Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

migranti e salute

Documentazione

In Europa

Pubblicazioni di carattere generale

 

Public health aspects of mental health among migrants and refugees: a review of the evidence on mental health care for refugees, asylum seekers and irregular migrants in the WHO European Region

Questo documento dell’Oms Europa, pubblicato nel 2016, individua gli interventi necessari a favorire l’accesso ai servizi di salute mentale delle popolazioni migranti. Infatti, violazioni dei diritti umani, persecuzioni e guerre sono le condizioni da cui proviene una sempre maggiore parte dei 77 milioni di migranti che si stima vivano nella Regione europea dell’Oms. Per approfondire leggi anche il riepilogo delle attività realizzate nel 2016 dall’Oms Europa.

 

How do variations in definitions of “migrant” and their application influence the access of migrants to health care services?

Sintesi report dell’Health Evidence Network, pubblicato nel 2016. Il testo spone i risultati di una revisione sistematica della letteratura scientifica e della letteratura grigia (pubblicate in inglese e russo) tra il 2010 e il 2015 per capire in che modo le variazioni delle definizioni di “migrante”, e le loro applicazioni, influenzino l’accesso delle popolazioni migranti ai servizi sanitari. Per approfondire leggi anche il riepilogo delle attività realizzate nel 2016 dall’Oms Europa.

 

Strategy and action plan for refugee and migrant health in the WHO European Region

Documento approvato durante il WHO Regional Committee for Europe del 2016. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento dedicato.

 

Conference on Migrants and Health actions funded under the Health Programme (pdf 705 kb) Conferenza organizzata dalla Agenzia Chafea, dalla Commissione europea e dalla Direzione generale per la Salute del Portogallo, si è svolta a Lisbona nei giorni 12 e 13 maggio 2016. L’incontro è stato l’occasione per fare un ex cursus di tutti i progetti sui migranti finanziati dalla Commissione nell’ambito del Health Programme 2008-20013 e 2014-2020. Per maggiori informazioni, scaricare le presentazioni e i materiali, consulta il sito dedicato.

 

Final Joint Conference Equi-Health & Adapt projects (pdf 122 kb)

Durante questa conferenza, che si è svolta l’11 maggio a Lisbona, sono stati presentati i due outcome della collaborazione tra l’Organizzazione internazionale migranti (Oim), RO Brussels e il network interdisciplinare scientifico Adapt. Il primo risultato è l’inserimento di una sezione sulla salute nella quarta edizione del Migrant Integration Policy Index (Mipex), che sarà resa disponibile a breve. In questa sezione vengono presentate le politiche sanitarie in relazione ai migranti in 38 Paesi europei e integra le altre 7 aree del Mipex rilevanti per l’integrazione dei migranti (come educazione, lavoro, partecipazione politica, ecc.). Il secondo risultato congiunto è lo sviluppo di linee guida sull’accesso ai servizi sanitari per i migranti in situazione irregolare.

 

Stepping up action on refugee and migrant health Towards a Who European framework for collaborative action (pdf 179 kb)

Documento dell’Oms Europa pubblicato a conclusione dei lavori dell’high level meeting sulla salute dei migranti (Roma, 23-24 novembre 2015). Il documento contiene le azioni a medio e lungo termine che verranno discusse nella sessione del 2016 del Comitato regionale per l’Europa dell’Oms.

 

Migranti e salute in Europa: cosa è emerso dall’high level meeting di novembre

L’high level meeting sulla salute dei migranti, tenutosi a Roma il 23-24 novembre 2015, è stato il primo incontro organizzato dall’Ufficio europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), in collaborazione con l’Ufficio regionale per il Medio Oriente e quello per l’Africa, a seguito della richiesta degli Stati Membri durante il 65° Comitato Regionale per l’Europa dell’Oms (settembre 2015). Per approfondire consulta: il discorso di Martin Seychell (Commissione europea); il discorso di Zsuzsanna Jakab (Oms Europa); la pagina del sito dell’Oms Europa dedicata all’high level meeting, dove sono presenti materiali e informazioni utili per gli operatori.

