Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

giornata mondiale della salute

Giornata mondiale della salute 2006

Uno studio sulle risorse globali messe in campo per promuovere e difendere la salute nel mondo. Questo il tema del rapporto mondiale sulla salute 2006, pubblicato dall’Oms il 7 aprile in occasione della giornata mondiale della salute.

 

Un rapporto che punta il dito sulla drammatica scarsità delle risorse umane operanti in questo campo in almeno 57 Paesi del mondo, 36 dei quali si trovano nell’Africa sub-sahariana. Secondo quanto rilevato dall’Oms, per migliorare la situazione sanitaria in questi Paesi sarebbero necessari almeno 4 milioni di medici, infermiere, ostetriche, operatori e amministratori sanitari in più.

 

La carenza di risorse, combinata all’assenza di formazione e di conoscenze mediche e sanitarie, è infatti uno dei principali ostacoli alla capacità da parte dei sistemi sanitari di rispondere alle necessità che si pongono nel campo delle malattie croniche, dell’influenza aviaria e di altre importanti sfide.

 

La mancanza di personale qualificato è un problema cui nessun Paese è del tutto immune, secondo l’Oms. La situazione è però davvero drammatica nell’Africa sub-sahariana dove la combinazione di carenza di risorse umane qualificate con la presenza di una drammatica situazione relativa all’epidemia di Aids fa sì che ci siano solo 750 mila operatori sanitari professionisti in un’area in cui vivono 682 milioni di persone, per un rapporto di circa 1 ogni 900 persone. Un rapporto che sale invece da 10 a 15 volte nei Paesi dell’Ocse, dove l’invecchiamento della popolazione sta comunque mettendo a dura prova la capacità dei sistemi sanitari di operare in modo efficiente.

 

Non esistono, sempre secondo l’Oms, soluzioni uniche al problema ma ogni proposta va pensata e dimensionata a seconda della realtà locale, predisponendo misure che vanno dall’incentivazione economica agli operatori professionali a forme di sostegno e di valorizzazione del lavoro del personale sanitario che opera in aree, come quelle rurali, nelle quali si osservano situazioni di carenza particolarmente gravi. Riuscire a trattenere e a incrementare la presenza e l’operatività del personale sanitario è una sfida che è necessario vincere per garantire la possibilità di lavorare sia nel campo della prevenzione che in quello della risposta pronta ed efficace nel caso di infezioni, incidenti, traumi, epidemie e pandemie. Per questo, l’Oms ha deciso di dedicare al delicato e cruciale tema delle forze globali messe in campo per la salute la giornata mondiale della salute 2006.

 

Al rapporto la rivista medica Lancet dedica un editoriale di approfondimento, in cui vengono analizzati i punti critici del documento.

 

Guarda la mappa dei Paesi in cui è maggiore la carenza di personale sanitario.

 

Vai al sito Oms dedicato alla giornata mondiale della salute.

Scarica il rapporto.