Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

morbillo

Ultimi aggiornamenti

26/7/2018 - Morbillo e rosolia in Italia: il bollettino di luglio 2018

In Italia, dal 1 gennaio al 30 giugno 2018, venti Regioni hanno segnalato 2029 casi di morbillo (267 nel mese di giugno), inclusi 4 decessi, e 14 casi di rosolia (3 nel mese di giugno). L’89,4% si è verificato in sette Regioni: Sicilia, Lazio, Calabria, Lombardia, Campania, Emilia Romagna e Toscana. L’età mediana dei casi è stata pari a 25 anni e 393 casi si sono verificati in bambini di età inferiore a 5 anni (di cui 125 avevano meno di 1 anno). Il 91,3% dei casi era non vaccinato al momento del contagio, il 5,4% era stato vaccinato con una sola dose. Quasi la metà (48,9%) ha sviluppato almeno una complicanza mentre il 59,5% dei casi totali è stato ricoverato. Inoltre, 87 casi sono stati segnalati tra operatori sanitari. Lo riferisce il bollettino di luglio 2018 della sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia prodotto dall’Iss. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata e scarica il bollettino mensile (pdf 1,7 Mb).

 

28/6/2018 - Morbillo e rosolia in Italia: on line il bollettino di giugno 2018

Dal 1 gennaio al 31 maggio 2018, 20 Regioni hanno segnalato al Sistema nazionale di sorveglianza integrata morbillo e rosolia 1716 casi di morbillo (ben 397 nel mese di maggio), inclusi 4 decessi. Il Molise è l’unica Regione a non avere segnalato casi nel periodo indicato. L’84% dei casi è stato segnalato da 5 Regioni (Sicilia, Lazio, Calabria, Campania e Lombardia), di cui la Sicilia ha riportato l’incidenza più elevata. L’età mediana dei casi è stata 25 anni. Sono stati segnalati 346 casi tra bambini con meno di cinque anni di età, tra cui 107 bambini sotto l’anno. Il 91,9% circa dei casi era non vaccinato, e un ulteriore 5% aveva ricevuto solo una dose. Quasi la metà dei casi (49%) ha sviluppato almeno una complicanza, mentre il 59,2% dei casi totali è stato ricoverato. Sono stati segnalati 68 casi tra operatori sanitari. Ne 2018 sono stati segnalati 11 casi di rosolia, di cui 2 nel mese di maggio. Lo riferisce il bollettino mensile sulla sorveglianza del morbillo e della rosolia di giugno 2018 prodotto dall’Iss. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata e scarica il bollettino mensile (pdf 1,8 Mb).

 

31/5/2018 - Morbillo e rosolia in Italia: on line il bollettino di maggio 2018

Dal 1 gennaio al 30 aprile 2018, 18 Regioni hanno segnalato al Sistema nazionale di sorveglianza integrata morbillo e rosolia 1.258 casi di morbillo, inclusi 4 decessi. Oltre l’85% dei casi è stato segnalato da 5 Regioni (Sicilia, Lazio, Calabria, Campania e Lombardia), di cui la Sicilia ha riportato l’incidenza più elevata. L’età mediana dei casi è stata 24 anni. Sono stati segnalati 268 casi tra bambini con meno di cinque anni di età, tra cui 84 bambini sotto l’anno. Il 92% circa dei casi era non vaccinato, e un ulteriore 5% aveva ricevuto solo una dose. Quasi la metà dei casi ha sviluppato almeno una complicanza, mentre oltre il 60% dei casi totali è stato ricoverato. Sono stati segnalati 53 casi tra operatori sanitari. Nello 2018 sono stati segnalati 8 casi di rosolia. Lo riferisce il bollettino mensile sulla sorveglianza del morbillo e della rosolia di maggio 2018 prodotto dall’Iss. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata e scarica il bollettino mensile (pdf 1,6 Mb).

 

3/5/2018 - Morbillo e rosolia in Italia: on line il bollettino di aprile 2018

Dal 1 gennaio al 31 marzo, 18 Regioni hanno segnalato al Sistema nazionale di sorveglianza integrata morbillo e rosolia 805 casi di morbillo. Oltre L’87% dei casi è stato segnalato da 5 Regioni (Sicilia, Lazio, Campania, Calabria e Lombardia). La Regione Sicilia ha riportato l’incidenza più elevata, seguita dalla Calabria e dal Lazio. L’età mediana è stata 25 anni. Sono stati segnalati 175 casi in bambini di età inferiore a 5 anni, di cui 61 avevano meno di 1 anno. Il 92% circa dei casi era non vaccinato, e un ulteriore 2% aveva ricevuto solo una dose. Il 48% ha sviluppato almeno una complicanza, mentre il 60% dei casi è stato ricoverato. Sono decedute per morbillo 4 persone, di cui tre adulti di 25, 38 e 41 anni di età, e un bambino di 10 mesi di vita, tutti per insufficienza respiratoria. Nessuna delle persone decedute era vaccinata al momento del contagio (il bambino era troppo piccolo per essere vaccinato). Sono stati segnalati 38 casi tra operatori sanitari, di cui 19 complicati. Nello stesso periodo sono stati segnalati 3 casi di rosolia. Lo riferisce il bollettino su morbillo e rosolia di aprile 2018 prodotto dall’Iss, in collaborazione con il ministero della Salute. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata e scarica il bollettino mensile (pdf 1,6 Mb).

