Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

interruzione volontaria di gravidanza

Ultimi aggiornamenti

22/2/2018 - L’interruzione volontaria della gravidanza nella PA di Trento

Nel corso del 2016, nella PA di Trento sono state eseguite 684 Ivg (-5,8% rispetto all’anno precedente), di cui 52 (7,6%) relative ad aborti terapeutici, indotti da una diagnosi prenatale di malformazione congenita del feto o da patologia materna. Le classi d’età modale sono 30-34 anni e 35-39 anni (circa il 21% dei casi), le fasce d’età 20-24 e 25-39 sono ben rappresentate (rispettivamente 18% e 19,6%). L’età media all’aborto è di 30,4 anni, un valore sostanzialmente stabile nell’ultimo quinquennio. Seppur in calo negli ultimi 4 anni, la percentuale di donne straniere costituisce circa un terzo della casistica provinciale del 2016 (33% del totale). Per maggiori informazioni scarica il “Rapporto annuale sull’Interruzione volontaria della gravidanza (Ivg)” (pdf 626 kb).

 

25/1/2018 - Andamento delle interruzioni volontarie di gravidanza in Italia nel 2016

Anche nel 2016 prosegue l’andamento in diminuzione del fenomeno, anche se in entità minore rispetto agli anni precedenti. Lo scorso anno, infatti, il numero di Ivg è stato pari a 84.926, una diminuzione del 3,1% rispetto al dato del 2015, quando ne erano state registrate 87.639. Le Ivg cioè si sono più che dimezzate rispetto alle 234.801 del 1982, anno in cui si è riscontrato il valore più alto in Italia. Sono alcuni dei dati presenti nella Relazione sulle interruzioni volontarie di gravidanza effettuate in Italia nel 2016. Per appronfondire leggi il commento ai dati a cura di Angela Spinelli (Iss), Marzia Loghi e Alessia D’Errico (Istat).

 

11/1/2018 - Ivg in Emilia-Romagna: i dati 2016

Nel corso del 2016, in Emilia-Romagna sono state eseguite 7688 Ivg (-2% rispetto all’anno precedente). L’88,3% degli interventi è stato eseguito su donne residenti in Regione (6791 casi), di cui il 42,2% cittadine straniere. Anche dai dati del 2016 emerge che la distribuzione per classi d’età si mantiene abbastanza stabile negli anni: la maggioranza delle donne che ha fatto ricorso all’interruzione volontaria di gravidanza ha 25-29 anni (20,4%), 30-34 anni (22,8%) e 35-39 anni (21,3%). Il 26,5% delle Ivg è stato effettuato con metodo farmacologico. Per maggiori informazioni scarica la “Relazione sull’interruzione volontaria di gravidanza in Emilia-Romagna nel 2016” (pdf 1,3 Mb) pubblicata a dicembre 2017.

 


 

trova dati