Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

migranti e salute

Ultimi aggiornamenti

2/8/2018 - Scienza senza frontiere: la conoscenza come veicolo di inclusione

Cinquanta migranti formati dall’Iss sono diventati a loro volta “docenti” di altri 2 mila ospiti dei Centri di accoglienza su temi relativi alla salute e alla prevenzione. Un bell’esempio di peer education quello emerso dall’iniziativa “Scienza senza frontiere” che, inaugurata il 21 dicembre 2017, si è conclusa lo scorso 28 giugno. Leggi l’approfondimento.

 

14/6/2018 - Offerta vaccinale ai migranti

Due indagini a firma dei ricercatori del progetto europeo Care (Common Approach for Refugees’ and migrants’ health), al quale hanno partecipato ricercatori del Centro nazionale per la salute globale e del Dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità (Iss), hanno valutato strategie e pratiche dell’offerta vaccinale ai migranti in Italia e in altri 5 Paesi europei (Croazia, Grecia, Malta, Portogallo e Slovenia) attraverso questionari appositamente messi a punto e somministrati nei centri di accoglienza dei migranti e nei servizi sanitari locali. Emerge che l’offerta vaccinale per i migranti bambini e adolescenti, indipendentemente dal loro status, è in linea con il calendario vaccinale previsto dal Piano nazionale di prevenzione vaccinale per la popolazione residente di pari età. Il quadro dell’offerta vaccinale ai migranti adulti è più disomogeneo. Leggi il commento di Silvia Declich, Maria Grazia Dente (Centro nazionale per la salute globale-Iss) e Cristina Giambi, Martina Del Manso (Dipartimento Malattie Infettive-Iss) e scarica le pubblicazioni "IImmunization offer targeting migrants: policies and practices in Italy" (Dalla Zuanna T, et al; and The Italian Survey CARE Working Group. Int J Environ Res Public Health 2018;15:968; pdf 672 kb) e "National immunization strategies targeting migrants in six European countries" (Giambi C et al; The CARE working group for the National Immunization Survey. Vaccine Journal 2018; DOI; pdf 361 kb).

 

14/6/2018 - Allattamento e nutrizione dei bambini piccoli nelle emergenze

Il corso “Emergenze umanitarie e catastrofi naturali: come proteggere, promuovere e sostenere l’allattamento e l’alimentazione dei bambini piccoli” si è tenuto il 12-13 giugno presso il Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute (Cnapps) dell’Istituto superiore di sanità (Iss) ed è stato organizzato in collaborazione con Save The Children e Unicef Italia. Obiettivi dell’evento sono stati la promozione di una competenza diffusa sull’alimentazione dei bambini di 0-2 anni, allattati e non, e l’attivazione di reti di preparedness tra gli attori che, a diverso titolo, si occupano di promozione della salute delle donne e dei bambini nelle situazioni di catastrofi naturali e di emergenza umanitaria. Approfondisci sulla pagina dedicata di EpiCentro.

 

6/7/2018 - A Edimburgo il primo World Congress on Migration, Ethnicity, Race and Health

Si è tenuto il 17-19 maggio 2018 nella capitale della Scozia il primo World Congress on Migration, Ethnicity, Race and Health, organizzato da Eupha (European Public Health Association), Università di Edimburgo e Servizio sanitario nazionale scozzese. L’evento ha preso in considerazione non solo la salute delle persone giunte in Europa a seguito dei recenti flussi migratori, ma anche delle persone appartenenti a minoranze svantaggiate o discriminate per questioni razziali da tempo residenti in Europa o nel mondo. Si è concluso con una dichiarazione in cui si richiama il fatto che i migranti e le minoranze etniche fanno esperienza di disuguaglianze di salute e nell’accesso alle cure che al momento non trovano risposte adeguate in termini di politiche sanitarie e di inclusione e con la proposta di dare vita a una società scientifica mondiale che favorisca la collaborazione e il dialogo tra gli stakeholder coinvolti. Leggi il commento di Silvia Declich, Maria Grazia Dente, Maria Elena Tosti (Centro nazionale per la salute globale-Iss) e Ornella Punzo (segreteria scientifica della presidenza-Iss).

