Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

sindrome della morte in culla

Sorveglianza della mortalitā infantile in Piemonte: il corso di formazione per gli operatori

28 novembre 2013 - In Piemonte, nell'ambito della sorveglianza della mortalitā infantile tra 0 e 2 anni viene svolta un’attivitā di formazione del personale coinvolto nella sorveglianza. Il corso di formazione “La morte improvvisa del bambino nei primi 2 anni di vita presupposti teorici e approccio pratico” (pdf 222 kb), obbligatorio, affronta in tutte le sue edizioni la tematica della sindrome della morte in culla (Sids) nelle sue complessitā, approfondendo in particolare gli aspetti clinico-epidemiologici, medico legali e psicologici.

 

Il corso – organizzato dal Servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive (Seremi) dell’Asl Al di Alessandria in collaborazione con la S.C. Igiene e sanitā pubblica (Sisp) dell’Asl To1 di Torino e il Centro di riferimento regionale per la Sids dell’Azienda ospedaliera Oirm, Cittā della salute e della scienza di Torino, Universitā degli studi di Torino – si propone di: aggiornare i partecipanti sulle conoscenze in tema di eziopatogenesi della Sids, sulle attivitā cliniche di prevenzione attraverso l’individuazione dei soggetti a rischio, mantenere alto il livello di Sorveglianza delle morti improvvise 0-2 anni, condividere con i partecipanti i risultati del periodo 2004-2011 di sorveglianza epidemiologica, migliorare l’uniformitā delle procedure del riscontro diagnostico nella morte improvvisa del lattante, migliorare l’uniformitā delle procedure di gestione dell’emergenza “morte improvvisa del lattante” e aggiornare i partecipanti sugli aspetti psicologici relativi all’elaborazione del lutto nella morte improvvisa del bambino.

 

Vengono inoltre illustrate e commentate le risultanze dal 2004 al 2011 di lavoro di sorveglianza epidemiologica su tutto il territorio piemontese.

 

Nel corso del 2013 si sono svolte 4 edizioni formative (l'ultima si č svolta il 23 ottobre a Torino) per un totale di circa 1200 partecipanti/operatori formati.

 

Interventi dei relatori:

Docenti:

  • Anna Maria Baldelli - Procuratore capo della Procura presso il Tribunale per i minorenni di Torino
  • Giovanni Botta - Dirigente medico di anatomia e istologia patologica Oirm/S. Anna
  • Silvia Noce - Pediatra esperto in Medicina del sonno - Centro SIDS regione Piemonte
  • Alessandro Vigo - Pediatra esperto in Medicina del sonno - Responsabile Centro Sids Regione Piemonte
  • Rosalba Fazio - Infermiera pediatrica - Centro Sids Regione Piemonte
  • Roberto Testi - Direttore Dipartimento Tutela della salute - Direttore S.C. Medicina legale Asl To2
  • Daniela Palladin - Dirigente medico di Anatomia patologica Ospedale Maria Vittoria - Asl To2
  • Margherita Meda - Direttore S.C. Igiene e sanitā pubblica - Asl To1
  • Pia Massaglia - Direttore della Scuola di specializzazione in neuropsichiatria infantile dell'Universitā di Torino
  • Giannalisa Cavani - Coordinatore epidemiologico regionale per le morti improvvise 0-2 anni/Sids - S.C. Igiene e sanitā pubblica - Asl To1
  • Luca Cordero di Montezemolo - Direttore del Dipartimento di Scienze della sanitā pubblica e pediatriche