Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

allattamento

Lazio: promuovere l’allattamento al seno nei reparti ospedalieri

Promuovere l’allattamento al seno negli ospedali, laddove cioè inizia il rapporto fra madre e bambino. E’ questo in estrema sintesi il tema attorno al quale ruota il progetto che l’Agenzia di sanità Pubblica della Regione Lazio sta coordinando dall’aprile 2003. Una iniziativa importante che inserisce all’interno del programma internazionale “Ospedali Amici dei Bambini (Baby-Friendly Hospital Iniziative-BFHI) promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’Unicef.

A settembre 2004 sono 17 le strutture ospedaliere della regione coinvolte nel progetto. Qui gli operatori lavorano sui fattori che possono influenzare l’inizio e la durata dell’allattamento materno, fra cui:

  • favorire l’attaccamento al seno materno già nelle prime ore dopo la nascita,

  • fornire supporto e assistenza alle mamme in questo loro impegno,

  • facilitare la presenza del bambino in camera con la madre durante la degenza (rooming-in),

  • evitare la somministrazione di alimenti sostitutivi

  • evitare la diffusione alle mamme di materiale pubblicitario e “doni” (ad esempio biberon) favorenti il consumo di latti artificiali.

Consulta sul sito dell’Agenzia di sanità Pubblica della Regione Lazio la sezione dedicata al progetto con informazioni per gli operatori e le donne.

Leggi la sintesi del progetto (formato pdf)