Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

chikungunya

Notiziario - 31 luglio 2008

Meeting report: l’Ecdc valuta il rischio di trasmissione della chikungunya per l’Europa

In seguito all’epidemia causata dal virus della chikungunya che si č verificata in Italia nell’estate del 2007, l’Ecdc ha costituito un gruppo di lavoro formato da 14 esperti provenienti da 10 Paesi dell’Unione europea, Svizzera e Stati Uniti per valutare i possibili determinanti di trasmissione della chikungunya associati al vettore Aedes albopictus in Europa. Le valutazioni di questo gruppo di lavoro sono state pubblicate in un meeting report in cui sono state descritte la capacitā vettoriale della zanzara tigre e la sua distribuzione geografica in Europa. Leggi il commento di Thomas Seyler (Cnesps).

 

Chikungunya: l’Ecdc pubblica un pacchetto informativo per la comunicazione

L’Ecdc ha pubblicato un pacchetto informativo per la comunicazione sulla chikungunya. Il materiale contiene informazioni e consigli utili per la prevenzione e il controllo del virus della chikungunya e si rivolge a tre target diversi: popolazione generale (che vive in aree endemiche), viaggiatori (che vanno in zone a rischio) e medici.

 

Umbria: piano di controllo 2008 contro la zanzara tigre

Con la rilevazione in Italia dei primi casi di chikungunya trasmessa all’uomo dalla zanzara tigre, la Asl 2 dell’Umbria ha predisposto un sistema di controllo integrato costituito da quattro azioni: comunicazione e informazione; distribuzione di prodotti larvicidi negli asili nido, nelle scuole elementari e nei centri di aggregazione; emissione di ordinanze con sanzioni per le inadempienze e controlli sulle attivitā a rischio; esecuzione di trattamenti larvicidi e adulticidi. Per maggiori informazioni leggi il comunicato (pdf 68 kb) della Asl 2 dell’Umbria sul piano di controllo 2008.