte in italiano, la Guida operativa e altre risorse per decisori e operatori sull'alimentazione infantile nelle emergenze.

 

14/7/2016 - Malattie croniche: l’importanza dell’alimentazione delle future madri e dei loro bambini

Un nuovo report dell’Oms Europa richiama l’attenzione sulla necessità di migliorare la nutrizione materna e quella del primo periodo di vita per diminuire il rischio - a lungo termine - di malattie croniche e obesità nei bambini. Il documento presenta le recenti evidenze scientifiche su questo argomento e i risultati di un’indagine sulla presenza a livello nazionale di raccomandazioni concernenti la nutrizione e l’attività fisica dal periodo periconcezionale alla prima infanzia. Per esempio tra i 51 Paesi dell’Oms Europa è emerso che solo 29 hanno raccomandazioni specifiche sul periodo prima del concepimento, 41 hanno raccomandazioni per il periodo gestazionale e 33 per il periodo post-parto (11 Paesi non hanno fornito informazioni). Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 723 kb).

 

(19 maggio 2016) Allattamento al seno: la nuova campagna del Ministero

È partita la campagna 2016 per la promozione dell’allattamento al seno. Lo slogan “Allattare al seno - un investimento per la vita” richiama l’importanza del latte materno per la crescita e lo sviluppo dei bambini. La campagna, rivolta principalmente alle gestanti, alle neomamme e al personale specializzato che opera nel settore, è stata presentata il 12 maggio, con la Conferenza Nazionale per la promozione e il sostegno dell’allattamento al seno. La giornata è stata anche l’occasione per presentare il nuovo opuscolo informativo (pdf 1,7 Mb) per le gestanti e le neomamme. Nella versione informatica dell’opuscolo sul sito del Ministero in formato sfogliabile sono inseriti 6 video tutorial. Per maggiori informazioni consulta lo streaming della Conferenza nazionale, scarica l’opuscolo informativo (pdf 1,7 Mb) e guarda i sei video su YouTube: “Allattamento: unico ed ineguagliabile”, “Il contatto a pelle”, “Come capisco se è attaccato in maniera adeguata?”, “Spremitura del latte”, “Il tiralatte” e “Per allattare serve una dieta speciale?”.

 

(12 maggio 2016) Promozione e protezione dell’allattamento al seno

Un nuovo report congiunto di Oms, Unicef e International Baby Food Action Network (Ibfan) “Marketing of breast-milk substitutes: National implementation of the international code Status Report 2016” rivela lo stato delle legislazioni nazionali sulla protezione e la promozione dell’allattamento al seno. L’indagine, che ha coinvolto 194 Paesi, rivela che in 135 sono presenti forme di tutela legale dell’allattamento legate all’International Code of Marketing of Breast-Milk Substitutes e alle successive risoluzioni adottate dalla World Health Assembly. Nonostante il dato sia in miglioramento rispetto alla rilevazione del 2011 (103 Paesi), solo 39 Stati hanno leggi che emanano tutte le disposizioni del codice (erano 37 nel 2011). In particolare, dal documento emerge che la proporzione di Paesi con leggi in linea con il Codice Oms è maggiore nella Regione Oms del Sud-Est asiatico (4 Paesi su 11), seguita dalla Regione africana dell’Oms (14 su 47) e dalla Regione del Mediterraneo orientale (6 su 21). La Regione Oms delle Americhe, quella del Pacifico occidentale e la Regione europea hanno invece bassi livelli di adesione con, rispettivamente, 8 Paesi su 35, 4 su 27 e 3 su 53. Per maggiori informazioni leggi il comunicato stampa dell’Oms e scarica il documento completo.

 

(10 marzo 2016) Allattamento: la nuova serie di The Lancet

Ogni anno, nel mondo, si potrebbe evitare la morte di oltre 820 mila bambini e 20 mila madri grazie all’allattamento al seno: sono i numeri che aprono lo speciale di The Lancet dedicato al tema. I quattro articoli della Serie “Breastfeeding”, pubblicata a gennaio 2016, approfondiscono i trend mondiali sull’allattamento, le conseguenze sulla salute materno-infantile a breve e lungo termine, l’impatto degli investimenti, i fattori determinanti per l’allattamento e l’efficacia degli interventi di promozione. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento.