 

#MigrationHealth

L’Ufficio europeo dell’Oms, ha pubblicato l’infografica #MigrationHealth, contenente 7 promemoria sulle necessità mediche e sanitarie importanti per supportare la salute dei rifugiati e dei migranti che arrivano in Europa.

 

Communicable disease risks associated with the movement of refugees in Europe during the winter season (pdf 848 kb)

Rapid Risk Assessment pubblicato dall'Ecdc ill 10 novembre 2015. Le condizioni di sovraffollamento e le carenze igieniche documentate nei centri di accoglienza espongono, con l’arrivo della stagione invernale, gli ospiti a un aumentato rischio di contrarre patologie respiratorie, gastrointestinali e legate ad ectoparassitosi.

 

Refugee crisis demands European Union-wide surveillance!

Editoriale pubblicato su Eurosurveillance il 12 novembre 2015, in cui si auspica un’azione coordinata a livello europeo.

 

Public health aspects of migrant health: a review of the evidence on health status for undocumented migrants in the European Region

Documento pubblicato dall’Oms Europa a ottobre 2015. È una revisione sistematica di 122 documenti e suggerisce opzioni di policy per la raccolta dati, la ricerca, il diritto di accesso ai servizi sanitari, l’informazione e la comunicazione, la formazione e gli approcci intersettoriali.

 

Public health aspects of migrant health: a review of the evidence on health status for labour migrants in the European Region

Documento pubblicato dall’Oms Europa a ottobre 2015. È una revisione sistematica che si focalizza sulla salute dei migranti lavoratori, in cerca di occupazione o che hanno perso il lavoro in Europa, analizzando 33 studi che identificano barriere di accesso (anche non legali) che impediscono un pieno utilizzo dei servizi sanitari. Il documento analizza anche il ruolo dello status di documentazione, dello status socioeconomico, delle assicurazioni sanitarie, dei sindacati e della sicurezza sul posto di lavoro. Infine sottolinea come sia importante un approccio intersettoriale tra i diversi settori di governo per ridurre diseguaglianze nell’accesso e nella qualità dei servizi sanitari offerti a queste popolazioni.

 

Public health aspects of migrant health: a review of the evidence on health status for refugees and asylum seekers in the European Region

Revisione sistematica pubblicata dall’Oms Europa a ottobre 2015. Analizza 72 studi sulla salute di rifugiati e richiedenti asilo in Europa ed evidenzia come l’accesso ai servizi sanitari sia molto vario nella Regione europea dell’Oms in base alla legislazione vigente in ciascuno Stato membro. Il documento mette in evidenza la necessità di migliorare il coordinamento tra i diversi attori coinvolti, sia all’interno del sistema sanitario che al di fuori di esso, e la comunicazione con i richiedenti asilo. Infine indica come sia assolutamente necessario migliorare la raccolta dei dati in modo che possa guidare un lavoro intersettoriale focalizzato sui bisogni di salute di rifugiati e richiedenti asilo in Europa.

 

Expert Opinion on the public health needs of irregular migrants, refugees or asylum seekers across the EU’s southern and south-eastern borders

Scientific Opinion, pubblicata dall’Ecdc a ottobre 2015. Il documento mette in evidenza i principali bisogni di salute di migranti irregolari, rifugiati, e richiedenti asilo. Tra gli aspetti sollevati la necessità di garantire buone condizioni igienico-sanitarie nelle strutture di accoglienza, il rischio sanitario legato all’esposizione a varianti europee di malattie infettive prevenibili da vaccino e l’importanza di conoscere lo status vaccinale e, quando necessario, offrire accesso alle vaccinazioni. Per maggiori informazioni consulta il documento completo, il comunicato stampa e le pagine Ecdc dedicate al tema dei Migranti e al tema delle disuguaglianze di salute.

