Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

febbre dengue

Documentazione

In Italia

 

Piano nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare (Aedes sp.) con particolare riferimento ai virus Chikungunya, Dengue e Zika – 2017

Il Piano regola la sorveglianza dei casi di malattia da virus Chikungunya, Dengue e Zika. Nonostante il sistema di sorveglianza dei casi umani sia attivo tutto l’anno, nel periodo di maggiore attività vettoriale (1 giugno-31 ottobre) viene potenziato su tutto il territorio nazionale, per permettere l’identificazione rapida dei casi e l’eventuale adozione immediata delle necessarie misure di controllo. Per approfondire consulta il documento completo “Piano nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare (Aedes sp.) con particolare riferimento ai virus Chikungunya, Dengue e Zika – 2017” pdf 919 kb).

 

Lotta alle zanzare, sì ma in sicurezza

Ma come difendersi dalle zanzare che ogni anno, con l’arrivo del caldo, si fanno più numerose? E come proteggersi al meglio e nel rispetto della nostra salute? Roberto Romi (Dipartimento Malattie infettive, Iss) aiuta a rispondere a queste domande nell’articolo “Lotta alle zanzare, sì ma in sicurezza” pubblicato sulla newsletter dell’Istituto superiore di sanità AllIss (Numero 04 - Giugno 2017).

 

Circolare Piano nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare (Aedes sp.) con particolare riferimento a virus Chikungunya, Dengue e virus Zika – 2016 del 16 giugno 2016 

Il Piano regola la sorveglianza dei casi di malattia da virus Chikungunya, Dengue e Zika. Nonostante il sistema di sorveglianza dei casi umani sia attivo tutto l’anno, nel periodo di maggiore attività vettoriale (1 giugno-31 ottobre) viene potenziato su tutto il territorio nazionale, per permettere l’identificazione rapida dei casi e l’eventuale adozione immediata delle necessarie misure di controllo. A questo proposito il Piano fornisce agli operatori sanitari indicazioni precise sulle procedure di segnalazione dei casi sospetti. Riguardo alla sorveglianza entomologica e alla valutazione dei diversi livelli di rischio di trasmissione, il documento sottolinea che Regioni e Comuni sono responsabili di effettuare tempestivamente le attività per il controllo delle zanzare invasive, applicando le raccomandazioni riportate (interventi di riduzione dei focolai larvali, interventi ordinari di controllo con prodotti larvicidi e interventi con uso di adulticidi in situazioni di elevata densità del vettore, ecc). Il Piano pone in evidenza l’importanza degli aspetti di comunicazione (corretta informazione, educazione alla salute, comunicazione del rischio, formazione) e delle misure di precauzione (e isolamento) nei confronti del paziente e dei familiari e/o conviventi. Per approfondire consulta il documento completo “Circolare Piano nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare (Aedes sp.) con particolare riferimento a virus Chikungunya, Dengue e virus Zika – 2016 del 16 giugno 2016” (pdf 845 kb), il comunicato stampa sul sito del ministero della Salute, le raccomandazioni del Cns e le raccomandazioni del Cnt.

 

Attività di disinfestazione per la tutela della sanità pubblica

Nota del 22 agosto 2016 (pdf 1 Mb) con cui il ministero della Salute si rivolge ai Comuni italiani per sottolineare l’importanza dell’attività di disinfestazione per la tutela della sanità pubblica.

 

Sorveglianza delle arbovirosi diverse da Chikungunya, Dengue, Zika e West Nile, e hantavirus – 2016

Nota del 25 agosto 2016 (pdf 620 Mb) con cui il ministero della Salute richiama l’attenzione di Regioni e Province Autonome sulla necessità di segnalare (tramite apposita scheda di notifica) gli eventuali casi umani relativi alle arbovirosi elencate nella tabella 1 della Nota.

 

La sorveglianza delle malattie virali emergenti e riemergenti in Italia: focus su zika, westnile e altre arbovirosi

Presentare un quadro delle complesse attività epidemiologiche, virologiche ed entomologiche in campo umano e veterinario relative alle Arbovirosi in Italia: questo l’obiettivo del convegno che si è svolto il 19 aprile 2016 all’Istituto superiore di sanità (pdf 490 kb). Per approfondire leggi la riflessione di Caterina Rizzo, Giulietta Venuti e Giovanni Rezza (Iss), consulta la pagina con i materiali (video e presentazioni) della giornata e consulta la pagina di presentazione sul sito del Mipi-Iss.

 

Sorveglianza dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori con particolare riferimento alla Chikungunya, Dengue, Zika virus e West Nile Disease

Circolare ministeriale, pubblicata a giugno 2014, che regola la sorveglianza epidemiologica dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori per la stagione estivo-autunnale 2014.

 

Centro nazionale sangue: sorveglianza Dengue

14 marzo 2014. Nota dall’Ecdc in risposta al quesito posto da Italia e Svezia relativo all’outbreak di febbre Dengue nell’isola di Madeira. Dalla nota si evince che l’ultimo caso autoctono nell’isola è stato riportato all’inizio del marzo 2013. Per questa ragione l’Ecdc suggerisce agli Stati membri di considerare la sospensione delle misure di prevenzione della trasmissione trasfusionale, basata sull’esclusione temporanea dei donatori che tornano dall’isola di Madeira, fino a che la situazione epidemiologica non subisca cambiamenti.

 

Sorveglianza dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori con particolare riferimento alla Chikungunya, Dengue e West Nile Disease - Aggiornamento 2013 (pdf 660 kb)

Circolare ministeriale, pubblicata a giugno 2013, che regola la sorveglianza epidemiologica dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori per la stagione estivo-autunnale 2013.

 

Indicazioni del Centro nazionale sangue relative alla stagione estivo-autunnale 2013

Sul sito del Cns è disponibile la documentazione relativa alle misure di prevenzione della trasmissione trasfusionale dell'infezione da WNV ai sensi del Decreto del Ministro della Salute 3 marzo 2005 'Protocolli per l'accertamento della idoneità del donatore di sangue e di emocomponenti’.

 

Indicazioni in merito alla trasmissione del Virus West Nile (Wnv) mediante trapianto d’organo, tessuti e cellule nella stagione estivo-autunnale 2013 (pdf 58 kb)

Documento pubblicato dal Centro nazionale trapianti a giugno 2013. Indica una linea di interventi per prevenire la trasmissione di Wnv da donatore e ricevente e per la tempestiva identificazione di infezioni da Wnv. Le misure preventive riguardano: trapianto di organi da donatore cadavere; trapianto di organi da donatore vivente; trapianto di tessuti da donatore cadavere e donatore vivente; trapianto di cellule staminali emopoietiche (Cse) da sangue midollare, periferico e cordonale. Leggi il Primo Piano sul sito del Centro nazionale trapianti.

 

Sorveglianza dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori con particolare riferimento alla Chikungunya, Dengue e West Nile Disease - Aggiornamento 2012 (pdf 1,2 Mb)

Circolare del ministero della Salute pubblicata a giugno 2012.