 

(26 novembre 2015) Qualità delle informazioni sull’uso degli anti-ipertensivi in allattamento

Offrire ai prescrittori, ai professionisti sanitari, alle donne e al pubblico più in generale informazioni aggiornate e coerenti sulla sicurezza d’uso dei farmaci in allattamento (in particolare sull’uso degli anti-ipertensivi). Questo il tema dell’articolo pubblicato il 13 novembre 2015 su Breastfeeding Medicine dal titolo “The difficulties in antihypertensive drug prescription during lactation: is the information consistent?”, pubblicato dal gruppo di ricerca dell’Istituto superiore di sanità (Iss) in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. L’obiettivo dello studio: confrontare il grado di accordo tra differenti fonti ufficiali di informazione sull’uso dei farmaci in allattamento. Leggi l’approfondimento.

 

(8 ottobre 2015) Allattamento materno: l’Unicef premia l'impegno della Ass 1 Triestina

L'Azienda Servizi Sanitari n. 1 Triestina ha ricevuto dall'Unicef la certificazione di “Comunità amica dei bambini per l'allattamento materno”, la prima assegnata in Regione e la sesta in Italia. Nato all'interno della Campagna mondiale per l'allattamento, patrocinata da Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e Unicef, questo riconoscimento vuole premiare il percorso di qualità intrapreso dalla Ass 1 Triestina allo scopo di creare una "cultura dell'allattamento" nella comunità locale. Con l'adesione al progetto l'Ass si è infatti impegnata a sostenere donne in gravidanza, neo-mamme e bambini nell'avvio e nel proseguimento dell'allattamento, per garantire il diritto di ogni bambino a ricevere la migliore alimentazione possibile per la propria età. Le pratiche assistenziali introdotte dalle Comunità amiche dei bambini rendono protagonisti i genitori e li accompagnano nella scelta della nutrizione e della cura dei bambini: un sostegno che deve partire dal periodo della gravidanza e proseguire nei primi anni di vita del bambino. Per approfondire consulta: il comunicato stampa (pdf 291 kb) dell’Ass 1 Triestina e sul sito dell’Unicef le pagine dedicate alla “Comunità amica dei bambini per l'allattamento materno” e a quelle in Italia.

 

(8 ottobre 2015) In bacheca: al congresso Aie un seminario sull’allattamento

Si terrà il prossimo 27 ottobre, nell’ambito del XXXIX congresso dell’Aie il seminario satellite “Allattamento e alimentazione infantile come strategia di promozione della salute della popolazione”. Per maggiori informazioni visita il sito dell’Associazione italiana epidemiologia, consulta il programma del seminario (pdf 682 kb).

 

(1 ottobre 2015) Settimana per l’allattamento materno

È dedicata ad allattamento e lavoro l’edizione 2015 della Sam (Settimana per l’allattamento materno) che in Italia si svolge dal 1 al 7 ottobre. Molte le iniziative organizzate su tutto il territorio nazionale a partire dal flash mob del 3 ottobre. Per maggiori informazioni sulla Sam, consulta il sito del Mami (Movimento allattamento materno italiano). In occasione della Sam, EpiCentro propone, per operatori e cittadini, nuove pagine sull’allattamento: dalle informazioni generali, che inquadrano la tematica da un punto di vista di sanità pubblica, ai dati epidemiologici italiani completi di infografiche. Utili anche le pagine dedicate alle principali raccomandazioni sull’alimentazione infantile e alle definizioni delle modalità di alimentazione infantile.

 

(28 maggio 2015) In Italia il primo corso di laurea in Ostetricia riconosciuto “amico dell'allattamento materno”

