Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

morbillo

Archivio 2008

(8 settembre 2008) La situazione in Emilia-Romagna

Dal 1 gennaio al 31 maggio 2008, in Emilia-Romagna sono stati notificati 223 casi di morbillo, di cui 96 confermati e 71 probabili. Il picco si è verificato tra febbraio e marzo. Tra le complicanze di rilievo, si registrano 4 casi di polmonite. Pur avendo buona copertura vaccinale, in Emilia-Romagna non si raggiungono ancora i tassi necessari per ottenere l’eliminazione della malattia. L’epidemia colpisce soprattutto gli adolescenti e i giovani adulti. Ribadita l’opportunità di aumentare l’impegno per responsabilizzare gli operatori, offrendo la vaccinazione ai suscettibili. Per i dettagli, scarica il rapporto (pdf 55 kb) e la lettera (pdf 635 kb).

 

(31 luglio 2008) La situazione in Friuli Venezia Giulia: epidemie e copertura vaccinale

Negli ultimi 15 anni nella Regione Friuli Venezia Giulia la copertura vaccinale MPR entro i due anni di età è notevolmente aumentata, raggiungendo il 90,4% per la coorte dei nati nel 2005. Di pari passo, è diminuito il numero dei casi di malattia segnalati. Tuttavia, nel 2008 non sono mancate in Regione epidemie di morbillo: la copertura vaccinale non omogenea sul territorio, infatti, fa sì che una fetta di popolazione non vaccinata sia a rischio di ammalarsi. Leggi il rapporto sulla copertura vaccinale e la sorveglianza del morbillo in Friuli Venezia Giulia (pdf 220 kb).

 

(24 luglio 2008) La ripresa del morbillo in Italia: il punto della situazione

Dal 1 settembre 2007 al 30 maggio 2008 sono stati riportati 2079 casi di morbillo da 15 Regioni su 21, per un’incidenza di 3,4 casi per 100 mila abitanti. Un articolo pubblicato su Eurosurveillance analizza l’epidemia: leggi la sintesi in italiano.

 

(5 giugno 2008) Epidemia di morbillo in Piemonte: più di 1200 casi

Dal 19 settembre 2007 al 16 maggio 2008, i casi di morbillo notificati in Piemonte sono 1233. Più di cento i ricoveri, la maggior parte per polmonite. È stato inoltre registrato un decesso in una bambina immunodepressa. Per i dettagli, consulta il report (pdf 35 kb). La storia dell’epidemia negli approfondimenti di EpiCentro del 28 febbraio 2008 e del 20 dicembre 2007 (pdf 43 kb).

 

(29 maggio 2008) Focolai di morbillo in Veneto

Tra gennaio e aprile 2008 in Veneto sono stati segnalati 65 casi di morbillo. L’epidemia ha interessato soprattutto il territorio dell’Ulss 3 di Bassano del Grappa (VI). Altri due focolai si sono verificati nell’Ulss 12 Veneziana e nell’Ulss 13 Mirano (VE). Nel territorio dell’Ulss 21 di Legnago (VR) è in corso invece un focolaio di rosolia. Le persone vaccinate con prima o seconda dose sono state circa 250. In tutte le Asl sono state effettuate le indagini epidemiologiche e attuate le misure di controllo previste dalle raccomandazioni nazionali. Leggi il rapporto (pdf 27 kb).

 

(15 maggio 2008) Prosegue l’epidemia di morbillo in Liguria

Prosegue l’epidemia di morbillo in Liguria e nelle Regioni limitrofe: dal 13 dicembre 2007 al 17 aprile 2008 sono confermati 56 casi in Liguria, 2 in Piemonte e 5 in Toscana. Un report (pdf 240 kb) del dipartimento di Scienze della salute dell’Università di Genova esamina il quadro epidemiologico e la comparsa di una nuova variante. Leggi il report (pdf 240 kb).