 

Sicily, Italy: assessing health-system capacity to manage sudden large influxes of migrants. Joint report on a mission of the Regional Health Authority of Sicily and the WHO Regional Office for Europe, with the support of the Italian Ministry of Health (pdf 1,4 Mb)

Con l’aumento dei flussi migratori verso la Regione Europea, nell’ottobre del 2013, l’Ufficio regionale dell’Oms ha organizzato, in collaborazione con la Regione Sicilia e il ministero della Salute, una missione in Sicilia. Lo scopo della missione era di testare sul campo il toolkit Oms per la valutazione della capacità dei sistemi sanitari di gestire improvvisi e grandi flussi migratori, sia per valutare le attività di preparazione e risposta in atto. A seguito di tale missione, l’Oms ha pubblicato un documento che ne riporta risultati e raccomandazioni. Il principale problema riscontrato dall’Oms nei centri di immigrazione è rappresentato dal sovraffollamento e dalle conseguenti scarse condizioni igieniche osservate in conseguenza di eccezionali flussi migratori.

 

Roma Health Report. Health status of the Roma population. Data collection in the Member States of the European Union (pdf 2,3 Mb)

Report pubblicato ad agosto 2014 dalla Commissione europea, fornisce una panoramica sullo stato di salute e gli stili di vita della popolazione Rom in 31 Paesi appartenenti all’Unione europea (Ue) e dello Spazio economico europeo (See), con un focus sugli 11 Stati in cui la popolazione Rom è maggiormente concentrata (Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Francia, Grecia, Ungheria, Italia, Romania, Slovacchia, Spagna e Regno Unito).

 

The European health report 2012. Charting the way to well-being (pdf 12 Mb)

Documento pubblicato a marzo 2013 dall’Oms Europa. Il rapporto rappresenta ormai un punto di riferimento sulla salute (e sul benessere, secondo l’accezione più ampia di salute auspicata dall’Oms) del vecchio continente. La peculiarità del rapporto 2012 sta nel fatto che, oltre a fare il punto sulla salute degli europei con una particolare attenzione alle situazioni di disuguaglianza, il documento guarda alle prospettive future ed è chiaramente orientato a disegnare uno scenario in grado di garantire a tutti i cittadini europei adeguati standard di salute. Leggi in proposito l’approfondimento a cura della redazione di EpiCentro e anche l’approfondimento “Una nuova Europa” dedicato ai migranti a cura di Silvia Declich e Flavia Riccardo (reparto Epidemiologia delle malattie infettive, Cnesps-Iss.

 

Migration and health in nowhereland (pdf 2,1 Mb)

Libro pubblicato a giugno 2012 dalla Dg Sanco dell’Unione europea. Il documento traccia uno scenario sulla situazione dei migranti irregolari nel nostro continente e si rivolge ai decisori politici affinché affrontino il problema dell’assistenza sanitaria.

 

Migration and health in the European Union

Pubblicazione dell’Oms Europa focalizzata sulle sfide sanitarie da affrontare per garantire un adeguato accesso ai servizi alla popolazione straniera che arriva in Europa. Il testo, rivolto ai decisori politici e agli addetti ai lavori, mostra esempi di buone pratiche, illustra le implicazioni politiche dei provvedimenti attuati e suggerisce le strategie da adottare, a livello nazionale e regionale, per migliorare la salute delle popolazioni immigrate nel nostro continente. Pubblicato a novembre 2011.

 

Migrants and healthcare within the European Union (pdf 1,5 Mb)

Articolo pubblicato sull’International Review of Social Research a febbraio 2011. Il documento fornisce dati generali sulle migrazioni e si concentra poi sugli aspetti sanitari.

 

Migration and health in EU health systems (pdf 252 Kb)

Articolo pubblicato nel 2007 su Euro Observer fa il punto sulle condizioni di salute degli immigrati in Europa (in particolare in Italia, Spagna e Paesi Bassi) e identifica i primi fondamentali passi verso l’adozione di politiche sanitarie realmente eque nei confronti degli immigrati: aumento dei fondi per lo sviluppo di tecniche di ricerca, collaborazione a livello europeo tra i centri di ricerca nazionali e una maggiore inclusione dei dati sull’immigrazione nelle indagini sanitarie di rilievo nazionale ed internazionale. Leggi l’approfondimento a cura della redazione di EpiCentro.

 

Malattie infettive e accesso alle vaccinazioni

 

A review of evidence on equitable delivery, access and utilization of immunization services for migrants and refugees in the WHO European Region

Revision della letteratura, sulle politiche e le pratiche di vaccinazione rivolte a migranti e rifugiati, pubblicata a novembre 2017 dall’Ufficio europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità della Regione. Per maggiori informazioni leggi il documento completo (pdf 2 Mb).