È stato recentemente accreditato il corso di laurea in Ostetricia dell’Università degli studi Milano-Bicocca, che ha ottenuto il riconoscimento di “Corso di laurea amico dell’allattamento materno” da parte dell’Unicef Italia. Si tratta di un approccio innovativo alla formazione delle ostetriche e dei professionisti che si occupano del percorso nascita, che prevede l’adozione di 18 standard formativi suddivisi in 5 macro aree: conoscenze e competenze di base, avvio e gestione dell’allattamento, allattamento dopo il periodo neonatale, situazioni speciali e complicanze comuni, l’iniziativa Unicef “Insieme per l’allattamento” (Ospedale&Comunità Amica del Bambino) e il Codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno. La formazione curriculare universitaria è alla base delle buone pratiche cliniche e di salute pubblica e requisito essenziale per garantire i migliori risultati in termini di salute di popolazione. Il percorso, avviato nel 2012, ha previsto due fasi valutative, nel 2013 e nel 2014, per verificare l’applicazione delle linee guida. Antonella Nespoli, coordinatrice del corso di laurea, ha motivato la scelta di aderire a questo percorso ricordando l’importanza dell’ostetrica nel sostegno alle neo-mamme e nel sostegno all’accudimento del neonato. Per arrivare al risultato finale è stata fondamentale anche la partecipazione attiva delle studenti perché, come ricorda Nespoli, «Gli studenti, che in questi mesi hanno superato esami teorici e clinici secondo i suddetti standard, sono stati entusiasti del progetto e hanno lavorato insieme a noi per raggiungere questo traguardo». Per maggiori informazioni leggi la notizia sul sito di Unicef Italia e, maggiori informazioni sull’accreditamento, sul sito inglese di Unicef.

 

(2 ottobre 2014) Settimana per l’allattamento materno

“Allattamento: obiettivo vincente per tutta la vita!”: lo slogan dell’edizione 2014 della settimana per l’allattamento materno (Sam) sottolinea l’importanza di aumentare e rafforzare la protezione, la promozione e il sostegno dell’allattamento, all’avvicinarsi della scadenza degli Obiettivi di sviluppo del millennio, e oltre. L’evento – promosso globalmente a luglio dalla World alliance for breastfeeding action (Waba) – in Italia è organizzato dal Movimento allattamento materno italiano (Mami) e si svolge dal 1 al 7 ottobre con iniziative su tutto il territorio nazionale. Sul sito del Mami sono disponibili materiali utili per gli eventi locali organizzati da gruppi di mamme, operatori sanitari, istituzioni sanitarie e civili, come la recente versione in italiano del “Pacchetto delle idee” (traduzione dell’Action Folder inglese), il “Calendario” e il logo della Sam (di cui si può far richiesta di utilizzo al Mami). Inoltre, il Mami, ha raccolto l’idea di proporre un flash mob nazionale per l’allattamento, da svolgersi in contemporanea nel maggior numero di paesi e città d’Italia in occasione della, sabato 4 ottobre alle 10.30. L’obiettivo del flash mob è di contribuire a creare una cultura dell’allattamento in cui ritorni “normale” vedere molte mamme allattare i propri bambini. Per maggiori informazioni visita il sito del Mami e la pagina dedicata alla Sam 2014.

 

(2 ottobre 2014) Promozione dell’allattamento materno: la formazione dell’Ulss 20 Verona

Promuovere l’allattamento esclusivo al seno fino al sesto mese di vita del bambino, in modo prolungato secondo i criteri dell’Oms, ma anche garantire alle madri e alle famiglie il sostegno attraverso dell’applicazione degli standard Oms-Unicef Baby Friendly Hospital Initiative (Bfhi), tra cui il rispetto del Codice internazionale per la commercializzazione dei sostituti del latte materno. Infine: avviare un adeguato sistema di monitoraggio. Sono questi gli obiettivi del Progetto formativo in allattamento materno inserito nel Piano regionale della prevenzione della Regione Veneto e nello specifico nel “Progetto per la promozione ed il sostegno dell’allattamento materno” (Dgr 3139 del 14 dicembre 2010) coordinato dal Servizio di promozione ed educazione alla salute dell’Ulss 20 di Verona. Avviato nel giugno 2011 e ora alle fasi finali, il Progetto ha garantito la formazione all’allattamento materno al personale sanitario di 25 ospedali della Regione Veneto (che coprono il circa il 90% dei nati). Nove formatori Master hanno quindi formato circa 90 formatori, che stanno ora attivando la formazione, secondo il modello del corso 20 ore Oms/Unicef, prevista per una prima tranche di circa 4500 operatori dei Punti nascita aderenti. Leggi l’approfondimento (pdf 149 kb).