Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

diabete

Ultimi aggiornamenti

9/11/2017 - World Diabetes Day 2017: donne e diabete

Nel periodo 2013-2016, il 5% delle donne italiane di età compresa tra i 35 e i 69 anni dichiara di aver ricevuto la diagnosi di diabete da un operatore sanitario. La prevalenza cresce con l’età, è più frequente nelle donne che risiedono nelle Regioni del Sud e nelle Isole, tra chi dichiara di avere molte difficoltà economiche ad arrivare a fine mese e fra chi ha un basso livello di istruzione. Tra le donne che riferiscono la diagnosi di diabete, più di una su 3 è obesa, 1 su 2 è inattiva fisicamente, quasi il 90% consuma poca frutta e verdura e il 16% è fumatrice. È quanto emerge dai dati del sistema di sorveglianza Passi dell’Istituto superiore di sanià (Iss) rielaborati, in occasione del World Diabetes Day 2017, su un campione di quasi 55 mila donne italiane (35-69enni) intervistate nel quadriennio 2013-2016. Leggi l’approfondimento a cura di Maria Masocco e Valentina Minardi (Gruppo tecnico Sistema di sorveglianza Passi, Iss).

 

9/3/2017 - CHRODIS: Zsuzsanna Jakab (Oms) alla conferenza finale

Oltre 200 persone hanno partecipato alla conferenza finale di CHRODIS la Joint Action (JA) europea dedicata alle malattie croniche e alla promozione dell’invecchiamento “in salute” nel corso della vita. Nella sua introduzione, Zsuzsanna Jakab (Direttore dell’Oms Europa) ha sottolineato l’importanza, al fine di ridurre il peso delle patologie non trasmissibili, di un approccio life course, di ambienti favorevoli e sistemi sanitari centrati sulle persone, proprio come evidenziato anche dai risultati di CHRODIS. Molti sono infatti i collegamenti potenziali tra l’Action Plan europeo dell’Oms per la prevenzione e il controllo delle malattie croniche (adottato dagli Stati membri nel 2016) e la JA. Tra questi: l’impegno per migliorare la prevenzione, la gestione e la cura; interventi evidence based a livello di popolazione e individuale; il rafforzamento delle capacità e supporto ai policy maker; ecc. In occasione della conferenza la JA-CHRODIS ha presentato il documento “Building on JA-CHRODIS What can we do to plan and implement practices to reduce the burden of chronic diseases?” che contiene 12 raccomandazioni (12 step) per contrastare le patologie croniche. Carlos Segovia, coordinatore della JA, ha dichiarato che i 12 step sintetizzano in poche frasi concise tre anni di lavoro della JA, e possono rappresentare uno strumento per decisori e professionisti sanitari nel loro lavoro dedicato alla prevenzione e cura delle malattie croniche. Per maggiori informazioni consulta il comunicato stampa sul sito dell’Oms, il comunicato stampa sul sito della JA-CHRODIS (pdf 123 kb) e il documento completo “Building on JA-CHRODIS What can we do to plan and implement practices to reduce the burden of chronic diseases?” (pdf 460 kb).

 

12/1/2017 - Bollettino epidemiologico nazionale: una monografia sul diabete

Quattro articoli per una monografia dedicata interamente al diabete: il nuovo numero del Bollettino epidemiologico nazionale (Ben) esibisce una nuova forma grafica e presenta alcune esperienze locali e una europea. Il sito del Ben offre ai suoi lettori anche due nuovi strumenti utili come il “cerca dedicato alle sue pagine” e la lista completa degli articoli in tabella interattiva. Per approfondire consulta il Ben – (Notiziario Iss, Volume 29 – Numero10) e i quattro articoli che lo compongono:

 


 

trova dati