 

31/5/2018 - XV congresso della Società italiana di medicina delle migrazioni (Simm)

Il XV congresso della Società italiana di medicina delle migrazioni (Simm) “Dinamiche di salute e migrazioni tra continuità e nuovi bisogni” (Catania 18-20 aprile 2018) si è focalizzato sul fatto che la salute dei migranti deve essere considerata non solo nell’ottica dell’emergenza, attualmente dominante, ma anche nella sì dimensione di un fenomeno strutturale che coinvolge cinque milioni di stranieri che vivono e lavorano ordinariamente nel nostro Paese. L’evento ha visto una discussione su diverse tematiche inerenti alla salute delle persone migranti: il rapporto pubblico-privato sociale e l’advocacy; malattie croniche e migrazione; la salute dei minori stranieri; la tutela della salute dei lavoratori stranieri; responsabilità e governance per l’implementazione di linee guida e di indirizzo. Per ognuna di queste tematiche sono state elaborate delle raccomandazioni finali, indirizzate agli operatori socio-sanitari impegnati nella tutela della salute dei migranti per la promozione e diffusione di buone pratiche. Leggi il commento di Silvia Declich, Maria Grazia Dente, Giulia Marchetti (Centro nazionale per la salute globale, Iss) e consulta il programma con le presentazioni dei relatori, le raccomandazioni finali e il sito della Simm.

 

19/4/2018 - Il controllo della tubercolosi tra gli immigrati in Italia

Promuovere l’appropriatezza clinica e organizzativa all’interno di percorsi sperimentati come validi ed efficaci, per la prevenzione, l’identificazione precoce e il trattamento della malattia tubercolare e dell’infezione tubercolare latente, evitare sprechi legati all’esecuzione di accertamenti inutili o inutilmente ripetuti e incrementare l’aderenza al trattamento e il completamento del follow up per la malattia tubercolare e per l’infezione tubercolare latente: sono le tre direttrici principali seguite per la realizzazione della linea guida “Il controllo della tubercolosi tra gli immigrati in Italia” pubblicata a febbraio 2018. Per saperne di più leggi l’approfondimento a cura di Maria Elena Tosti, Franca D’Angelo, Luigina Ferrigno e Silvia Declich (Iss).

 

12/4/2018 - Il controllo della tubercolosi tra gli immigrati in Italia

La linea guida “Il controllo della tubercolosi tra gli immigrati in Italia” pubblicata a febbraio 2018, nasce dalla collaborazione del Sistema Nazionale Linee Guida (Snlg) dell’Iss, dell’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti ed il contrasto delle malattie della povertà (Inmp) e della Società italiana di medicina delle migrazioni (Simm). Si tratta di un documento evidence based, stilato da un gruppo di lavoro interistituzionale e multidisciplinare e sottoposto a un percorso partecipato di consultazione pubblica (nel novembre 2017) prima della pubblicazione. I temi trattati sono: accesso ai servizi sanitari, identificazione precoce della malattia tubercolare e della infezione latente, aderenza al trattamento e completamento del follow up, vaccinazione per i minori. L’obiettivo del documento è quello di migliorare l’appropriatezza clinica e organizzativa, evitare sprechi legati ad accertamenti inutili o inutilmente ripetuti e incrementare l’aderenza al trattamento e il completamento del follow up. Tale linea guida rappresenta la continuazione ideale della linea guida “I controlli alla frontiera. La frontiera dei controlli” pubblicata a luglio 2017 (leggi l’approfondimento). I 2 documenti sono stati realizzati nell’ambito del Programma nazionale “Linee guida sulla tutela della salute e l’assistenza socio-sanitaria alle popolazioni migranti”, con l’obiettivo di elaborare raccomandazioni evidence based, indirizzate alle Regioni e agli operatori del Ssn, a supporto della programmazione sanitaria e per la diffusione delle buone pratiche. Entrambe le linee guida prodotte sono state presentate giovedì 12 aprile 2018, presso la sede dell’Inmp. Scarica la linea guida “Il controllo della tubercolosi tra gli immigrati in Italia” (pdf 1 Mb) e la linea guida “I controlli alla frontiera. La frontiera dei controlli. Controlli sanitari all’arrivo e percorsi di tutela per i migranti ospiti nei centri di accoglienza” (pdf 3,7 Mb).

 

29/3/2018 - Nuovi materiali sulla salute dei migranti

Il tema della salute dei migranti è di interesse crescente per la sanità pubblica insieme a quello delle disuguaglianze di salute. EpiCentro propone una rassegna di documenti recenti nazionali e internazionali su questi temi. Consulta la lista.

