Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

sdo

Ultimi aggiornamenti

19/10/2017 - Ricoveri ospedalieri, i dati 2016

È on line l’ultima edizione del rapporto sull’attività di ricovero ospedaliero nel nostro Paese, realizzato dalla Direzione generale della Programmazione sanitaria del ministero della Salute. Dal documento, che presenta i dati 2016 raccolti dalle Schede di dimissione ospedaliera (Sdo), emerge un calo del volume di attività erogata dagli ospedali. Il numero complessivo di dimissioni per acuti, riabilitazione e lungodegenza mostra, infatti, una diminuzione rispetto all’anno precedente di circa il 2,7%, mentre il corrispondente volume complessivo di giornate si riduce di circa il 2,1%. Migliora l’appropriatezza del ricovero ospedaliero, come indica l’andamento dei ricoveri afferenti ai Drg (Diagnosis Related Group) a rischio di inappropriatezza se erogati in Regime di ricovero ordinario. Complessivamente, quindi, per i 108 Drg Lea si osserva una significativa deospedalizzazione, con un miglioramento dell'appropriatezza organizzativa e dell'efficienza nell'uso delle risorse ospedaliere. Per approfondire consulta il rapporto completo “Rapporto sull'attività di ricovero ospedaliero Sdo 2016” (pdf 7 Mb) e visita il sito del Ministero.

 

6/4/2017 - Ricoveri ospedalieri in Italia: i dati 2015

Sono stati 8.930.979 i ricoveri ospedalieri effettuati in Italia nel 2015, per un totale di 61.366.673 giornate, con una riduzione rispetto all’anno precedente di circa 209 mila ricoveri (-2,3%) e 573.168 giornate (-0,9%). Sono alcuni dei dati riportato nel Rapporto annuale sull'attività di ricovero ospedaliero (Dati Sdo 2015), a cura dell'Ufficio VI della D.G. programmazione sanitaria del Ministero della salute. Dai dati emerge che, rispetto al 2014, il tasso di ospedalizzazione per acuti, standardizzato per età e sesso in si riduce da 134,3 a 129,9 dimissioni per 1000 abitanti, suddiviso in 97 dimissioni (per 1000 abitanti) in regime ordinario e 32,9 in regime diurno (nell'anno precedente i valori erano, rispettivamente, 99,3 e 35 dimissioni per 1.000 abitanti); si osserva, inoltre, una discreta variabilità regionale. Per maggiori informazioni consulta il documento completo “Rapporto sull'attività di ricovero ospedaliero 2015” (pdf 7,3 Mb) e visita il sito del Ministero.

 

(14 gennaio 2016) Ricoveri ospedalieri in Italia: i dati sul primo semestre 2015

Nel primo semestre del 2015 sono state registrate 3.178.661 dimissioni per acuti in regime ordinario (-0,9% rispetto allo stesso periodo del 2014) e 877.627 in regime diurno (-4,7%), 170.730 dimissioni in riabilitazione e 54.635 dimissioni per lungodegenza. Non è possibile effettuare un confronto diretto dei valori assoluti (dimissioni, giornate) della pubblicazione riferita al primo semestre 2015 con quelli delle pubblicazioni annuali degli anni precedenti, mentre è possibile confrontare i valori espressi come percentuale o come tasso. Rispetto al primo semestre 2014 il tasso di ospedalizzazione in acuti si riduce da 98,5 dimissioni per 1000 abitanti in regime ordinario a 96,9 e da 29,6 a 28,1 dimissioni in regime diurno per 1000 abitanti. Inoltre, escludendo il parto, le principali cause di ospedalizzazione sono riconducibili a patologie cardiovascolari e respiratorie, interventi chirurgici per sostituzione di articolazioni maggiori o reimpianto degli arti inferiori. Sono alcuni dei dati presenti nel “Rapporto sull’attività ospedaliera per il primo semestre 2015” pubblicato a gennaio 2016 a cura della Direzione generale della programmazione sanitaria. Per maggiori informazioni visita il sito del ministero della Salute.

