Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica
a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
home > malattie infettive > rosolia > Ultimi aggiornamenti...
argomenti di salute
rosolia
Ultimi aggiornamenti

(30 luglio 2015) Morbillo & Rosolia News: il rapporto di luglio 2015

Nel mese di giugno 2015, sono stati segnalati 17 casi di morbillo portando a 123 i casi segnalati dall’inizio dell’anno. L’età mediana dei casi segnalati nel 2015 è 20 anni (range: 0-78 anni). Per quanto riguarda la rosolia, nel mese di giugno 2015, sono stati segnalati 7 casi, portando a 25 i casi segnalati dall’inizio dell’anno. Questi i dati nazionali del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia riportati nel numero di luglio 2015 (pdf 1,2 Mb) del bollettino periodico Morbillo & Rosolia News.

 

(2 luglio 2015) Morbillo & Rosolia News: il rapporto di giugno 2015

Nel mese di maggio 2015, sono stati segnalati 33 casi di morbillo portando a 101 i casi segnalati dall’inizio dell’anno. L’età mediana dei casi segnalati nel 2015 è 19 anni (range: 1-78 anni). Per quanto riguarda la rosolia, nel mese di maggio 2015, sono stati segnalati 2 casi. Questi i dati nazionali del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia riportati nel numero di giugno 2015 (pdf 1,2 Mb) del bollettino periodico Morbillo & Rosolia News.

 

(2 luglio 2015) La sorveglianza integrata morbillo-rosolia e la sorveglianza della rosolia congenita e in gravidanza in vista dell’obiettivo di eliminazione: i materiali del convegno

Migliorare la sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia e la sorveglianza della rosolia congenita e in gravidanza, in vista dell’obiettivo dell’eliminazione di queste malattie stabilito dall’Oms; illustrare le procedure di verifica dell’eliminazione del morbillo, della rosolia e della rosolia congenita e le raccomandazioni emanate dalla Commissione di verifica della Regione Europea dell’Oms durante la recente visita in Italia; gettare le basi per la realizzazione di una rete di Laboratori regionali coordinata dal Laboratorio nazionale di riferimento accreditato Oms: questi gli obiettivi generali del workshop che si è svolto il 26 giugno scorso all’Istituto superiore di sanità. Leggi l’approfondimento e scarica i materiali.

 

(4 giugno 2015) Ecdc: il report di aprile 2015 su morbillo e rosolia

Tra il 1 aprile 2014 e il 31 marzo 2015, 30 Paesi dell’Unione europea (Ue) e dello Spazio economico europeo (See) hanno segnalato 3809 casi di morbillo, di cui il 70% confermato in laboratorio. Il 70% circa dei casi segnalati proviene da Germania (1749; 21,4 casi/milione) e Italia (912; 15,3 casi per milione di abitanti). L’incidenza più elevata è stata riportata in Slovenia (32,5/milione di abitanti), seguita da Germania (21,4), Croazia (21,0) e Austria (20,7). Solo 11 Paesi hanno riferito meno di 1 caso di morbillo per milione di abitanti (soglia target di eliminazione), di cui 6 non hanno notificato alcun caso. La fascia di età con maggiore incidenza è rappresentata dai bambini sotto un anno di vita (50,2 casi/milione), seguita dai bambini tra 1 e 4 anni (29,5 casi/milione) e bambini tra 5 e 9 anni (15 casi/milione). Lo stato vaccinale è noto per l’88% dei casi; di questi il 92% circa dei casi si è verificato in persone non vaccinate o vaccinate con una sola dose. È stato riportato un decesso e 6 casi complicati da encefalite acuta. Sono alcuni dei dati che emergono dal rapporto Ecdc “Measles and rubella monitoring – April 2015” (pdf 810 kb), pubblicato a maggio 2015. I dati sulla rosolia, raccolti in 27 Paesi dell’Ue e del See, indicano che tra il 1 aprile 2014 e il 31 marzo 2015, sono stati segnalati 4394 casi, il 96% dei quali è stato notificato dalla Polonia (4215 casi, 109,4 casi/milione di abitanti). In 23 Paesi, l’incidenza riportata è stata inferiore a 1caso/milione di abitanti (soglia target di eliminazione); 14 Paesi hanno segnalato zero casi. Il 2% dei casi ha una conferma di laboratorio. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 810 kb).

