Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

attività fisica

I livelli di attività fisica degli anziani italiani: i dati di Passi d’Argento

3 aprile 2014 - Una regolare attività fisica protegge gli ultra64enni da numerose malattie, previene le cadute e migliora la qualità della vita, aumentando anche il benessere psicologico. È correlata direttamente alle condizioni complessive di salute: può essere notevolmente limitata o assente nelle persone molto in là con l’età e con la difficoltà nei movimenti. Per questo, la quantità di attività fisica “raccomandabile” varia a seconda delle condizioni generali di salute e dell’età. La sorveglianza Passi d’Argento (2012-2013) ha adottato un sistema di valutazione dell’attività fisica (Physical Activity Score in Elderly: Pase) che tiene conto, in maniera semplice, delle diverse esigenze della popolazione anziana prendendo in considerazione le attività sportive, quelle ricreative (ginnastica e ballo), i lavori di casa pesanti o il giardinaggio.

 

Il punteggio Pase permette di “quantificare” il livello di attività fisica svolta da ciascuna persona. Per ogni attività che l’anziano riferisce di aver svolto nei 7 giorni precedenti l’intervista, (tra attività di svago e attività fisica strutturata, attività casalinghe e sociali o attività di lavoro) viene stimato un punteggio che tiene conto del tempo dedicatovi, o della sola partecipazione, e del tipo di attività più o meno intensa. Per ogni intervistato viene calcolato il punteggio Pase totale, sommando i punteggi delle singole attività riferite. Più attiva è la persona più alto sarà il suo punteggio Pase totale (per un range che varia da 0 a 400-450).

 

Il valore medio del punteggio Pase, stimato sulla popolazione ultra64enne partecipante a Passi d’Argento nel biennio 2012-2013 (16.811 intervistati fra i residenti nelle 116 Asl del territorio nazionale) è risultato pari a 94,2.

 

Figura 1. Valori medi del punteggio Pase. Valori medi standardizzati per classi di età, 65-74 e 75 e più, e genere. Popolazione ultra64enne residente in Italia. Passi d’Argento 2012-2013

 

 

N.B. Lombardia, Marche e Friuli Venezia Giulia sono rappresentate da una sola Azienda sanitaria. In bianco, le Regioni non partecipanti.

 

Nella mappa sono mostrati i punteggi medi Pase regionali, standardizzati per sesso ed età. Si evidenziano livelli di attività fisica anche molto differenti fra gli ultra64enni delle diverse Regioni (range fra 79,3 della Campania e 129,2 della Valle d’Aosta) con un marcato gradiente Nord-Sud che, pur in assenza di livelli soglia definibili, suggerisce ampi spazi di miglioramento.

 

Bibliografia

Gruppo Tecnico di Coordinamento del sistema di sorveglianza Passi d’Argento, Luzi P (Ed.). Sperimentazione Passi d’Argento (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia): verso un sistema nazionale di sorveglianza della popolazione ultra64enne. Roma: Istituto Superiore di Sanità; 2013. (Rapporti Istisan 13/9).