Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Influenza

Archivio 2006

(30 novembre 2006) La campagna del ministero per la vaccinazione antinfluenzale

È partita la campagna del ministero della Salute per la promozione della vaccinazione antinfluenzale: scarica la brochure (pdf 660 kb) e la locandina (pdf 545 kb). Attivato anche il numero verde 800 424242. Per approfondimenti, consulta il sito del Ccm.
Prosegue intanto la discussione su EpiCentro sull’efficacia e la sicurezza della vaccinazione contro l’influenza: questa settimana, l’intervento di Luisella Grandori.

 

(23 novembre 2006) Vaccinazione antinfluenzale: via al dibattito

Un articolo pubblicato sul ritish Medical Journal il 28 ottobre scorso affronta il tema dell’efficacia e della sicurezza della vaccinazione antinfluenzale, la cui offerta stagionale è in corso in Italia: leggi la nuova discussione su EpiCentro.

 

(23 novembre 2006) Vaccinazione in età pediatrica: il rapporto della Siaip

La Commissione vaccini della Società italiana di allergologia e immunologia pediatrica (Siaip) ha pubblicato un nuovo documento sulla vaccinazione antinfluenzale in età pediatrica. L’obiettivo del gruppo di studio è la formulazione di pareri e raccomandazioni in ambito vaccinale. Il testo, diffuso anche in lingua inglese dalla newsletter V&I del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), è una revisione dei principali argomenti legati alla vaccinazione antinfluenzale: dall’epidemiologia alla sicurezza ed efficacia del vaccino, dalle indicazioni per la vaccinazione alle strategie di aumento della copertura vaccinale. La parte finale del lavoro individua una serie di azioni per l'Italia, la necessità di raccogliere dati epidemiologici e virologici e quella di orientare le strategie vaccinali in età pediatrica in modo da favorire le priorità.

 

(16 novembre 2006) Vaccinazione antinfluenzale: considerazioni sull’efficacia

Un articolo dell’epidemiologo Tom Jefferson, recentemente pubblicato sul British Medical Journal, mostra i dati di efficacia e sicurezza disponibili sulla vaccinazione antinfluenzale, la cui offerta stagionale è appena iniziata in Italia. La revisione sistematica di Jefferson considera i risultati di 64 studi epidemiologici pubblicati in letteratura e riferiti alla vaccinazione degli anziani ultrasessantacinquenni e valuta l’efficacia della vaccinazione antinfluenzale nella prevenzione di diversi esiti, tra cui effetti collaterali, ricoveri e mortalità.

Leggi l’articolo di Tom Jefferson sul Bmj e il commento del Cnesps.

 

(2 novembre 2006) Ecdc: in Israele nessun legame tra decessi e vaccinazione

In Israele sono stati segnalati 4 decessi improvvisi in persone di età compresa tra i 52 e i 75 anni, affetti da patologie cardiache, che erano stati da poco vaccinati con un vaccino antinfluenzale proveniente dallo stesso lotto. Il 22 ottobre scorso, il ministero della Salute israeliano ha temporaneamente sospeso in via cautelativa il programma di vaccinazione ed ha avviato un’indagine. I risultati hanno escluso un legame causale con il vaccino antinfluenzale, che è stato reintrodotto il 24 ottobre. Nonostante l’impatto mediatico, non è inatteso registrare decessi così ravvicinati nello spazio e nel tempo. Secondo l’Ecdc, non c’è quindi motivo per interrompere i programmi annuali di vaccinazione nei Paesi europei. L’Ecdc continuerà comunque la sorveglianza, in stretto contatto con le autorità israeliane.

Leggi l’articolo originale di Eurosurveillance, la traduzione in italiano (a cura della redazione di EpiCentro) e il commento di Marta Ciofi (Cnesps).

 

(19 ottobre 2006) Le raccomandazioni Ecdc e tutti i documenti sulla sorveglianza

Dal sito Flu-Iss è possibile scaricare tutta la documentazione relativa alla sorveglianza dell’influenza per la stagione epidemica 2006-2007: il protocollo della sorveglianza, il registro per la raccolta delle segnalazioni dei casi, il modulo di adesione alla pubblicazione del proprio nome su Flu-Iss e le istruzioni per l'inserimento on line dei casi osservati di sindrome influenzale.

Un articolo pubblicato su Eurosurveillance rilancia le raccomandazioni messe a punto dagli Ecdc sulle misure di protezione personali da prendere per limitare la trasmissione del virus dell’influenza: leggi l’articolo (in italiano, in inglese).

 

(12 ottobre 2006) Da lunedì 16 riparte la sorveglianza

Riprenderanno lunedì 16 ottobre le attività di sorveglianza sull’influenza: tutti i dati saranno disponibili on line sul sito Flu-Iss. Leggi la circolare del ministero della Salute sulle misure di prevenzione e controllo dell’influenza e la nota integrativa (pdf 72 kb), con i dati relativi all’ultima stagione influenzale.

