Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

celiachia

Aspetti epidemiologici

In Italia

 

Revisione a cura di Marco Silano – Dipartimento Sicurezza alimentare, nutrizione e sanità pubblica veterinaria, Iss

 

18 maggio 2017 – La celiachia è l’intolleranza alimentare più frequente e la stima della sua prevalenza si aggira intorno all’1%: è stato calcolato che nella popolazione italiana il numero teorico di celiaci si aggiri intorno ai 600.000, contro i quasi 183.000 ad oggi diagnosticati.

 

I dati italiani vengono pubblicati ogni anno nella Relazione al Parlamento, di cui l’ultima è stata pubblicata a dicembre 2016.

 

Al 31 dicembre 2015 i celiaci diagnosticati sono 182.858, di cui 129.225 femmine e 53.633 maschi. Rispetto alla prima Relazione annuale (2007), le diagnosi sono passate da 64.398 a 182.858, grazie soprattutto alla sensibilizzazione dei medici e degli operatori sanitari.

 

Le Regioni che hanno registrato il più alto numero di diagnosi sono la Campania (2268) e la Lombardia (1867) mentre per il maggior numero di celiaci residenti il primo posto è della Lombardia (32.408 celiaci) e il secondo posto, a pari merito, di Campania e Lazio (17.777) celiaci).

 

La celiachia risulta concentrata nella fascia di età tra i 19 e i 40 anni (quasi il 35,12%), a seguire quella che va dai 41 ai 65 anni (30,58%).

 

 

 

 

fonte ministero della Salute -

 

Risorse utili