Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Sars

Sars: prevenzione, controllo e formazione degli operatori

Gianni Gallo, Regione Veneto

 

 

Dopo la modifica del titolo V° della Costituzione l’attività di pianificazione e programmazione degli interventi in materia di tutela della salute è attribuita alla competenza delle Regioni e Province Autonome.

Nel  campo della prevenzione delle malattie infettive gli esiti degli interventi preventivi attuati in una regione sono strettamente collegati ed interdipendenti dalle azioni messe in atto in altre regioni in considerazione della contagiosità delle patologie da contrastare.

Gli Assessori alla Sanità e successivamente i Presidenti delle Regioni e Province Autonome hanno per questo motivo approvato un documento, attualmente proposto alla approvazione della Conferenza Stato-Regioni,  che individua le priorità di intervento nel campo della prevenzione delle malattie infettive.

Tra le sette priorità individuate è stata riconosciuta l’importanza di affrontare le malattie di importazione  ad elevata infettività, tra le quali oggi a buon titolo può essere compresa la SARS e,  si è prevista la predisposizione di un protocollo di intervento per la loro prevenzione e controllo.

La comparsa della SARS ha sensibilmente modificato e accresciuto il problema delle malattie ad alta infettività di importazione ma lo ha anche reso evidente a tutti.

E’ importante, pertanto, aumentare la conoscenza specifica della SARS, e dotare il personale di specifici protocolli di intervento, per permettere la prevenzione e il controllo ed evitare rischi di diffusione nel personale o nella comunità e gli eccessivi allarmismi che hanno accompagnato la comparsa di questa malattia.

 

Attività di formazione

 

Per garantire un omogeneo miglioramento delle conoscenze del personale il Coordinamento Interregionale della Prevenzione ha previsto di predisporre un piano di formazione rivolto al personale sanitario in tema di prevenzione e controllo della SARS.

Il Piano formativo ha questi due principali obiettivi:

  1. migliorare  e rendere omogenea l’informazione degli operatori sanitari in tema di SARS per garantire il necessario sviluppo delle attività assistenziali, diagnostiche e preventive adattando la normale attività alle specificità clinico-epidemiologiche di questa malattia;

  2. garantire una corretta informazione ai cittadini sulla SARS per evitare eccessivi allarmismi. L’informazione istituzionale in tema di SARS ha e, non può non avere, il suo principale punto di forza nell’azione quotidiana degli operatori sanitari dei Servizi delle ASL.

Per poter assicurare che tutti gli operatori interessati siano adeguatamente formati si  prevedono tre livelli di realizzazione del programma formativo, che si attivino a cascata:

  • Interregionale/nazionale

  • regionale

  • locale.

Il corso interregionale/nazionale si è tenuto a Venezia nei giorni 18 e 19 si settembre ha i seguenti principali obiettivi:

  • fornire una base di conoscenza comune sulla SARS ai referenti delle Regioni e Province Autonome che si occupano della sorveglianza e del controllo delle emergenze infettive;

  • agevolare la realizzazione di programmi organici di formazione del personale nelle Regioni e Province Autonome;

  • rendere disponibili dei percorsi formativi standard;

  • migliorare la capacità di condurre una informazione istituzionale in tema di SARS.

Al corso hanno partecipato oltre 70 persone in rappresentanza di 19 Regioni e Provincie Autonome.

 

Documento: La sindrome acuta respiratoria severa – SARS. Raccomandazioni per la prevenzione e il controllo

 

E’ stata inoltre definito il documento di tipo operativo redatto dal Gruppo tecnico di coordinamento interregionale per il controllo delle malattie infettive e le vaccinazioni.

I consigli e le raccomandazioni che sono presentati in questo documento, rivolto alla operatività dei servizi, si basano su aggiornate conoscenze scientifiche, sono stati elaborati in una ottica di Sanità Pubblica, secondo l’approccio della medicina basata sulle evidenze e hanno una finalità esclusivamente informativa.


 

trova dati