Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Infezioni da hpv e cervicocarcinoma

Archivio 2007-2006

(13 dicembre 2007) Osservatorio nazionale screening: aggiornate le “100 domande”

Le cento domande sull’Hpv, pubblicate a luglio 2007 sul sito dell’Osservatorio nazionale screening (Ons), sono state aggiornate in occasione dell’introduzione in commercio del secondo vaccino. In particolare, le revisioni riguardano il documento di informazioni approfondite per le utenti.

 

(6 dicembre 2007) Carcinoma della cervice uterina: la delibera della Regione Lombardia

La Regione Lombardia, con una delibera della Giunta regionale (pdf 185 kb) del 21 novembre 2007, ha attivato un percorso per definire gli interventi di prevenzione complessivi ed essenziali al contenimento del carcinoma della cervice uterina. Il programma prevede: analisi dei dati di incidenza e di mortalità di questa patologia, potenziamento dello screening con Pap test, avvio di un sistema di sorveglianza sulla circolazione dei ceppi di papillomavirus, offerta della vaccinazione alle dodicenni. Si è inoltre indicata la necessità di mettere a punto protocolli di qualità per l’offerta del vaccino alle donne, al di fuori della coorte delle dodicenni, che la richiedano in regime di co-payment.

 

(15 novembre 2007) La strategia per l’offerta attiva del vaccino

Continua la pubblicazione di materiali utili per la formazione degli operatori: una serie di diapositive, a cura del ministero della Salute e del Cnesps, presentano la strategia per l’offerta attiva del vaccino contro l’infezione da Hpv in Italia.


(6 novembre 2007) Hpv: le vaccinazioni nelle Regioni italiane
Sul web le informazioni sull’introduzione della vaccinazione anti-Hpv nelle Regioni italiane. I dati pubblicati sono stati raccolti grazie alla compilazione on line di un questionario (predisposto da un gruppo di lavoro del Coordinamento interregionale in collaborazione con il Reparto epidemiologia delle malattie infettive del Cnesps) da parte dei referenti regionali per le malattie infettive e vaccinazioni. Leggi il rapporto (pdf 24 kb). Consulta le diapositive sull’epidemiologia dell’infezione genitale da Hpv (pdf 199 kb), sui vaccini in commercio (pdf 805 kb) e quelle sugli screening (pdf 338 kb).

 

(19 luglio 2007) Osservatorio nazionale screening: ecco le “cento domande”

Sul sito dell’Osservatorio nazionale screening sono state pubblicate le cento domande sull’Hpv, una serie di documenti sul papillomavirus umano sotto forma di domande e risposte. Due sono rivolti sia alle utenti che agli operatori dei programmi di screening citologico, dei consultori e degli ambulatori vaccinali, mentre il terzo è solo per gli operatori.

 

(31 maggio 2007) Infezioni da Hpv e strategie di prevenzione in Italia
Due studi condotti di recente in Italia valutano la distribuzione degli Hpv in un campione di 414 donne (prevalentemente originarie delle regioni Campania e Lombardia) e la prevalenza delle infezioni da Hpv in 45 donne africane (di cui 14 Hiv positive e 31 Hiv negative) con storia di prostituzione e Pap test normale (43 su 45) o anomalo (2 su 45).

Complessivamente, i tipi di Hpv ad alto rischio sono stati identificati nel 16,9% delle donne italiane con cervice normale e, rispettivamente, nel 50,5%, 69,2% e 78,5% delle donne con lesioni di basso grado, lesioni di alto grado e carcinoma invasivo della cervice. L’Hpv 16 è il genotipo più frequente, con una prevalenza dell’8,7%.

Nel campione di donne africane, invece, la prevalenza di infezione da Hpv è del 42,2%, con un massimo del 57,1% nelle donne Hiv-positive. In questo campione si è osservata una bassa prevalenza di Hpv 16 e l’assenza del 18, comunemente presenti, invece, nella popolazione italiana. Scarica lo studio (pdf 90 kb).

 

(10 maggio 2007) Hpv e rotavirus: lo stato dell’arte delle politiche vaccinali europee

Il gruppo di lavoro Venice (Vaccine European New Integrated Collaboration Effort) ha effettuato un’indagine per seguire e monitorare le politiche, le scelte e le strategie di vaccinazione contro Hpv e rotavirus in Europa. Alla fine di marzo 2007 Germania, Austria, Francia e Italia hanno deciso di includere la vaccinazione anti Hpv nei propri programmi di immunizzazione nazionali. Più complessa e articolata la situazione relativa al rotavirus. Per i dettagli, leggi l’articolo di Eurosurveillance (in italiano, in inglese).

 

(15 marzo 2007) Aifa: via libera al vaccino per l’Hpv

L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha deciso la commercializzazione e le modalità di rimborso del vaccino per la prevenzione delle lesioni causate da papillomavirus umano (Hpv), tipi 6, 11, 16 e 18. Hpv 16 e 18 sono responsabili del 70% dei casi di cancro cervicale, che ancora oggi provoca ogni anno in Italia oltre 1000 morti. Il vaccino è stato classificato in classe H-RR, ovvero può essere somministrato gratuitamente dalle strutture pubbliche alla coorte di popolazione che maggiormente ne può beneficiare, ossia le ragazze dodicenni. La decisione dell’Aifa fa dell’Italia il primo Paese europeo ad adottare una strategia vaccinale pubblica contro il papillomavirus umano. Circa 280.000 dodicenni saranno chiamate a una vaccinazione con una dose iniziale e due richiami a distanza, rispettivamente, di due e sei mesi dalla prima dose. La spesa prevista a carico del Servizio sanitario nazionale è di circa 75 milioni di euro l’anno. Leggi l’approfondimento, a cura della redazione di EpiCentro.