 

(28 maggio 2015) Morbillo & Rosolia News: il rapporto di maggio 2015

Nel mese di aprile 2015, sono stati segnalati 21 casi di morbillo. L’età mediana dei casi segnalati nel 2015 è 19 anni (range: 1-78 anni). Per quanto riguarda la rosolia, nel mese di aprile 2015, sono stati segnalati 5 casi. Questi i dati nazionali del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia riportati nel numero di maggio 2015 di Morbillo & Rosolia News (bollettino, pdf 1,4 Mb).

 

(7 maggio 2015) La Regione Oms delle Americhe è rosolia free

La rosolia è stata dichiarata eliminata nella Regione delle Americhe, prima Regione Oms a raggiungere questo obiettivo. Il risultato, ottenuto grazie a 15 anni di sforzi e impegno da parte delle autorità locali sulla vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia (Mpr) è stato annunciato durante la 13ma settimana delle vaccinazioni nella Americhe (25 aprile-2 maggio). La valutazione, effettuata da un comitato internazionale di esperti, ha evidenziato che non ci sono prove della trasmissione di rosolia o rosolia congenita negli ultimi 5 anni. Per maggiori informazioni leggi la notizia sul sito della Pan American Health Organization (Paho).

 

(7 maggio 2015) L’Oms Europa aggiorna le fact sheet sulla rosolia

Nel 2010, i 53 Paesi membri dell’Oms Europa si sono impegnati ad interrompere la circolazione endemica dei virus del morbillo e della rosolia nella Regione entro il 2015. Tale impegno è stato rinnovato nel 2014 con l’adozione dello European Vaccine Action Plan 2015-2020 che sottolinea come il raggiungimento dell’obiettivo di eliminazione delle due malattie sia una priorità di sanità pubblica nella Regione. Sono alcune delle informazioni presenti nelle fact sheet pubblicate dall’Oms Europa ad aprile 2015. Tra le notizie aggiornamenti su epidemiologia della rosolia, progressi regionali verso l’eliminazione e informazioni generali sulla malattia. Per maggiori informazioni scarica il documento completo (pdf 341 kb).

 

(30 aprile 2015) Rosolia congenita e in gravidanza in Italia tra il 2005 e il 2013

Nel periodo 2005-2013 sono stati segnalati 75 bambini con infezione da rosolia congenita (casi probabili e confermati), di cui 57 sintomatici. È stata registrata un’incidenza media annuale di 1,5 per 100.000 bambini nati vivi, con due picchi, nel 2008 e nel 2012, rispettivamente di 5 e 3,6/100.000. Nello stesso periodo sono state notificate 160 infezioni rubeoliche in gravidanza (casi possibili, probabili e confermati). Da queste donne sono nati 62 bambini con l’infezione, in 29 l’infezione è stata esclusa, 1 bambino è nato morto, 31 donne hanno effettuato un’interruzione volontaria di gravidanza e si è verificato un aborto spontaneo. Per 38 di queste donne, non è noto l’esito della gravidanza. Sono alcuni dei dati presenti nell’articolo “Congenital rubella still a public health problem in Italy: analysis of national surveillance data from 2005 to 2013”, pubblicato su Eurosurveillance (volume 20, issue 16, 23 aprile 2015) che sottolinea la necessità di rafforzare le attività di sorveglianza della rosolia congenita e in gravidanza, incluso il follow up delle mamme infette e dei nuovi nati. Per prevenire la rosolia congenita è inoltre indispensabile mantenere le coperture vaccinali sopra il 95%, promuovere la vaccinazione delle donne in età fertile ancora suscettibili alla rosolia l’uso del test di screening preconcezionale per la rosolia e la formazione del personale sanitario.

 

(30 aprile 2015) Morbillo & Rosolia News: il rapporto di aprile 2015

Nel mese di marzo 2015, sono stati segnalati 15 casi di morbillo. L’età mediana dei casi è stata pari a 22 anni (range: 1-78 anni). Per quanto riguarda la rosolia, nel mese di marzo 2015, sono stati segnalati 7 casi. Questi i dati nazionali del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia riportati nel numero di aprile 2015 di Morbillo & Rosolia News (bollettino, pdf 1,2 Mb).

