Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Salute in viaggio

Documentazione

Nel mondo

 

CDC Health Information for International Travel - Yellow Book 2018

Volume pubblicato a giugno 2017 dai Cdc americani e indirizzato a operatori sanitari, dottori, personale infermieristico e farmacisti che si trovano a fornire consigli ai viaggiatori in partenza Per approfondire consulta il comunicato stampa sul sito dei Cdc e la pagina dedicata al Yellow Book.

 

Febbre gialla in Brasile 2017: consigli per i viaggiatori

In Brasile, da dicembre 2016, è in corso un focolaio di febbre gialla che ha coinvolto soprattutto lo Stato Minas Gerais e, in misura minore, gli Stati di Espirito Santo (dove l’ultimo caso autoctono di febbre gialla era stato segnalato nel 1940) e San Paolo. Al 24 gennaio 2017, l’Oms riferisce 404 casi (di cui 66 confermati, 337 sospetti e un non caso) e 84 decessi (37 tra i casi confermati e 47 tra i casi sospetti) nello stato di Minas Gerais: si tratta del numero di segnalazioni più alto dal 2000. Nell’approfondimento dedicato le informazioni sulle misure di prevenzione da adottare in caso di viaggio.

 

International travel and health 2012

Report dell’Oms contenente informazioni dettagliate su vaccinazioni e rischi presenti nei vari Paesi del mondo. Focus di quest’anno è dedicato alle raccomandazioni sanitarie in vista degli europei di calcio tra Polonia e Ucraina. Nel 2014 sono stati aggiornati: malattie prevenibili con vaccino e vaccinazioni (capitolo 6), malaria (capitolo 7), lista dei Paesi e allegato 1.

 

Cdc’s health information for International travel 2016

Il manuale dei Cdc, conosciuto come Yellow book, fornisce informazioni utili per i viaggiatori di tutto il mondo attraverso l’analisi dei rischi sanitari e la loro prevenzione.

 

Epidemiological Alert: Recommendations to the travelers to preserve the Americas without Measles or Rubella (pdf 75 kb)

Raccomandazioni di salute pubblica, elaborate dalla Pan American Health Organization (Paho). Il documento invita i viaggiatori che intendono recarsi in qualsiasi Paese della Regione delle Americhe, a vaccinarsi contro il morbillo e la rosolia almeno due settimane prima della partenza, per ridurre il rischio di reintroduzione di queste malattie, entrambe eliminate dalla Regione. La raccomandazione è rivolta a tutti i viaggiatori sopra i 6 mesi di età che non hanno evidenza di immunità verso le due malattie (documentazione scritta di avvenuta vaccinazione o evidenza sierologica di immunità) e che non presentano controindicazioni alla vaccinazione. Un’attenzione particolare deve essere prestata alle donne in età fertile, che potrebbero contrarre la rosolia durante la gravidanza con il rischio di trasmettere l’infezione al feto. Per maggiori informazioni consulta il documento “Epidemiological Alert: Recommendations to the travelers to preserve the Americas without Measles or Rubella” (pdf 75 kb) e consulta il sito della Paho. Inoltre nel sito dell’Oms viene messa in evidenza l’importanza di considerare i viaggi come un’occasione opportuna per gli operatori sanitari di verificare lo stato vaccinale contro morbillo, rosolia, parotite, difterite, tetano, pertosse e polio dei loro pazienti (bambini, adolescenti e adulti) prima della partenza e vaccinare i soggetti suscettibili.

 

I rischi estivi per la salute: i consigli utili dei Cdc (2010)

Le attività estive che si svolgono all’aria aperta, come passeggiate in aree verdi, giardinaggio, barbecue, fuochi d’artificio e bagni al mare o in piscina, rappresentano spesso un rischio per la salute. I Cdc hanno dedicato all’argomento una sezione, che contiene consigli e informazioni utili per trascorrere una stagione estiva all’insegna della sicurezza. Durante il periodo estivo, inoltre, è molto comune partecipare a sagre e fiere, in occasione delle quali è frequente ingerire cibi poco sicuri: i Cdc dedicano un approfondimento alla prevenzione delle intossicazioni alimentari. Leggi l’approfondimento.

 

Guida all’alimentazione sicura per chi viaggia (2009)

L’Oms ha predisposto una serie di indicazioni rivolte a tutti i viaggiatori e, in particolare, ai gruppi ad alto rischio, come neonati e bambini, donne incinta, anziani e pazienti immunocompromessi, compresi quelli affetti da Hiv/Aids. L’Oms ha individuato 5 punti chiave: abituarsi alla pulizia, separare gli alimenti crudi da quelli cotti, far cuocere bene gli alimenti, conservare gli alimenti alle giuste temperature, utilizzare acqua e materie prime sicure.

 

Viaggi internazionali e salute (2009)

L’Oms pubblica il rapporto 2009 sui principali rischi sanitari per i viaggiatori e le strategie per ridurli al minimo.

 

Regolamento sanitario internazionale

Insieme di regole e procedure, testate e riconosciute dall’Oms, che possono rafforzare la capacità collettiva di difesa dai molteplici rischi per la salute pubblica che il mondo globalizzato di oggi si ritrova ad affrontare.