Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

alluvioni

Aggiornamenti

(22 ottobre 2015) Alluvioni: dal Ministero un’infografica per la prevenzione dei rischi

L’opuscolo “Alluvioni: come ridurre i rischi per la salute” fornisce una panoramica sul rischio idrogeologico in Italia, sui principali pericoli per la salute in caso di alluvione (come annegamento, traumi e lesioni, malattie gastrointestinali, avvelenamenti, stress post-traumatico e infarto), sulle fasce di popolazione più a rischio e offre una serie di consigli per affrontare l’alluvione, le sue conseguenze e alcune informazioni per gestire la fine dell’emergenza e il ritorno alla normalità. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento sul sito del ministero della Salute e scarica l’infografica (pdf 1 Mb).

 

(16 settembre 2010) Alluvioni in Pakistan: le pagine dell’Oms

Le alluvioni in Pakistan hanno coinvolto più di 15 milioni di persone, con importanti conseguenze dal punto di vista della salute. Il sito dell’Oms ha dedicato ampio spazio a questa nuova emergenza sanitaria. Sugli effetti sanitari delle alluvioni in Pakistan, consulta: la pagina Oms Pakistan, le fact sheet sul colera, patologia che rappresenta il principale rischio per la salute nell’area colpita dal disastro, e l’approfondimento dell'Oms.

 

(15 maggio 2008) Ciclone Nargis: emergenza in Myanmar

Il Governo di Myanmar ha dichiarato che 47 municipalità sono stati colpite dal ciclone Nargis. Labutta, Bogale, Pyapon, Dedaye e Insein sono quelle più danneggiate. L’accesso all’acqua potabile e i focolai di malattie trasmissibili, come la febbre dengue e la malaria, rappresentano le principali fonti di preoccupazione. L’Oms ha predisposto l’invio sul campo di team per una valutazione dei bisogni e della sorveglianza delle potenziali malattie. Sono anche stati spediti a Myanmar kit di pronto soccorso. Il Governo di Myanmar ha richiesto anche zanzariere trattate con pesticida per evitare il rischio di malaria. Per maggiori informazioni leggi le pagine del sito Oms dedicate all’emergenza Nargis.

 

(27 aprile 2006) Inondazioni in Europa: i rischi per la salute
Le recenti inondazioni che hanno colpito Bulgaria, Serbia e Romania non hanno provocato solo danni materiali, ma anche vittime e problemi sanitari. Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha effettuato una valutazione preliminare dei rischi che questi disastri naturali comportano per la salute pubblica: leggi l’articolo pubblicato su Eurosurveillance, tradotto in italiano dalla redazione di EpiCentro.

 

(13 ottobre 2005) Uragano Stan: vittime e devastazioni in Centro America
Le pesanti pioggie provocate dall’uragano Stan nei giorni scorsi hanno causato inondazioni, frane e smottamenti lungo tutta la costa orientale del Centro America. I governi di Messico, El Salvador, Guatemala e Nicaragua hanno dichiarato lo stato di emergenza. Centinaia di persone sono morte e decine di migliaia sono state evacuate: le cifre, ancora provvisorie, sono però destinate ad aumentare. L’Oms sta provvedendo a inviare sul posto staff qualificato, medicinali e materiali di supporto. Sul sito della Pan American Health Organization (Paho) la situazione nel dettaglio, Paese per Paese. Su EpiCentro leggi anche il grandetema salute e ambiente e l’argomento di salute dedicato allo stress post traumatico.

 

(8 settembre 2005) Alluvioni: i documenti Oms e Cdc in italiano
In Europa: tra il 1975 e il 2001, la regione europea ha registrato quasi 240 alluvioni, con un totale di circa 2000 morti e quasi mezzo milione di senza tetto. Nel 2002, data della pubblicazione dell’ultimo rapporto Oms dedicato alle inondazioni in Europa, si sono verificate 8 grandi alluvioni con quasi 100 vittime e danni per quasi 500 milioni di dollari. L’Oms Europa ha pubblicato, nel settembre 2002, un documento che fa il punto sui danni da alluvione in Europa e dà indicazioni preventive sui tre principali elementi di criticità: infezioni, avvelenamenti da acque contaminate e stress post traumatico. Per gentile concessione dell’ufficio regionale per l’Europa dell’Oms, il documento è disponibile in italiano, accompagnato da una serie di tabelle riassuntive sui dati relativi alle alluvioni più gravi del decennio precedente.
Negli Stati Uniti: i Cdc americani, in occasione dell’uragano Katrina che ha devastato e inondato la città di New Orleans, a fine agosto 2005 hanno pubblicato un nutrito dossier di indicazioni utili a prevenire malattie e infezioni nelle zone alluvionate e a gestire diverse tipologie di rischi associati all’evento. EpiCentro ha tradotto in italiano le schede più interessanti e applicabili anche ad altre situazioni simili:

 


 

trova dati