Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

malattie muscolo-scheletriche

Archivio 2005-2009

(23 settembre 2009) Protesi d’anca: basi per l’istituzione del registro nazionale

Il rapporto Istisan “Registro nazionale degli interventi di protesi d’anca: basi operative per l’implementazione” illustra l’organizzazione della raccolta dati del futuro registro nazionale degli interventi di protesi di anca, strutturato come federazione di registri regionali coordinati dall’Istituto superiore di sanità. Viene presentata un’analisi degli elementi che verranno utilizzati come base per l’istituzione del registro fornendo un riferimento per le attività future. Oltre a una rassegna dei progetti svolti e a un esame dell’attività chirurgica protesica effettuata in Italia tra il 2001 e il 2005, viene riportata la descrizione dell’organizzazione del Rolp (Registro ortopedico protesico lombardo). Infine, essendo la scheda di dimissione ospedaliera la chiave di volta di tutta l’architettura del registro, sono stati inclusi nella pubblicazione i risultati di uno studio di validità sulla Sdo condotto nella Regione Lazio. Scarica dal sito dell’Istituto superiore di sanità il rapporto Istisan 09/22 (pdf 1,4 Mb).

 

(3 aprile 2008) Trauma link: un portale per le patologie traumatiche in Emilia Romagna

L’Agenzia sanitaria e sociale regionale dell’Emilia Romagna, in collaborazione con un gruppo di professionisti delle aziende sanitarie della Regione, ha realizzato il sito Trauma link, dedicato alla patologia traumatica in Emilia Romagna. Il portale si rivolge a tutti gli operatori sanitari che prendono parte al processo di soccorso e assistenza dei pazienti traumatizzati, ma anche agli amministratori e ai ricercatori. Si propone di favorire e diffondere informazioni e conoscenze tecniche e scientifiche sul trauma grave e, in prospettiva, di creare un vero e proprio network professionale. Fra i servizi offerti dal sito, informazioni sul sistema integrato di assistenza ai traumi, rapporti sulle attività del registro traumi regionale, una banca dati bibliografica e gli appuntamenti in Regione (corsi, seminari, convegni).

 

(14 giugno 2007) Protesi d’anca: verso il registro nazionale

Il 23 marzo 2007 si è svolto all’Istituto superiore di sanità (Iss) il workshop “Registro nazionale degli interventi di protesi di anca: stato dell’arte e prospettive future”. A quasi tre anni dall'inizio dell'attività, è stato fatto il punto sulla situazione attuale e sono stati analizzati i possibili sviluppi futuri. Sono stati approfonditi sia gli aspetti normativi che quelli tecnici ed è stato dato spazio alle esperienze maturate sinora: in questi anni, infatti, alcune Regioni hanno avviato o continuato con successo l'attività di registrazione, mentre altre hanno sperimentato la raccolta dati per un periodo limitato. Su EpiCentro, il rapporto e le presentazioni del workshop.

 

(22 dicembre 2005) La Bone and Joint Decade 2000-2010

Migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da disordini dell’apparato muscolo-scheletrico, patologie che affliggono centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, con costi sanitari, sociali ed economici molto alti. La Bone and Joint Decade è un’iniziativa internazionale cui hanno aderito finora 60 governi, tra cui quello italiano. Lo scopo è sensibilizzare le istituzioni, la comunità scientifica e la collettività, attraverso una migliore conoscenza di queste malattie e la promozione di azioni volte non solo a combattere la sofferenza dei pazienti, ma anche a contenere e razionalizzare i costi diretti e indiretti.

Il workshop annuale del network italiano, che si è tenuto all’Iss lo scorso 13 dicembre, ha costituito un momento di sintesi, confronto e aggiornamento sulle attività svolte nell’ambito della Decade, oltre a un’opportunità per la promozione di nuove collaborazioni e iniziative. Leggi il commento e la presentazione del workshop, a cura di Marina Torre, del Cnesps.

 

(17 novembre 2005) Il ricorso alle protesi d’anca in Italia

L'Istituto superiore di sanità dal 2002 è coinvolto in studi riguardanti la valutazione dell'esito dell'intervento di protesi d'anca e l'istituzione di registri degli impianti. Per quanto riguarda quest'ultimo aspetto, ha partecipato a un progetto coordinato dagli Istituti ortopedici Rizzoli per l'implementazione del registro in 5 Regioni italiane (Emilia-Romagna, Puglia, Lazio, Toscana, Campania) con il compito di valutare l'estendibilità di questa attività a livello nazionale. Il rapporto Istisan 5/18 “Progetto per l’istituzione del Registro nazionale degli interventi di protesi di anca” (pdf 2,8 Mb) riunisce i contributi di tutte le Regioni e Province autonome, delle società scientifiche e del ministero della Salute che si sono resi disponibili a realizzare il Registro nazionale degli interventi di protesi di anca. Ne emerge un accordo generale sulla necessità di disporre di un registro per garantire la rintracciabilità del dispositivo, ottenere evidenze sulla sua efficacia, garantire una base di dati affidabile per studi di outcome. Leggi la presentazione dell'iniziativa a cura di Marina Torre, del Cnesps.

 

 


 

trova dati