 

Immunization strategies and coverage in non-EU Countries of the Mediterranean Basin and Black Sea

Rapporto Istisan 17/15 pubblicato a luglio 2017. Il documento fornisce una panoramica sulle strategie e le coperture vaccinali, inclusi dati sub-nazionali e nei gruppi a rischio, in 15 Paesi extra Unione europea del bacino del Mediterraneo e del Mar Nero. Infatti presenta i risultati del progetto ProVacMed (PROgrammiVACcinali nell’area del MEDiterraneo), condotto tra il 2015 e il 2016, sia con il fine di condividere le conoscenze sul controllo delle malattie prevenibili da vaccino, che quello di rafforzare il network con l’inclusione di esperti nel campo delle vaccinazioni provenienti da Paesi extra Unione europea dell’area del Mediterraneo e del Mar Nero, passo importante per la preparazione a potenziali minacce sanitarie in queste Regioni. Consulta l’approfondimento dedicato al rapporto Istisan e l’articolo “Immunization Strategies Targeting Newly Arrived Migrants in Non-EU Countries of the Mediterranean Basin and Black Sea” (Int. J. Environ. Res. Public Health 2017, 14(5), 459).

 

Malattie prevenibili da vaccino nell’area del Mediterraneo e del Mar Nero: i materiali del workshop di giugno 2016

Si è svolto a Roma, il 16-17 giugno 2016, il workshop “Vaccine Preventable Diseases in the Mediterranean Basin and Black Sea: immunization strategies and vaccination coverage in the general population and newly arrived migrants ProVacMed network”. La due giorni è stata occasione per presentare i risultati del progetto ProVacMed (PROgrammiVACcinali nell’area del MEDiterraneo), condotto tra il 2015 e il 2016, sia con il fine di condividere le conoscenze sul controllo delle malattie prevenibili da vaccino, che quello di rafforzare il network con l’inclusione di esperti nel campo delle vaccinazioni provenienti da Paesi extra Unione europea dell’area del Mediterraneo e del Mar Nero. Consulta l’approfondimento.

 

Multidrug-resistant tuberculosis in migrants, multi-country cluster Third update, 13 April 2017

Terzo aggiornamento del Rapid Risk Assessment dell'Ecdc sul rischio di trasmissione della tubercolosi multi resistente (Mdr Tb) tra i migranti in arrivo in Europa. Per maggiori informazioni consulta il sito Ecdc e scarica il documento completo (pdf 558 kb).

 

Recommendations on access to health services for migrants in an irregular situation: an expert consensus

Documento pubblicato dallo Iom (International Organization for Migration) a dicembre 2016 allo scopo di chiarire perché occorre migliorare l’accesso ai servizi sanitari da parte dei migranti irregolari in Europa. Prodotto nell’ambito del progetto Equi-Health, in collaborazione con l’iniziativa Cost, il documento riflette il consenso raggiunto da una vasta gamma di esperti internazionali del settore nel corso di una serie di incontri condotti tra il 2012 e il 2016. Inoltre identifica 12 raccomandazioni, seguite ognuna da una sintesi dell’evidence su cui è basata. Per maggiori informazioni consulta il documento completo “Recommendations on access to health services for migrants in an irregular situation: an expert consensus”.

 

