Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

salute globale

Le risoluzioni di salute pubblica dell’Assemblea mondiale della sanità 2009

28 maggio 2009 - La 62esima edizione dell’Assemblea mondiale della sanità, cui hanno partecipato i ministri della Salute e i funzionari sanitari degli Stati membri dell’Oms, si è conclusa con la definizione del Programma di bilancio 2010-2011 e con l’adozione di una serie di risoluzioni in materia di: assistenza sanitaria primaria; prevenzione e controllo della tubercolosi farmaco-resistente; salute pubblica; innovazione e proprietà intellettuale; preparazione a una pandemia di influenza. Pur essendo stata ridotta da 9 a 4 giorni per consentire ai vari delegati nazionali di ritornare ai rispettivi Paesi per mantenere alto il livello di allerta in caso di pandemia influenzale, l’abbreviazione della seduta non ha impedito di raggiungere accordi importanti sulle questioni più urgenti in materia di salute globale.

 

L’influenza A/H1N1

Durante l’Assemblea, Margaret Chan, direttore generale dell'Oms, ha sottolineato che, secondo quanto emerso da una consultazione di alto livello sulla nuova influenza A/H1N1, i criteri per valutare le fasi di allerta dell’influenza pandemica non devono limitarsi a considerazioni sulla diffusione geografica dell’epidemia. Per questa ragione, la decisione di dichiarare un’influenza pandemica è una responsabilità molto seria, soprattutto per la vulnerabilità delle popolazioni dei Paesi in via di sviluppo. I test di laboratorio, la ricostruzione dei contagi e l’analisi dei casi, infatti, sono misure che richiedono grandi risorse finanziarie.

 

Le risoluzioni

L’Assemblea ha approvato 16 risoluzioni, e tra queste le più rilevanti sono:

  • la definizione di standard per la prevenzione e il controllo della tubercolosi farmaco-resistente
  • la messa a punto di una strategia globale e di un piano d’azione per la salute pubblica, l’innovazione e la proprietà intellettuale
  • il potenziamento della preparazione all’influenza pandemica attraverso la condivisione dei vaccini e di altri strumenti
  • la prevenzione della cecità che può essere prevenuta e dei danni alla vista
  • la definizione di un piano per far fronte alle implicazioni dei cambiamenti climatici sulla salute.

Le altre risoluzioni riguardano: le condizioni di salute nei territori palestinesi occupati, il rafforzamento dei sistemi sanitari, la medicina tradizionale, la riduzione delle disuguaglianze sanitarie attraverso azioni sulle determinanti sociali, il piano strategico a medio termine 2008-2013.

 

Sul sito dell’Oms leggi il comunicato stampa e visita il sito dell’Assemblea mondiale della sanità 2009.