 

29/3/2018 - Morbillo e rosolia in Italia: on line il bollettino di marzo 2018

Dal 1 gennaio al 28 febbraio 2018, 16 Regioni hanno segnalato al Sistema nazionale di sorveglianza integrata morbillo e rosolia 411 casi di morbillo, inclusi 2 decessi. Oltre l’80% dei casi è stato segnalato da 4 Regioni (Sicilia, Lazio, Calabria e Toscana). La Regione Sicilia ha riportato l’incidenza più elevata. L’età mediana è stata 25 anni. Il 91% circa dei casi era non vaccinato, e un ulteriore 4,5% aveva ricevuto solo una dose. Il 43% ha sviluppato almeno una complicanza, mentre oltre il 60% dei casi è stato ricoverato. Sono decedute per morbillo due persone, non vaccinate, rispettivamente di età 38 e 41 anni, entrambe per insufficienza respiratoria. Nello stesso periodo sono stati segnalati 3 casi di rosolia. Lo riferisce il bollettino su morbillo e rosolia di marzo 2018 prodotto dall’Iss, in collaborazione con il ministero della Salute. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata e scarica il bollettino mensile (pdf 2,1 Mb).

 

23/2/2018 - Morbillo e rosolia in Italia: on line il bollettino di febbraio 2018

Dal 1 al 31 gennaio 2018, 12 Regioni hanno segnalato al Sistema nazionale di sorveglianza integrata morbillo e rosolia 164 casi di morbillo, inclusi 2 decessi. Oltre l’80% dei casi è stato segnalato da 4 Regioni (Sicilia, Lazio, Calabria e Liguria). La Regione Sicilia ha riportato l’incidenza più elevata. L’età mediana è stata 25 anni. Il 93% circa dei casi era non vaccinato o aveva ricevuto solo una dose. Il 40% ha sviluppato almeno una complicanza, mentre oltre la metà è stato ricoverato. Sono decedute per morbillo 2 persone, non vaccinate, rispettivamente di 38 e 41 anni, entrambe per insufficienza respiratoria. Nello stesso periodo è stato segnalato un caso di rosolia. Lo riferisce il bollettino su morbillo e rosolia di febbraio 2018 prodotto dall’Iss, in collaborazione con il ministero della Salute. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata e scarica il bollettino mensile (pdf 1,8 Mb).

 

15/2/2018 - Morbillo e rosolia in Europa: dall’Ecdc un bilancio sui casi del 2017

Nel 2017, i Paesi dell’Unione europea (Ue) e dello Spazio economico europeo (See) hanno segnalato al Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc), 14.451 casi di morbillo (4643 nel 2016), inclusi 30 decessi. Tutti i 30 Paesi eccetto due (Lettonia e Malta) hanno segnalato casi. La Romania è stato il Paese che ha inviato il maggior numero di segnalazioni (5560), seguita dall’Italia (5004), dalla Grecia (967) e dalla Germania (929). La Romania ha segnalato anche l’incidenza più elevata (281,4 per milione), seguita dalla Grecia e dall’Italia (rispettivamente 89,7 e 82,5 per milione). Sono alcuni dei dati di sorveglianza pubblicati nel numero di febbraio del bollettino mensile Ecdc “Montly measles and rubella monitoring report”. Dai dati emerge che l’87% dei casi di cui è noto lo stato vaccinale si è verificato in persone non vaccinate e l’8% in persone vaccinate con una sola dose. Il 37% dei casi ha interessato persone con meno di 5 anni di età, mentre il 45% aveva più di 15 anni. L’incidenza più elevata è stata registrata in bambini sotto l’anno, seguita dalla fascia di età 1-4 anni. Dei 30 decessi segnalati nel periodo, 19 si sono verificati in Romania, 4 in Italia, 2 in Grecia, uno in Bulgaria, uno in Francia, uno in Germania, uno in Portogallo e uno in Spagna. Nel 2017, 28 Paesi dell’Ue e del See hanno segnalato 693 casi di rosolia, di cui il 97% da 4 Paesi: Polonia (496), Germania (73). Italia (65) e Austria (39). Per maggiori informazioni visita il sito Ecdc e scarica il documento completo (pdf 1,4 Mb).

 

25/1/2018 - Morbillo e rosolia in Italia: on line il bollettino di gennaio 2018

Tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017, 21 Regioni hanno segnalato al Sistema di sorveglianza integrata morbillo e rosolia 4991 casi di morbillo, inclusi 4 decessi. Il 90% dei casi è stato segnalato da 8 Regioni (Lazio, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Toscana, Veneto, Abruzzo e Campania). Il 95% dei casi era non vaccinato o aveva ricevuto solo una dose di vaccino. Nello stesso periodo sono stati segnalati 65 casi di rosolia. Lo riferisce il bollettino su morbillo e rosolia di gennaio 2018 prodotto dall’Iss, in collaborazione con il ministero della Salute. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata e scarica il bollettino mensile (pdf 2,1 Mb).

 


 

trova dati