 

(3 settembre 2015) Ricoveri ospedalieri in Italia: i dati 2014

Sono stati 9.526.832 i ricoveri ospedalieri effettuati in Italia nel 2014, per un totale di 63.129.031 giornate, con una riduzione rispetto all’anno precedente di circa 315 mila ricoveri (-3,2%) e 1.184.000 giornate (-1,8%). La degenza media per acuti si mantiene pressoché costante da diversi anni intorno al valore di 6,8 giorni, mentre per le degenze medie per riabilitazione e per lungodegenza si osserva un decremento a partire dal 2009; per l’anno 2014 la degenza media per riabilitazione in regime ordinario è pari a 26,3 giorni mentre la degenza media per l’attività di lungodegenza è pari a 27,7 giorni. Sono alcuni dei dati riportato nel Rapporto annuale sull'attività di ricovero ospedaliero (Dati Sdo 2014), a cura dell'Ufficio VI della D.G. programmazione sanitaria del Ministero della salute. Per maggiori informazioni consulta il documento completo “Rapporto sull'attività di ricovero ospedaliero 2014” e visita il sito del Ministero.

 

(22 gennaio 2014) Ricoveri ospedalieri in Italia: i dati sul primo semestre 2014

Nel primo semestre del 2014 sono state erogate 3.208.701 dimissioni per acuti in regime ordinario (-6,2% rispetto allo stesso periodo del 2013) e 920.757 in regime diurno (-18,5%), 169.429 dimissioni in riabilitazione e 53.571 dimissioni per lungodegenza. Rispetto al primo semestre 2013 il tasso di ospedalizzazione in acuti si riduce da 107 a 98,5 dimissioni per 1000 abitanti in regime ordinario e da 37 a 29,6 dimissioni in regime diurno per 1000 abitanti. Inoltre, escludendo il parto, le principali cause di ospedalizzazione sono riconducibili a patologie cardiovascolari e respiratorie, interventi chirurgici per sostituzione di articolazioni maggiori o reimpianto degli arti inferiori. Sono alcuni dei dati presenti nel “Rapporto sull’attività ospedaliera per il primo semestre 2014” (pdf 5 Mb) pubblicato a gennaio 2015 a cura della Direzione generale della programmazione sanitaria. Per maggiori informazioni visita il sito del ministero della Salute.

 

(18 settembre 2014) Ricoveri ospedalieri in Italia: i dati sul 2013

Sono 9.842.485 i ricoveri ospedalieri erogati nel 2013, corrispondenti a un totale di 64.312.696 giornate, con una riduzione di circa 415 mila ricoveri (-4%) e di circa 2.394.000 giornate (-3,6%) rispetto all’anno precedente. La degenza media per acuti si mantiene intorno al valore di 6,8 giorni, mentre per le degenza medie per riabilitazione e per lungodegenza si osserva un decremento a partire dal 2009 e, per il 2013 la degenza media per riabilitazione in regime ordinario è pari a 25,7 giorni, e quella per l’attività di lungodegenza è di 27,6 giorni. Sono alcuni dei dati presenti nel “Rapporto annuale sull’attività ospedaliera per l’anno 2013” (pdf 7 Mb), pubblicato dal ministero della Salute a settembre 2014. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento sul sito del ministero della Salute.

 

(23 gennaio 2014) Ricoveri ospedalieri in Italia: i dati 2012

Nel 2012 sono stati erogati 10.257.796 ricoveri ospedalieri (contro i 10.749.246 dell'anno precedente). Rispetto al 2011, il numero complessivo di ricoveri ordinari per acuti si è ridotto del 2,9%, con una corrispondente diminuzione delle giornate di ricovero del 3,2% e dei cicli di day hospital del 10,3%.Sono alcuni dei dati presentati nel “Rapporto annuale sull’attività di ricovero ospedaliero relativi alle Schede di dimissione ospedaliera (Sdo) del 2012” (pdf 6 Mb), pubblicato a gennaio 2014 dal ministero della Salute. Per maggiori informazioni visita il sito del Ministero e scarica il documento completo (pdf 6 Mb).

 


 

trova dati