 

8/2/2018 - Dall’Oms Europa un webinar sulla salute dei migranti

Prevenzione e gestione della mortalità prematura e della morbosità riconducibile alle malattie croniche non trasmissibili (cancro, diabete, malattie cardiovascolari e malattie respiratorie croniche) nelle popolazioni migranti: sono questi i temi in programma per il webinar sulla salute dei migranti organizzato dall’Oms Europa e in programma il 14 febbraio. L’incontro si propone di rispondere ad alcune domande chiave relative alla prevalenza e al rischio delle malattie croniche non trasmissibili, ai fattori predisponenti o aggravanti, alle strategie di prevenzione, alle politiche sanitarie per rendere gli interventi più efficaci e migliorare l’accesso ai servizi sanitari. Per maggiori informazioni visita sul sito dell’Oms Europa la pagina dedicata all’evento.

 

25/1/2018 - Scienza senza frontiere: continuano gli incontri dedicati ai migranti

Si sono svolti rispettivamente il 19 e il 22 gennaio scorsi all’Istituto superiore di sanità (Iss) il secondo e terzo appuntamento di “Scienza senza frontiere”, il ciclo di seminari previsti dall’Iss, inaugurati il 21 dicembre 2017 con una visita guidata al Museo. I seminari, organizzati in collaborazione con i Centri di accoglienza Straordinaria (Cas) Codirossoni, Casilina 1 e Casilina 2, sono rivolti alle persone migranti e finalizzati alla tutela della salute e prevenzione delle malattie. Il 19 gennaio, Caterina Rizzo (Iss) e Pierdavid Malloni (Cns-Iss) hanno parlato di utilità dei vaccini e delle reti vaccinali in Italia ma anche della sicurezza del sangue, della descrizione delle reti sanitarie e delle modalità d’accesso e della loro sicurezza. Il 20 gennaio, Emanuele Scafato (Iss) ha parlato degli effetti delle bevande alcoliche su salute e sicurezza. Guarda la videoregistrazione delle presentazioni. Per gli interessati, il prossimo appuntamento di “Scienza senza frontiere”, è fissato per il 12 febbraio e, a partire dalle ore 11:00, sarà disponibile la diretta streaming su EpiCentro.

 

18/1/2018 - Salute materno-infantile delle donne migranti: la traduzione del Dors

“Salute materno-infantile delle donne migranti: evidenze per migliorare l’accessibilità e la fruibilità delle cure” è il titolo della traduzione italiana, curata dal Dors (Centro regionale di documentazione per la promozione della salute), di un documento pubblicato dall’Oms Europa nel 2016. Il testo originale, “What is the evidence on the reduction of inequalities in accessibility and quality of maternal health care delivery for migrants? A review of the existing evidence in the WHO European Region” è infatti una revisione sistematica della letteratura che fornisce una sintesi critica e interpretativa delle esistenti politiche sanitarie per valutare gli interventi e le strategie in grado di migliorare l’accessibilità e la qualità di servizi dedicati alla salute materna per le donne migranti. Per approfondire consulta il documento completo “Salute materno-infantile delle donne migranti: evidenze per migliorare l’accessibilità e la fruibilità delle cure” la presentazione sul sito Dors e il documento originale in inglese.

 

11/1/2018 - Scienza senza frontiere: continuano gli incontri dedicati ai migranti

Si è svolto il 10 gennaio all’Istituto superiore di sanità (Iss) il primo appuntamento di “Scienza senza frontiere”, il ciclo di seminari previsti dall’Iss, inaugurati il 21 dicembre 2017 con una visita guidata al Museo. I seminari, organizzati in collaborazione con i Centri di accoglienza Straordinaria (Cas) Codirossoni, Casilina 1 e Casilina 2, sono rivolti alle persone migranti e finalizzati alla tutela della salute e prevenzione delle malattie. Temi della giornata: il diritto alla salute della persona migrante in Italia e la prevenzione delle infezioni a trasmissione sessuale e della tubercolosi. Guarda la videoregistrazione delle presentazioni a cura dell'Unità operativa ricerca psico-socio-comportamentale, comunicazione, formazione dell’Iss. Per gli interessati, il prossimo appuntamento è fissato per il 19 gennaio e, a partire dalle ore 11:00, sarà disponibile la diretta streaming su EpiCentro.

 


 

trova dati