Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Infezioni da hpv e cervicocarcinoma

Archivio 2014

(18 dicembre 2014) Vaccinazioni anti-Hpv: i motivi della non vaccinazione in Italia

Paura delle reazioni avverse, discordanza tra indicazioni e consigli medici e scarsa informazione sono gli ostacoli più frequenti alla vaccinazione anti-Hpv. Gli operatori sanitari sono ritenuti dalle famiglie la fonte più affidabile d’informazioni sulla vaccinazione contro l’Hpv e giocano un ruolo fondamentale nel processo decisionale. Pertanto è importante investire sulla loro formazione, includendo gli aspetti relativi alla comunicazione, affinché i genitori ricevano informazioni esaustive, chiare, trasparenti e omogenee. La creazione di un network di sanità pubblica intorno alle vaccinazioni permetterebbe la collaborazione tra servizi vaccinali e operatori sanitari del territorio, lo scambio di informazioni, la condivisione di messaggi comuni e degli strumenti comunicativi per offrire la vaccinazione. Sono queste alcune delle conclusioni dell’indagine condotta, nell’ambito del progetto Valore, tra le famiglie delle ragazze non vaccinate per comprendere i motivi di mancata vaccinazione. I risultati sono stati pubblicati a novembre 2014 sulla rivista Bmc Infectious Disease nell’articolo “Exploring reasons for non-vaccination against human papillomavirus in Italy”. Per maggiori informazioni sul progetto Valore, visita la pagina dedicata.

 

(11 dicembre 2014) Prevenzione e controllo del cancro della cervice uterina: la nuova guidance Oms

Una panoramica su quello che è, o dovrebbe essere, un approccio completo alla prevenzione e al controllo del cancro della cervice: è ciò che offre la nuova guida "Comprehensive cervical cancer control: a guide to essential practice", pubblicata dall’Oms a dicembre 2014. Il documento, pensato per decisori e operatori sanitari, vuole essere uno strumento pratico per affrontare con maggior efficacia una malattia responsabile globalmente di oltre 270 mila decessi l’anno, l’85% dei quali in Paesi in via di sviluppo. La guida, che aggiorna l’edizione del 2006, include i recenti sviluppi nella tecnologia e le strategie che potrebbero migliorare l’accesso delle donne ai servizi di prevenzione, diagnosi e cura del tumore della cervice. Tra le principali indicazioni fornite dal documento: vaccinare le ragazze tra i 9 e i 13 anni d’età con due dosi di vaccino anti-Hpv; introdurre il test Hpv per lo screening del tumore cervicale; estendere la comunicazione a un’audience più ampia che includa decisori, operatori sanitari, famiglie, adolescenti e insegnanti; affrontare le disuguaglianze; incentivare la collaborazione tra servizi, professionisti, organizzazioni e programmi di salute diversi per garantire il successo della prevenzione e del controllo del cancro cervicale. Per approfondire leggi il documento completo (pdf 4,7 Mb).

 

(4 dicembre 2014) Hpv e tumore cervicale: l’Oms aggiorna le fact sheet

I papillomavirus sono virus estremamente comuni in tutto il mondo e, degli oltre 100 tipi di Hpv, 13 sono definiti Hpv ad alto rischio e sono collegati all’insorgenza di vari tipi di tumori, soprattutto quello cervicale. Sono alcuni dei dati riportati dall’Oms nelle fact sheet sul’Hpv, aggiornate a novembre 2014.

 

(20 novembre 2014) Coperture vaccinali: i dati al 30 giugno 2014

È disponibile il nuovo rapporto semestrale sullo stato di avanzamento della campagna vaccinale per l’Hpv, con i dati regionali di copertura vaccinale. Al 30 giugno 2014, una copertura per ciclo completo di vaccino del 70% è stata raggiunta da 12 Regioni per la coorte di nascita 1997, da 14 Regioni per la coorte 1998, da 13 Regioni per la coorte di nascita 1999, da 10 per la coorte 2000 e solo da 6 Regioni per la coorte 2001. Dopo quattro anni dall’avvio del programma di immunizzazione contro l’Hpv, la copertura vaccinale sembra essersi stabilizzata intorno al 70%, senza mostrare l’incremento atteso nelle nuove coorti invitate. Continua a essere evidente una variabilità tra i dati regionali, che contrasta con la necessità di garantire in modo uniforme a tutta la popolazione un uguale diritto di accesso agli interventi di prevenzione vaccinale che rientrano nei Livelli essenziali di assistenza (Lea). Sono alcune delle informazioni che emergono dal rapporto a cura del Reparto di epidemiologia di malattie infettive del Cnesps-Iss in collaborazione con il coordinamento Interregionale della Sanità Pubblica. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 116 kb).

 

(3 luglio 2014) Progetto Valore: il rapporto Istisan

On line il rapporto Istisan 13/47 “Progetto Valore (VAlutazione LOcale e REgionale delle campagne di vaccinazione contro l’Hpv): favorire l’adesione consapevole alla vaccinazione”, pubblicato a luglio 2014. Il documento fa il punto sui risultati del progetto, condotto nel periodo 2011-2013, con l’obiettivo di identificare azioni utili a migliorare l’adesione alla vaccinazione contro l’Hpv. Per maggiori informazioni scarica il rapporto Istisan e visita le pagine di EpiCentro dedicate al progetto, ai risultati e alla descrizione dei materiali comunicativi realizzati da Regioni e Asl.

 

(8 maggio 2014) Settimana europea delle vaccinazioni: ancora nuovi materiali

Conclusasi qualche giorno fa, la Settimana europea delle vaccinazioni (European Immunization Week, Eiw) è stata l’occasione, per lo European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc) e l’Ufficio europeo dell’Oms, di diffondere numerosi materiali divulgativi e far conoscere gli ultimi dati disponibili sull’argomento. Nelle scorse settimane EpiCentro ha rilanciato i principali ai quali si aggiunge “Hpv vaccination in Eu countries: review of new evidence”, un articolo pubblicato sul sito dedicato alla Settimana e focalizzato sulle nuove evidenze che riguardano l’uso del vaccino nei maschi e l’efficacia della schedula a due dosi. Per maggiori informazioni sulle attività condotte negli Stati membri durante la Eiw, visita la pagina sul sito dell’Oms Europa.

 

(28 aprile 2014) Campagna vaccinale per l’Hpv: i dati al 31 dicembre 2013

È on line il rapporto semestrale con i dati di copertura vaccinale anti-Hpv. Al 31 dicembre 2013, una copertura per 3 dosi di vaccino del 70% è stata raggiunta da 13 Regioni per la coorte di nascita 1999, da 15 Regioni per la coorte 1998, da 11 Regioni per la coorte di nascita 1999, da 7 per la coorte 2000 e solo da due Regioni per la coorte 2001. Dopo 4 anni dall’avvio del programma di immunizzazione contro l’Hpv, la copertura vaccinale per tre dosi di vaccino sembra essersi stabilizzata intorno al 69%, senza mostrare l’incremento atteso nelle nuove coorti invitate. Continua a essere evidente una variabilità tra i dati regionali, che contrasta con la necessità di garantire in modo uniforme a tutta la popolazione italiana un uguale diritto di accesso agli interventi di prevenzione vaccinale che rientrano nei livelli essenziali di assistenza. Sono alcune delle informazioni che emergono dal nuovo rapporto a cura del Reparto di epidemiologia di malattie infettive del Cnesps-Iss in collaborazione con il coordinamento Interregionale della Sanità Pubblica. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 116 kb).

 


 

trova dati