 

(8 maggio 2008) Il morbillo è ancora motivo di preoccupazione in Europa

Nel 2007 in 31 Paesi dell’Oms Europa sono stati registrati 3826 casi di morbillo ma nessun decesso. Nonostante un calo complessivo del 53% rispetto al 2005 e 2006, in alcuni Paesi, fra cui la Svizzera, i tassi di incidenza sono molto elevati. Un articolo di Euvac.Net, riportato da Eurosurveillance, ribadisce la necessità di potenziare le campagne di vaccinazione per debellare la malattia. Leggi l’articolo originale e la traduzione a cura della redazione di EpiCentro.

 

(10 aprile 2008) Focolai di morbillo in Puglia e in Europa

Focolai di morbillo in Europa e in Italia. Tra gennaio e marzo 2008 in Puglia sono stati segnalati 16 casi di morbillo, tutti confermati in laboratorio. La prima segnalazione risale al 7 gennaio 2008. Per 8 dei 16 casi notificati l’indagine epidemiologica ha escluso qualunque relazione apparente fra di loro. Sei dei 16 casi appartengono a un focolaio nosocomiale. Sono stati inoltre registrati due focolai familiari. Per informazioni più approfondite leggi il rapporto (pdf 44 kb). Nel 2007 sono stati registrati una serie di casi di morbillo in vari Paesi membri, in particolare Svizzera, Regno Unito e Romania. Dall’inizio del 2008 le infezioni sono state oltre 1300. Secondo l’Ecdc, la copertura vaccinale in Europa è ancora al di sotto della soglia del 95% necessaria per prevenire la malattia. Leggi la traduzione a cura della redazione di EpiCentro.

 

(6 marzo 2008) Aggiornamenti da Emilia Romagna e Lombardia

Oltre al Piemonte, altre Regioni italiane segnalano la diffusione di casi di morbillo. Il 28 febbraio 2008 la Regione Lombardia ha pubblicato una nota sulla sorveglianza dei casi di morbillo, che riporta le segnalazioni pervenute da luglio 2007 a febbraio 2008. 130 i casi registrati, con una tendenza allo spostamento in avanti dell’età di diagnosi: più della metà dei casi hanno infatti più di 16 anni. Per informazioni più dettagliate, scarica la nota della Regione Lombardia (pdf 26 kb). Il 18 febbraio 2008 anche la Regione Emilia Romagna ha inviato una nota con l’aggiornamento sulla situazione epidemiologica e gli interventi di prevenzione e controllo in atto. Nella Regione le coperture vaccinali per il morbillo sono aumentate nel tempo e, nel 2006, hanno raggiunto livelli prossimi all’obiettivo del 95% a 24 mesi. Nel 2007 si sono verificati quattro focolai epidemici, per un totale di 20 casi. Nel 2008, invece, fino al 15 febbraio sono pervenute 28 segnalazioni di casi probabili o confermati. Leggi la nota della Regione Emilia Romagna (pdf 1 Mb).

 

(28 febbraio 2008) Continua l’epidemia di morbillo in Piemonte

Non si ferma l’epidemia di morbillo che, da circa cinque mesi, sta interessando la Regione Piemonte. Al 12 febbraio 2008 sono stati segnalati 635 casi, con 25 ricoveri di cui 4 per complicanze polmonari. Segnalati anche un caso di cheratocongiuntivite e il decesso di una bambina affetta da grave immunodeficienza. Dei 635 casi, 65 sono stati confermati in laboratorio. I ceppi virali appartengono al tipo D4, che circola prevalentemente nel Regno Unito. Leggi l’approfondimento.

 

(10 gennaio 2008) Ridotti del 91% i decessi per morbillo in Africa

Le morti per morbillo in Africa sono diminuite del 91% tra il 2000 e il 2006, passando da 396 a 36 mila. Raggiunto con un anticipo di 4 anni, quindi, l’obiettivo delle Nazioni Unite di ridurre del 90%, entro il 2010, i decessi provocati da questa malattia infettiva. Lo straordinario risultato emerge dai nuovi dati della campagna di vaccinazione globale promossa dalla Measles Initiative. Leggi l’approfondimento.

 

 


 

trova dati