Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

fitosorveglianza

Il punto di vista del Centro Antiveleni di Milano

A cura di Franca Davanzo e Paola Angela Moro, Centro Antiveleni di Milano A.O. Ospedale Ca’Granda, Milano

 

 

La forte e rapida espansione del mercato dei prodotti « naturali», utilizzati dalla popolazione a complemento o in sostituzione della terapia farmacologica convenzionale, ha portato all’immissione in commercio di prodotti estremamente eterogenei per formulazione, categoria merceologica ed inquadramento normativo. Molti di questi preparati, spesso composti da droghe vegetali non tradizionalmente usate in Europa, sono diffusi attraverso canali non facilmente controllabili dalle Autorità sanitarie (internet, preparazioni artigianali, importazione dall’estero da parte di privati) e venduti senza chiare finalità d’uso e senza specifiche precauzioni d’impiego.

 

La reale difficoltà di effettuare dei controlli adeguati sulle materie prime e sui prodotti finali per verificare la presenza e la concentrazione degli ingredienti e di eventuali contaminanti hanno portato alla esistenza in commercio di preparati potenzialmente dannosi se non utilizzati correttamente ed alla possibilità che le loro composizioni non corrispondano a quelle dichiarate in etichetta.

 

Inoltre, la diffusa convinzione che le sostanze naturali abbiano solo proprietà benefiche e che siano prive di effetti indesiderati, spinge la popolazione ad utilizzarle proprio in quelle situazioni nelle quali dovrebbero essere usate con maggior cautela, come la gravidanza, l’età pediatrica e l’allattamento.

 

In questo contesto il Centro Antiveleni di Milano, principale centro tossicologico italiano, costituisce una importante risorsa per la valutazione della sicurezza d’uso di questi prodotti da parte della popolazione. Il Centro, istituito nel 1967 dalla Regione Lombardia presso l’Azienda Ospedaliera Niguarda Ca’ Granda, offre un servizio di consulenza tossicologica h24 al quale possono accedere, tramite contatto telefonico diretto, sia i privati cittadini sia gli operatori sanitari (medici, veterinari, farmacisti). I medici del Centro Antiveleni, ricevendo segnalazioni in tempo reale da tutto il territorio nazionale, sono, quindi, in grado di rilevare tempestivamente eventuali effetti tossici dovuti all’uso (corretto o incongruo) di qualunque sostanza e di evidenziare delle problematiche sanitarie altrimenti difficilmente rilevabili.

 

L’ attiva collaborazione del Centro Antiveleni con le istituzioni e con gli organi che si occupano di Sanità Pubblica permette, inoltre, di mettere in atto interventi correttivi o preventivi, anche urgenti, come il ritiro dal commercio di prodotti contaminati o pericolosi o il sequestro di sostanze illegali.

 

Il contatto con il Centro Antiveleni in caso di problemi che insorgono in concomitanza con l’utilizzo di “prodotti naturali”, consente ai cittadini ed al personale sanitario di avere una consulenza tossicologica immediata e di essere guidati agli interventi diagnostici e terapeutici più appropriati per la definizione e la risoluzione del caso.