Preparedness e sorveglianza sindromica nei centri di accoglienza

Per supportare gli Stati membri Ue/Eea nelle attività di preparedness e di sorveglianza sindromica nei centri di accoglienza per migranti, l’Ecdc a novembre 2016 ha pubblicato due manuali e i relativi tool. I documenti sono stati sviluppati per l’Ecdc da alcuni ricercatori dell’Iss grazie all’esperienza e la competenza maturate su queste tematiche negli ultimi anni. Il manuale “Handbook on using the Ecdc preparedness checklist tool to strengthen preparedness against communicable disease outbreaks at migrant reception/detention centres” e il correlato “Preparedness checklist tool” (xls 399 kb) sono stati realizzati per le autorità sanitarie europee che vogliono valutare la capacità di prevenzione e controllo delle malattie trasmissibili all’interno dei centri di immigrazione presenti nei loro Paesi, al fine di poter definire priorità di intervento. Il manuale “Handbook on implementing syndromic surveillance in migrant reception/detention centres and other refugee settings” e il “Thresholds calculation tool” (xls 81 kb) mirano invece a facilitare le autorità sanitarie europee a realizzare, con procedure adattate al proprio contesto nazionale, sistemi di sorveglianza sindromica nei centri di immigrazione o in altri contesti di accoglienza dei propri Paesi. Per approfondire consulta la pagina dedicata sul sito dell’Ecdc e il Primo Piano sul sito dell’Iss con il commento di Silvia Declich, Flavia Riccardo e Antonino Bella (Reparto Epidemiologia delle malattie infettive, Cnesps-Iss).

 

Risk of importation and spread of malaria and other vector-borne diseases associated with the arrival of migrants to the Eu

Anche se casi di malaria e di altre malattie trasmesse da vettori in Europa potrebbero essere associati all’arrivo di gruppi di popolazioni migranti, questi casi non risultano inaspettati. Un nuovo rapid risk assessment Ecdc, pubblicato dall’Ecdc a ottobre 2015, valuta la situazione in seguito alla segnalazione di un caso di malaria in un migrante appena arrivato in Svezia.

 

Shortage of acellular pertussis-containing vaccines and impact on immunisation programmes in the Eu/Eea (pdf 549 kb)

Rapid risk assement Ecdc pubblicato a ottobre 2015. Il documento fornisce un quadro sulle vaccinazioni offerte ai migranti irregolari e i richiedenti asilo in 18 Paesi europei. Il risk assessment, pubblicato in risposta al calo della disponibilità di vaccino acellulare per la pertosse (aP) in alcuni Paesi dell’Unione europea e dello Spazio economico europeo, suggerisce come prioritizzare le strategie vaccinali per ridurre la minimo l’impatto della malattia considerando la carenza di vaccino aP riscontrata.

 

Towards a European Framework to Monitor Infectious Diseases among Migrant Populations: Design and Applicability

Articolo pubblicato sull’International Journal of Environmental Research and Public Health a settembre 2015. Riporta i risultati di un’indagine volta a progettare, e valutare l’applicabilità nell’Unione Europea (Ue), di una cornice per la raccolta di dati sulle malattie infettive, che meglio tenga conto dei diversi fattori associati al rischio per queste patologie nelle popolazioni migranti.

 

Screening for infectious diseases among newly arrived migrants in EU/EEA countries-varying practices but consensus on the utility of screening

Articolo pubblicato sull’International Journal of Environmental Research and Public Health a a ottobre 2014. Analizza le politiche di screening per malattie infettive e di offerta vaccinale, rivolte a migranti che giungono in Europa, messe in atto dai diversi Paesi Ue.

 

Thematic report: Migrants Monitoring implementation of the Dublin Declaration on Partnership to Fight HIV/AIDS in Europe and Central Asia: 2014 progress report

Documento tematico dedicato all’infezione da Hiv tra le popolazioni migranti in Europa e in Asia centrale pubblicato dall’Ecdc, a settembre 2015. Il thematic report fa parte di una serie di pubblicazioni che valutano i progressi fatti dopo la Dichiarazione di Dublino nella lotta contro Hiv/Aids. Il documento sottolinea come i dati sulla prevalenza dell’infezione da Hiv e sull’accesso alla prevenzione, diagnosi e terapia di questa patologia tra le popolazioni migranti nella Regione siano scarsi e difficilmente confrontabili tra Paesi. Sulla base dei dati disponibili, Ecdc propone un’analisi della attuale situazione epidemiologica, delle principali vie di trasmissione di Hiv nelle popolazioni migranti nella Regione e dei programmi di prevenzione e cura nei Paesi Ue/Eea.

