Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Tubercolosi

Ultimi aggiornamenti

16/11/2017 - Consultazione pubblica per la Linea Guida sul contrasto della Tubercolosi tra gli immigrati in Italia

Il 13 novembre scorso è iniziata una consultazione pubblica via web del documento “Linea Guida per il contrasto della Tubercolosi tra gli immigrati in Italia” prodotto da Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e il contrasto delle malattie della povertà (Inmp), Istituto superiore di sanità (Iss) e Società italiana medicina delle migrazioni (Simm). Il documento, scaricabile previa registrazione dal sito Inmp, rimarrà disponibile fino al 27 novembre 2017. Per maggiori informazioni e per partecipare alla consultazione pubblica visita il sito Inmp.

 

2/11/2017 - Tubercolosi in Emilia-Romagna. Aggiornamento epidemiologico 2013-2016

Tra il 2013 e il 2016, in Emilia-Romagna sono stati osservati mediamente 8,7 casi di tubercolosi per 100 mila abitanti all’anno (con 11,5/100 mila abitanti la Ausl di Bologna è quella che ha registrato i valori più elevati) e, analizzando il periodo 1999-2016, si osserva un andamento decrescente del tasso di incidenza a partire dal 2010. Per quanto riguarda l’età al momento della segnalazione è stato osservato che i casi incidenti sono calati tra gli over 65 mentre, nel 2016, sono aumentati in modo significativo nella fascia di età 15-24 anni. In generale l’età media dei casi è diminuita, passando da 53,9 casi nel 1999 a 40,5 nel 2016. Sono alcuni dei dati che emergono dall’Aggiornamento epidemiologico sull’andamento della tubercolosi in Emilia-Romagna per gli anni 2013-2016 pubblicato a ottobre 2017. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 696 kb).

 

2/11/2017 - Oms: nuove fact sheets

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) aggiorna le fact sheets di alcune malattie infettive. Diverse le informazioni disponibili per cittadini e operatori: dai sintomi al trattamento della patologia, dai principali dati epidemiologici alle principali strategie di prevenzione. Consulta le fact sheets aggiornate per Tubercolosi, Epatite C, morbillo.

 

27/4/2017 - Migranti e Tb: il monitoraggio dell’Ecdc

L’Ecdc ha pubblicato il terzo aggiornamento del suo Rapid Risk Assessment sul rischio di trasmissione della tubercolosi multi resistente (Mdr Tb) tra i migranti in arrivo in Europa. Il testo ricorda l’importanza che ricoprono l’identificazione tempestiva di casi con Tb attiva e la verifica della suscettibilità ai farmaci tra i migranti in arrivo dal Corno d’Africa, per offrire adeguato trattamento e ridurre la trasmissione e prevenire nuovi casi. Per maggiori informazioni consulta il sito Ecdc e scarica il documento completo (pdf 558 kb).

 

23/3/2017 - World Tb Day 2017: uniti contro la tubercolosi

La Giornata mondiale contro la tubercolosi (World TB Day), che ricorre ogni anno il 24 marzo, quest’anno è focalizzata sulle azioni necessarie per abbattere stigma, discriminazione e marginalizzazione legate alla malattia, e superare le barriere che impediscono l’accesso alle cure. Nel 2015, infatti, un terzo delle persone malate di Tb non hanno avuto accesso a cure di qualità. Attraverso lo slogan “Leave No One Behind” (non tralasciare nessuno) prosegue la campagna Unite to End TB (Unirsi per mettere fine alla Tb) avviata lo scorso anno per ricordare l’importanza di un impegno globale per raggiungere gli obiettivi della “End TB Strategy” per il 2030: riduzione del 90% del numero di decessi per Tb e riduzione del 80% dell’incidenza di casi rispetto al 2015. Con oltre 10 milioni di nuove infezioni registrate nel 2015 (di cui circa 60 mila nei Paesi dell’Unione europea e dello Spazio economico europeo), la tubercolosi continua a essere un importante problema di sanità pubblica, causando, ogni anno, quasi due milioni di decessi, la maggior parte (95%) nei Paesi in via di sviluppo. Per maggiori informazioni consulta le pagine dedicate alla Giornata sui siti dell’Organizzazione mondiale della sanità, del Centro europeo per il controllo delle malattie e dell’Oms Europa.