Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

guadagnare salute

Guadagnare salute negli adolescenti: programma nazionale e progetti locali

Giuseppe Salamina, coordinatore del programma – direttore Struttura Complessa Ccm dell’Asl TO1

 

10 novembre 2011 - Promuovere strategie di prevenzione e promozione della salute in adolescenza comuni e condivise, sostenendo gli operatori sanitari nella progettazione e nella realizzazione di interventi di qualità che possano costituire la base per una strategia operativa nazionale: è l’obiettivo del programma nazionale “Guadagnare salute negli adolescenti”.

 

L’iniziativa, promossa dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm) del ministero della Salute, è affidata alla Regione Piemonte per il suo sviluppo e coordinamento. Con questo programma, il Ccm si propone di favorire lo sviluppo e l’integrazione di interventi di qualità in modo da superare alcune criticità quali la mancanza di un approccio intersettoriale e multilivello, la settorialità e parzialità delle attività previste e la scarsa continuità operativa e di programmazione.

 

“Guadagnare salute negli adolescenti” prevede l’organizzazione e la realizzazione di un piano nazionale di interventi coordinati e unitari su cinque aree tematiche:

  1. tabacco, alcol, sostanze
  2. incidenti stradali
  3. sessualità
  4. alimentazione, attività fisica
  5. salute mentale, benessere.

Per garantire e assicurare un supporto tecnico-scientifico alla progettazione e gestione dell’intero processo, la Regione Piemonte ha affidato il coordinamento del programma alla Struttura Complessa Ccm dell’Asl TO1 e al contempo ha promosso la creazione di un gruppo di lavoro nazionale composto da operatori sanitari di comprovata esperienza nel campo della prevenzione con gli adolescenti.

 

Sviluppo del programma a livello territoriale

Per ogni area tematica il gruppo di lavoro nazionale ha individuato, attraverso un percorso partecipato di confronto e discussione tra operatori, uno o due interventi considerati esperienze di buone pratiche o rivelatesi efficaci secondo i criteri delle evidenze scientifiche per essere esportati ed eventualmente adattati a livello locale. Alle Regioni e Province Autonome è stata offerta la possibilità di sperimentare sul proprio territorio gli interventi selezionati nel periodo di tempo 2010-2012, usufruendo di un finanziamento ad hoc e di un’azione costante di coordinamento e supervisione delle attività da parte del gruppo di lavoro nazionale.

 

Complessivamente, al programma hanno aderito 18 Regioni e 1 Provincia Autonoma per un totale di 69 progetti. Gli operatori sono accompagnati e sostenuti nello sviluppo a livello locale dei progetti scelti attraverso attività di formazione, monitoraggio e supervisione svolte, sia a distanza che in loco, da parte del gruppo di lavoro nazionale. Ad oggi è stata organizzata la formazione d circa 830 operatori così come è in corso il monitoraggio delle attività e la verifica delle azioni svolte. Sono stati messi a disposizione degli operatori materiali e strumenti per una corretta programmazione e implementazione di tutte le fasi del progetto scelto.

 

Sebbene le diverse risorse disponibili e procedure amministrative non abbiano permesso una sincronizzazione dei tempi e della durata dei singoli progetti su tutto il territorio nazionale, in gran parte delle realtà territoriali coinvolte nel programma sono già stati avviati gli interventi.

 

Il programma Guadagnare salute negli adolescenti può essere considerato, per il numero di operatori coinvolti e per la copertura territoriale, un’esperienza innovativa e un modello operativo trasferibile e replicabile. Nonostante il programma sia ancora in fase di esecuzione, esso costituisce una prima sperimentazione di creazione di un programma integrato e coordinato di interventi di prevenzione in adolescenza omogeneo su tutto il territorio nazionale.

 

Per conoscere nel dettaglio le Regioni aderenti, i progetti attivi in Italia e il loro stato di avanzamento è possibile consultare il sito web dedicato al programma.

 

 


 

trova dati