 

Faq (Frequently asked questions: migration and health)

Faq pubblicate dall’Oms a settembre 2015

 

Dublin Declaration monitoring - 2014 progress

Una panoramica sulle risposte che i singoli Paesi europei hanno adottato dal 2004 per contrastare l’epidemia di Hiv: è questo il tema dei 12 documenti (6 report tematici e 6 evidence brief) pubblicati dall’Ecdc a settembre 2015. Scopo del lavoro è valutare i progressi fatti dopo la Dichiarazione di Dublino sulla partnership per la lotta contro l’Hiv e l’Aids in Europa e in Asia centrale. I documenti si basano sui dati forniti da 55 Paesi e, oltre riassumere i progressi fatti nel contrasto al virus Hiv, identificano le aree di azione prioritarie (incrementare l’offerta del test HIV e monitorare il percorso di cura della persona sieropositiva), e le popolazioni che devono essere monitorate con attenzione, (maschi che fanno sesso con i maschi (men who have sex with men), migranti, persone dedite all’uso di sostanze per via iniettiva, detenuti e persone che si prostituiscono (sex workers).

 

Migrant health: Sexual transmission of Hiv within migrant groups in the Eu/Eea and implications for effective interventions (pdf 1,3 Mb)

Questo rapporto Ecdc, pubblicato ad agosto 2013, analizza i dati di letteratura presenti in 26 studi per migliorare i sistemi di sorveglianza nazionali e ridurre la trasmissione del virus tra i gruppi a rischio. Per maggiori informazioni visita anche il sito Ecdc.

 

“Responses to Hiv and migration in western industrialized countries: current challenges, promising practices, future directions” (pdf 620 kb)

 

Meeting report dell’Ecdc, pubblicato a gennaio 2013, sui lavori dell’omonima sessione satellite alla “XIX International Aids Conference (luglio 2012).

 

Review of outbreaks and barriers to Mmr vaccination coverage among hard-to reach populations in Europe (pdf 1,1 Mb)

Il documento, pubblicato a febbraio 2013 ed elaborato nell'ambito del progetto europeo Venice II (Vaccine European New Integrated Collaboration Effort II) coordinato dal Cnesps-Iss, fornisce una rassegna dei focolai e di morbillo, parotite e rosolia registrati negli ultimi venti anni i Europa e offre informazioni sulle coperture vaccinali e sulle difficoltà di accesso ai servizi tra i “gruppi difficili da raggiungere”.

 

Migrant immunization policies, legislation and practices in the hosting countries (pdf 186 kb)

Documento pubblicato a gennaio 2012 nell’ambito del progetto Promovax (Promote Vaccination among Migrants Populations in Europe) che affronta il tema delle vaccinazioni tra le popolazioni migranti in Europa al fine di ridurre la diffusione di malattie prevenibili con vaccino e ridurre le disuguaglianze di salute all’interno della Regione. Il documento riporta i risultati dell’indagine relativa a uno degli obiettivi specifici del progetto (il Wp4, work package 4): registrare le pratiche, la normativa e le politiche di vaccinazione disponibili nei Paesi partecipanti (Germania, Norvegia, Italia, Polonia, Grecia, Ungheria, Croazia e Cipro). Leggi anche l’approfondimento sul progetto Promovax a cui partecipa anche l’Italia con l’Istituto superiore di sanità.

 

Migrants' culture and attitudes towards immunization (pdf 218 kb)

Pubblicazione relativa al Wp4, work package 4, del progetto Promovax (Promote Vaccination among Migrants Populations in Europe) dedicata all’analisi dei molteplici fattori che, all’interno di 10 etnie di migranti, possono influire sull’acconsentire o meno alle vaccinazioni. È stato pubblicato a gennaio 2012. Leggi anche l’approfondimento sul progetto Promovax a cui partecipa anche l’Italia con l’Istituto superiore di sanità.

 

Recommendation of the Promovax Consortium on Migrant Vaccination (pdf 1,5 Mb)

Documento pubblicato nel 2012 nell’ambito del Wp5, work package 5, del progetto Promovax (Promote Vaccination among Migrants Populations in Europe). Il rapporto presenta le raccomandazioni del Consorzio Promovax sulle vaccinazioni tra le popolazioni migranti. Leggi anche i documenti: Migrant Immunization Best Practices (zip 300 kb) ed Evaluation Tool (zip 209 kb).

