Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Influenza

Aspetti epidemiologici

Nel mondo

 

15 gennaio 2015 - Come riportato nel sito dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), l’influenza è causata da un’infezione virale che si diffonde facilmente tra le persone, circola in tutto il mondo e può colpire persone di tutte le età. Le differenze climatiche fanno si che nelle Regioni temperate il virus circoli con maggiore intensità nei mesi invernali mentre, nelle Regioni tropicali, sia presente tutto l’anno.

 

Globalmente, ogni anno, il virus influenzale colpisce tra il 5 e il 10% della popolazione adulta, un’incidenza che sale al 20-30% nei bambini.

 

Tra i 3 e i 5 milioni di casi di influenza riportati annualmente evolvono in complicanze che causano il decesso di 250-500 mila persone, soprattutto tra i gruppi di popolazione a rischio (bambini, anziani e persone affette da malattie croniche).

 

Gli effetti del virus influenzale non sono uguali nel mondo. Nei Paesi industrializzati l’influenza si rivela fatale soprattutto tra gli over 65enni. Gli effetti nei Paesi in via di sviluppo non sono noti con certezza, tuttavia si stima che causi un’elevata percentuale di decessi tra i bambini.