 

(28 settembre 2006) Vaccini umani contro H5N1: le indicazioni dell’Oms

Nell’agosto del 2006, l’Oms ha pubblicato l’elenco dei virus H5N1 da impiegare nella produzione di un vaccino pilota destinato a un’eventuale strategia pre-pandemica. Alcune industrie ora dichiarano di aver quasi messo a punto dei vaccini antinfluenzali per l’uomo basati su H5N1. I Paesi europei, di conseguenza, stanno valutando se farne delle scorte, anche se non senza perplessità: gli investimenti economici e i rischi sono consistenti, dato che non si può stabilire la probabilità di una pandemia da H5N1, e che la valutazione della sicurezza del vaccino è piuttosto complessa. Leggi l’articolo di Eurosurveillance.

 

(14 settembre 2006) Integrazioni alla circolare per la stagione 2006-2007

Il ministero della Salute ha pubblicato una nota integrativa (pdf 72 kb) alla circolare per la prevenzione e il controllo dell'influenza per la stagione 2006-2007 (pdf 1,75 Mb). La nota illustra i dati relativi alla stagione epidemica 2005-2006, quella con la più bassa incidenza degli ultimi sei anni di sorveglianza. Per quanto riguarda la sorveglianza virologica, solo il 4% dei campioni clinici è risultato positivo per influenza. I primi isolamenti virali, riconducibili a ceppi A/H3N2, sono stati osservati in pazienti ammalati nel corso della prima settimana del 2006. Poi si è verificata una contemporanea circolazione di ceppi A/H1, A/H3 e B. Da sottolineare, infine, l’osservazione di un’intensa circolazione di virus respiratorio sinciziale (contemporanea all’isolamento di virus influenzali) in 106 campioni, soprattutto in età pediatrica.

 

(4 maggio 2006) Influenza: la circolare per la stagione 2006-2007
Il ministero della Salute ha emanato la circolare per la prevenzione e il controllo dell'influenza 2006-2007: il documento si rivolge agli operatori sanitari con informazioni sull’epidemiologia dell’influenza, sui metodi di sorveglianza e controllo, sulle componenti antigeniche della vaccinazione e sulle categorie cui il vaccino deve essere offerto per limitare l’impatto della malattia.

 

(9 marzo 2006) Le indicazioni Oms per il prossimo vaccino
Mentre in Italia è sempre bassa l'intensità dell'epidemia di influenza, l'Organizzazione mondiale della sanità è già al lavoro per affrontare la prossima stagione e ha messo a punto le raccomandazioni per la composizione del vaccino 2006-2007: leggi la traduzione, a cura della redazione di EpiCentro.
 

(2 marzo 2006) Influenza 2005-2006: per ora niente picchi

Bassa l'attività influenzale in tutta Europa, come conferma un articolo apparso su Eurosurveillance e tradotto in italiano da EpiCentro. I dati europei, che dimostrano che la stagione influenzale rimane a livelli più bassi di quelli osservati negli anni scorsi, sono confermati anche in Italia, dove il sistema di sorveglianza FluIss riporta una diffusione dell'influenza molto più bassa di quella rilevata nelle stagioni precedenti.
 

(12 gennaio 2006) Isolato a Siena il primo virus dell'influenza stagionale

Il laboratorio di riferimento per l'influenza di Siena ha isolato il primo virus dell'influenza di stagione: si tratta di un virus del tipo H3N2, esattamente quello contenuto nel vaccino distribuito in autunno. Secondo i dati Flu-Iss, l'attività dei virus influenzali è comunque ancora a livello base, con un'incidenza totale pari a 1,29 casi per 1000 assistiti: un tasso quasi sovrapponibile a quello registrato nella stagione 2000-2001, e più basso di quelli registrati nelle altre precedenti stagioni.

In Europa l'attività dei virus influenzali è ancora a livello base: consulta il bollettino relativo all'andamento dell'epidemia su European Influenza Surveillance Scheme (Eiss) e leggi l'articolo di Eurosurveillance, anche nella traduzione a cura della redazione di EpiCentro.

 

(5 gennaio 2006) Scarsa l'attività influenzale in tutta Europa
In Europa l'attività dei virus influenzali è ancora a livello base: consulta il bollettino relativo all'andamento dell'epidemia su European Influenza Surveillance Scheme (Eiss) e l'aggiornamento settimanale su Flu-Iss per l'Italia. Nel nostro Paese l'incidenza totale delle sindromi influenzali è di 1,07 casi per 1000 assistiti, quasi sovrapponibile a quella registrata nelle precedenti stagioni. I bambini piccoli i più colpiti: nella fascia di età 0-4 anni l'incidenza è infatti pari a 3,39 casi per mille assistiti, nella fascia 5-14 anni è di 1,30, in quella 15-64 sfiora un caso ogni mille, mentre negli anziani non va oltre gli 0,70 casi per mille assistiti.