 

Eahc press conference 2012

Conferenza internazionale tenutasi a Lussemburgo il 15-16 ottobre 2012 incentrata sul tema delle vaccinazioni. Durante la due giorni sono stati presentati alcuni progetti in cui è coinvolto il Cnesps-Iss. Tra questi: il lavoro su migranti e vaccinazioni “Vaccine Preventable Diseases and Migrant Population in the Mediterranean Countries and Balkans” prodotto nell’ambito del network EpiSouth (scarica le diapositive, pdf 567 kb, il poster, pdf 11,5 Mb, l’abstract, pdf 113 kb, e leggi l’articolo “Migrant's access to immunization in Mediterranean Countries” pubblicato ad aprile 2012 su Health Policy); il progetto Promovax (Promote Vaccination among Migrants Populations in Europe) che affronta il tema delle vaccinazioni tra le popolazioni migranti in Europa al fine di ridurre la diffusione di malattie prevenibili con vaccino e ridurre le disuguaglianze di salute all’interno della Regione (scarica le diapositive, pdf 8,7 Mb, il poster, pdf 363 kb, e l’abstract, pdf 116 kb). Leggi l’approfondimento su EpiCentro.

 

Inform, protect, immunise: engaging underserved populations (Dublino, 4-6 settembre 2012)

Meeting organizzato dall’Ecdc per discutere dell’aumento di casi di morbillo nell’Unione europea con esperti del settore sanitario e rappresentanti della società civile. Dieci gli interventi da adottare per aumentare la copertura vaccinale anche tra i gruppi di popolazione più vulnerabili. Tra questi: aumentare con la formazione le capacità comunicative degli operatori sanitari, migliorare i sistemi di “promemoria vaccinale” per far ricordare le scadenze, includere le vaccinazioni nel quadro globale della salute infantile e valorizzare la figura materna nella gestione dei problemi sanitari dei figli, individuare i gruppi maggiormente a rischio e promuovere la cultura vaccinale tra i media e internet. Sono disponibili on line le presentazioni. Leggi in particolare la presentazione di Maria Grazia Dente (Cnesps-Iss) sul progetto europea Promovax: “Promovax project : Overview of Aims, Objectives and Deliverables (pdf 1 Mb).

 

Infectious diseases among travellers and migrants in Europe, EuroTravNet 2010

Articolo pubblicato il 28 giugno 2012 su Eurosurveillance, riporta i principali risultati che emergono dalle 7408 diagnosi effettuate su pazienti al rientro da viaggi attraverso la rete di EuroTravNet, nel 2010.

 

Migrant tuberculosis: the extent of transmission in a low burden country (pdf 252 kb)

Articolo pubblicato a marzo 2012 su BMC Infectious Diseases che riporta i risultati di uno studio danese sulla trasmissione del batterio Mycobacterium tuberculosis tra la popolazione residente e quella migrante. Ciò che emerge è che la trasmissione tra i due gruppi è limitata e che il rischio di essere infettati dall’“altro” gruppo di popolazione in esame è maggiore tra i migranti.

 

Salute della donna e dei bambini

 

What is the evidence on the reduction of inequalities in accessibility and quality of maternal health care delivery for migrants? A review of the existing evidence in the WHO European Region

Documento pubblicato dall’Oms Europa a ottobre 2016. Questa mirata revisione sistematica della letteratura fornisce una sintesi critica e interpretativa delle esistenti politiche sanitarie per valutare gli interventi e le strategie in grado di migliorare l’accessibilità e la qualità di servizi dedicati alla salute materna per le donne migranti. Leggi il documento completo “What is the evidence on the reduction of inequalities in accessibility and quality of maternal health care delivery for migrants? A review of the existing evidence in the WHO European Region”.

 

Maternal and Child Healthcare for Immigrant Population (pdf 1,1 Mb)

Documento pubblicato dall’Organizzazione internazionale della migrazione (Oim) nel 2009. Affronta il tema della salute materno-infantile tra le popolazioni migranti in Europa.

 

Access to Health Care for Undocumented Migrant Women in Europe (pdf 83 kb)

Documento prodotto nell’ambito del Piattaforma internazionale Picum (Platform for International Cooperation on Undocumented Migrants) e relativo all’accesso ai servizi sanitari per le donne senza documenti in Europa.