 

(2 aprile 2015) Morbillo & Rosolia News: il rapporto di marzo 2015

Nel mese di febbraio 2015, sono stati segnalati 19 casi di morbillo da 9 Regioni. L’età mediana dei casi è stata pari a 21 anni (range: 1-78 anni). Per quanto riguarda la rosolia, nel mese di febbraio 2015, sono stati segnalati 4 casi. Questi i dati nazionali del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia riportati nel numero di marzo 2015 di Morbillo & Rosolia News (bollettino, pdf 1,5 Mb).

 

(12 marzo 2015) Rosolia congenita e in gravidanza: il bollettino della sorveglianza

Nel periodo 2005-2014 sono state segnalate 76 infezioni di rosolia congenita (probabili e confermate), con un picco nel 2008 e uno nel 2012, e 161 infezioni rubeoliche in gravidanza (possibili, probabili e confermate). Nello stesso periodo, tra le donne infette, sono state registrate 31 interruzioni volontarie di gravidanza, 1 nato morto e 1 aborto spontaneo. Questi i dati principali che emergono dal secondo numero di “Rosolia congenita & in gravidanza News”, bollettino semestrale della sorveglianza nazionale della rosolia congenita e della rosolia in gravidanza. Il documento, a cura del reparto di Epidemiologia delle malattie infettive (Cnesps-Iss) e disponibile da marzo 2015 anche nella versione inglese, sottolinea l’importanza di rafforzare la sorveglianza delle donne con sospetta rosolia in gravidanza e di monitorare l’esito della gravidanza. È necessario, inoltre, migliorare la raccolta delle informazioni sui casi in termini di tempestività e completezza. Per maggiori informazioni consulta il documento completo in italiano (pdf 1,1 Mb) e in inglese (pdf 983 kb) e visita la pagina dedicata a “Rosolia congenita e in gravidanza News”.

 

(5 marzo 2015) Morbillo & Rosolia News: il rapporto di febbraio 2015

Nel mese di gennaio 2015, sono stati segnalati 12 casi di morbillo da 6 Regioni. L’età mediana dei casi è stata pari a 13 anni (range: 1-78 anni). Per quanto riguarda la rosolia, nel mese di gennaio 2015, è stato segnalato 1 caso dalla Sardegna. Questi i dati nazionali del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia riportati nel numero di febbraio 2015 di Morbillo & Rosolia News (bollettino, pdf 1,4 Mb).

 

(5 febbraio 2015) Morbillo & Rosolia News: il rapporto di dicembre 2014-gennaio 2015

Nel mese di novembre e dicembre 2014, sono stati segnalati 41 casi di morbillo (26 e 15, rispettivamente), portando a 1674 i casi segnalati dall’inizio dell’anno. L’incidenza dei casi di morbillo nel 2014 è stata pari a 2,8 casi per 100.000 abitanti. L’incidenza più elevata è stata osservata in Liguria con 12,4 casi per 100.000, seguita dal Piemonte con 11,9, dalla Sardegna e dall’Emilia-Romagna con 6,0 e 4,6 casi per 100.000 abitanti rispettivamente. L’età mediana dei casi è stata pari a 23 anni (range: 0-74 anni) e l’84,7% era non vaccinato. Per quanto riguarda la rosolia, nel mese di dicembre 2014, è stato segnalato 1 caso, portando a 27 i casi segnalati dall’inizio dell’anno. Nel mese di novembre non sono stati segnalati casi. Questi i dati nazionali del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia riportati nel numero di dicembre 2014-gennaio 2015 di Morbillo & Rosolia News (i dati sono aggiornati al mese precedente alla pubblicazione del bollettino, pdf 1,7 Mb).

 

Stampa

Ultimo aggiornamento giovedi 30 luglio 2015
Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute
Viale Regina Elena, 299 - 00161 Roma - Tel 0649901
© - Istituto Superiore di Sanità
EpiCentro è parzialmente sostenuto da risorse del CCM - Ministero della Salute

Istituto Superiore di Sanità
Cnesps